Social Icons

.

mercoledì 20 novembre 2013

Ingrid Pflugk Von Harttung - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 18 luglio 1997 - Seconda parte

Segue dalla prima parte.
Avvocato Pellegrini: Sono l'avvocato Pellegrini, legale dei genitori di Pia Rontini, se glielo vuole spiegare.
Avvocato Pellegrini: Signora, cercando di sforzare la memoria, Pia disse o fece capire, in quella telefonata, che erano persone o persona a lei conosciuta, a lei nota, già conosciuta o degli estranei che lei non aveva mai prima conosciuto?
Interprete: (Traduce in italiano). La signora dice che pensa che erano completi estranei a Pia, non erano persone che aveva visto prima, o che conosceva prima.
Avvocato Pellegrini: Da cosa può dedurre questa sua convinzione?
Interprete: (Traduce in italiano). L'impressione della signora era che erano alcune persone che venivano in questo bar, e quindi non persone conosciute a Pia.
Avvocato Pellegrini: Quindi non persone del paese probabilmente.
Interprete: (Traduce in italiano). A questo proposito Pia non diceva niente.
Avvocato Pellegrini: Le molestie...
(voce fuori microfono)
Avvocato Pellegrini: Le molestie di cui era oggetto Pia, erano molestie a sfondo sessuale o di altro genere?
Interprete: (Traduce in italiano). Pia non diceva niente alla signora a questo proposito.
Avvocato Pellegrini: Quindi non riferì che cosa le veniva detto o fatto per molestarla?
Interprete: (Traduce in italiano). La signora può dire solamente che era impaurita.
Avvocato Pellegrini: La ringrazio.
Interprete: Avvocato Colao.
Avvocato Colao: Signora, buongiorno, sono l'avvocato Colao, di parte civile.
Avvocato Colao: Questa paura che aveva Pia era dettata da queste persone, la signora ha detto, no?
Interprete: Una sensazione sua, eh.
Avvocato Colao: Sì, esatto. Ma aveva anche un disagio all'interno del posto di lavoro. Vuol riferire questo?
Presidente: No, ne ha già parlato la teste. Ha detto che voleva cambiare lavoro e lei le aveva suggerito di fare tutto il possibile per trovare... Di questo ne ha già parlato, comunque...
Avvocato Colao: Questo disagio... Prego prego, completi.
Interprete: (Traduce in italiano). Era una paura che aveva dentro, nel posto dove lavorava.
Avvocato Colao: La mia domanda è questa: queste persone possono in qualche modo essersi fatte aiutare da persone all'interno del lavoro per pressare Pia?
Interprete: (Traduce in italiano). La signora non sa niente a proposito di questo...
Presidente: È un discorso del tutto generico, vago, quindi non ha particolari da riferire al teste.
Avvocato Colao: Grazie.
Presidente: Comunque le domande sono ammesse. Bene, altri? Avvocato Pepi.
Avvocato Pepi: Sì. Buongiorno, signora, sono l'avvocato Pepi. Senta signora, lei ha parlato di questa telefonata. La prima domanda che le faccio: si ricorda quanto durò questa telefonata?
Interprete: (Traduce in italiano). La prima telefonata, dice la signora, un tre, cinque minuti, perché Pia non aveva tanti soldi per telefonare, all'incirca.
Avvocato Pepi: E oltre questa telefonata, lei ha ricevuto spesso altre telefonate?
Interprete: (Traduce in italiano). Dopo che Pia è tornata in Italia, la signora ha parlato con lei tre volte.
Avvocato Pepi: Tre volte. Ecco, nelle altre due volte non ha parlato di questi inconvenienti?
Interprete: (Traduce in italiano). Le prime due volte Pia riferiva solamente di questo nuovo lavoro e non parlavano di altre cose.
Avvocato Pepi: Senta signora, ricevuta questa telefonata in cui Pia si lamentava di questa situazione, lei riferì subito, immediatamente, ai genitori di Pia questa situazione oppure no, visto che lei era amica della famiglia Rontini?
Interprete: (Traduce in italiano). La signora non riferiva niente ai genitori di Pia Rontini, perché non lo considerava un fatto molto grave.
Avvocato Pepi: Bene. Senta signora, le disse, per caso, la Pia se di questa situazione si fosse confidata con il datore di lavoro e con i dipendenti, con gli altri dipendenti del bar?
Interprete: (Traduce in italiano). La signora non sa niente di questo.
Avvocato Pepi: Sa, per caso, se gliel'ha riferito ovviamente in questa telefonata, se anche le altre ragazze che erano al bar, dipendenti del bar subivano queste stesse attenzioni?
Interprete: (Traduce in italiano) La signora non ne sa niente.  
Avvocato Pepi: Non ne sa niente. Senta, l'ultima domanda è questa: lei ha parlato, mi sembra a conclusione, della telefonata, siccome lei spesso dava consigli alla Pia su vari argomenti a quanto pare, le dette dei consigli particolari di questa situazione, oppure no? E semmai che tipo di consigli.
Interprete: (Traduce in italiano) La signora diceva a Pia di cercarsi prima possibile un altro lavoro. Avvocato Pepi: Senta, veramente l'ultima domanda. Visto che lei ha parlato di impressioni e sensazioni nella telefonata, non è che possa essere un'impressione che invece che minacce o noie, fossero complimenti magari un po' pesanti di persone, che purtroppo spesso capita che vengano fatte a delle ragazze?
Interprete: (Traduce in italiano) La signora dice che aveva assolutamente l'impressione di paura, che Pia aveva paura. Dice conosce Pia fino al fondo della sua anima, ed era molto impaurita.  
Avvocato Pepi: Bene, non ho altre domande. Grazie.
Presidente: (voce fuori microfono) ... signorina aveva tanta paura, perché lei non ne ha parlato con i genitori, con la sua amica?
Interprete: (Traduce in italiano) No, Il rapporto fra la signora e Pia era molto stretto. 
Presidente: Stretto, sì.
Interprete: (Traduce in italiano) E la signora non aveva l'impressione che la cosa fosse così grave, che c'era bisogno di parlare con i genitori. Dice potevano essere delle persone ubriache a fare queste cose.
Presidente: Ma la ragazza che termini esattamente ha usato quando ha parlato con lei?
Interprete: (Traduce in italiano) La signora si ricorda che Pia aveva paura e che c'erano delle persone che la perseguitavano.  
Presidente: Sì, ma come si espresse la Pia?
Interprete: (Traduce in italiano) Le parole esatte non si ricorda la signora.
Presidente: Perché lei ha detto infastidita, perseguitata, però sono parole sue, o sono parole della Pia?
Interprete: (Traduce in italiano) La parola perseguitata l'ha usata la Pia, quando parlava con la signora.  
Presidente: L'ha usata la Pia? Bene, avvocato Colao... Un'altra cosa: lei è venuta qui con suo marito e si trattiene quanto? Va via presto dall'Italia?
Interprete: (Traduce in italiano) Rimangono qui fino a mercoledì prossimo.  
Presidente: E è venuta con suo marito?
Interprete: (Traduce in italiano) Sì, con il marito. 
Presidente: Prego, avvocato...
Avvocato Curandai: Avvocato Curandai di parte civile, signora. Senta signora, lei ha figli?
Interprete: (Traduce in italiano) La signora non ha figli.  
Avvocato Curandai: È vero, o non è vero che consideravate Pia Rontini quasi come una figlia?
Interprete: (Traduce in italiano) L'hanno considerata quasi come una figlia.  
Avvocato Curandai: Per quale motivo?
Interprete: (Traduce in italiano) Perché l'hanno conosciuta da quando aveva cinque anni, quindi emozionalmente si sono sentiti molto vicini.  
Avvocato Curandai: Sì. Durante il soggiorno di Pia in Danimarca, la Pia viveva presso di loro?
Interprete: (Traduce in italiano) Sì, quando non frequentava la scuola.  
Avvocato Curandai: Grazie.
Avvocato Colao: Signora, scusi, al di là della forte amicizia che lei aveva nei confronti della Pia, la Pia oggettivamente, secondo lei era persona attendibile, o era persona impressionabile? Era una persona... 
(voci fuori microfono)
Avvocato Colao: Allora rivolgo in altro modo questa domanda. Era soggetto facilmente impressionabile, o no?
Interprete: (Traduce in italiano) Era una ragazza molto emotiva, ma non con troppa immaginazione o fantasiosa.  
Avvocato Colao: Grazie.
Avvocato Pepi: Scusi, Presidente, una sola precisazione, sempre avvocato Pepi. Senta, lei signora ha detto poc'anzi, proprio rispondendo a una domanda del Presidente, di considerare Pia Rontini come sua figlia, quasi come sua figlia. E poi ha anche aggiunto che in questa telefonata la Pia si sentiva perseguitata. Ecco, io le chiedo, siccome essere perseguitata è un fatto piuttosto grave e viceversa lei ha detto che la situazione non le sembrava grave. Ecco, io le chiedo, una figlia, una quasi figlia che si rivolge a lei dicendo di essere perseguitata, lei non ritenne di fare niente per questa situazione?
Interprete: (Traduce in italiano) È molto difficile per la signora spiegare. Dice che per Pia era un conflitto e che la signora voleva seguire Pia in questo conflitto come una madre. 
Interprete: (Traduce in italiano) E la signora diceva: 'chiamami presto, chiamami sempre'. E questo non l'ha più potuto fare.
Presidente: Bene allora la teste, se non ci sono altre domande, può andare. Allora, io voglio sapere dagli avvocati, dai difensori, c'è una richiesta di ammissione di questo teste ex articolo 507, se è il caso di farlo ora, perché dal momento che il teste va via, se si è d'accordo, salvo poi se la Corte l'ammette o non l'ammette, ci ritireremo su questo punto. Comunque sapere se siete d'accordo a farlo assumere ora, invertendo l'ordine... va bene? Siete d'accordo? Bene, allora ci ritiriamo un attimo.

Nessun commento:

 
Blogger Templates