Social Icons

.

lunedì 23 marzo 2015

Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 23 gennaio 1998 - Prima parte


Presidente: Buongiorno a tutti, scusate del ritardo questa mattina ma è un problema che abbiamo avuto, prima per un giudice popolare che ha avuto un intoppo sulla autostrada e poi c'è stato il problema della registrazione, non so se l'hanno riaggiustato.
P.M.: Manca la voce.
Presidente: Si sente o no?
(voce fuori microfono) No.
Presidente: E io che devo fare? Filippo?
(voce fuori microfono) Presidente, parlando al microfono registrare si registra...
P.M.: E ho capito, ma ci si deve anche sentire noi.
Presidente: Allora, spegni quello lì. Io posso parlare anche forte perché non c'è problema. Allora, c'è una rinuncia a comparire del Vanni Mario, redatta materialmente dal cognato, Bartalesi Bruno, e da lui firmata. Penso che la firma è questa qui. Allegata a verbale. Dicevo, c'è stato un ritardo questa mattina perché un giudice popolare è stato ingolfato per un incidente sulla autostrada e poi c'è stato un problema tecnico, e c'è tuttora un problema tecnico per le registrazioni. Dice Filippo, il tecnico, che la registrazione avviene, però in aula al microfono non si sente. Io cerco di alzare un po' più la voce. Allora, sentiamo i periti, venga il professor Maurri, il professor Beconcini, dice come si chiama, non mi ricordo...
(voce fuori microfono) Barontini.
Presidente: Barontini. Leoncini dove è?
(voce fuori microfono) È morto. È la stessa.
Avvocato Filastò: Presidente.
Presidente: Dica.
Avvocato Filastò: Si può sentire insieme ai periti di ufficio anche i periti di parte?
Presidente: Sì, sì, come no. Facciamo le domande a tutti e non se ne parla più. Allora, il Leoncini dov'è?
(voce fuori microfono) Non c'è.
Presidente: Ah.
(voce fuori microfono) Sarà al gabinetto.
Presidente: Ah, va be', insomma, intanto accomodiamoci noi. Bene. Approfitto del momento, della pausa, per dire questo, praticamente noi con questo abbiamo... diciamo, assunto tutti i mezzi di prova richiesti dalle parti e quindi non avremmo nulla da fare. La Corte si è riservata volta per volta di esaminare certe situazioni e ammettere delle persone ex articolo 507. Ora, noi questa mattina faremo questo lavoro dopo 1''udienza, se avete delle istanze in tal senso da fare alla Corte...
P.M.: Il P.M. si, Presidente.
Presidente: ...ben volentieri, noi le esaminiamo sotto il profilo ex 507.
Avvocato Filastò: Anche i difensori, Presidente.
Presidente: Bene. Aspettiamo il dottor Leoncini e poi...
Avvocato Filastò: Però, Presidente, per quello che riguarda la difesa anche in esito all'esame dei periti di stamani, io vorrei poterci riflettere un po' meglio.
Presidente: Come?
Avvocato Filastò: Per quello che riguarda le istanze ex articolo 507, io vorrei poter riflettere un po' meglio, sia sulla base di quel che chiederà il Pubblico Ministero, sia...
Presidente: Sì, ma noi... avvocato, noi possiamo ammetterne intanto alcuni, poi la prossima udienza... non è che dobbiamo farlo tutti insieme.
Avvocato Filastò: Va bene, Presidente, ho detto che io vorrei per lo meno potere esprimermi... voglio dire, la ripresa, insomma, la prossima settimana, compiutamente, vorrei fare un ex cursus un po' organico di varie circostanze e soprattutto con riferimento a quello che sarà la. . .
Presidente: Ora intanto sentiamo i periti, sì.
Avvocato Filastò: Lì c'è un problema abbastanza serio che credo dovrebbe essere approfondito.
Presidente: Bene. Cerchiamo Leoncini, va'. Leoncini. Non vorrei che fosse a parlare al P.M. di là.
P.M.: Presidente, approfitto, se mi consente...
Presidente: Sì.
P.M.: ...per una produzione che mi ero riservato di fare in una delle scorse udienze, non ricordo quale. Quando qualche testimone... venne fatto presente alla Corte che appariva necessario ricostruire quali erano gli automezzi e i mezzi posseduti da Pacciani, mi sembra che io mi riservai o comunque feci presente che era possibile fornire alla Corte la documentazione relativa a tutti i mezzi posseduti da Pacciani Pietro nel tempo e che questi elementi erano emersi sia nelle indagini che nel precedente dibattimento. E quindi io chiedo di poter produrre un fascicolino in cui sono stati posti copia di tutti i certificati relativi alla circolazione dei mezzi posseduti nel tempo da Pacciani Pietro, con tutte le date di acquisto e di distruzione eventuale dei mezzi e le fotografie del motorino, della Fiesta e della Cinquecento, perché mi sembra che più volte con i testi abbiamo fatto domande inerenti e pertinenti, penso...
Presidente: Sì, va bene.
P.M.: ...e ritengo che per la Corte sia utile verificare di fatto se le caratteristiche dei mezzi indicati dai testi corrispondono a quelle reali dei mezzi posseduti da Pacciani. Sono atti...
Presidente: I difensori hanno visto questo fascicolino?
P.M.: E' un fascicolino relativo solo a documenti. Sono delle fotografie e i certificati del PRA e sono presi pari pari da…
Presidente: Bene. Il dottor Leoncini l'avete visto o no?
Mauro Maurri: Sì, è stato con noi finora.
Presidente: E allora dov'è?
(voce fuori microfono) Un si trova.
Presidente: Come un si trova? Allora via, sospendiamo un attimo e cerchiamolo perché ora... C'ha il cellulare?
(voce fuori microfono) Sì, c'ha il cellulare.
Presidente: E c'abbiamo il cellulare si telefonerà al cellulare al Leoncini, scusate.
P.M.: Si ce l'ha il cellulare, il numero ce l'ho io.
(voce fuori microfono)
P.M.: Ci pensa lei?
(voce fuori microfono)
Presidente: Elisabetta, prenda il cellulare e vada di là.
P.M.: Pensiamo... proviamo noi, Presidente.
Presidente: Ecco.
(voce fuori microfono)
Presidente: Per sapere dov'è.
(voce fuori microfono)
Presidente: E dove è?
(voce fuori microfono) È qui fuori sulla strada.
(voce fuori microfono) È sulla strada.
Presidente: Ah, è andato lì al bar allora.
(voce fuori microfono)
Avvocato Filastò: Sulla produzione del Pubblico Ministero, Presidente, nessuna opposizione della difesa.
Presidente: Bene, allora si può acquisire agli atti.
P.M.: Ci sono le indicazioni... e tutte le date di...
Presidente: Sì, sì. Elisabetta... Dottor Leoncini, eh, va be'...
Perito Leoncini: Mi ero allontanato un secondo.
Presidente: Capita, capita. Ecco, volevo sapere come è andato quell'accertamento che avete fatto. Avete fatto una relazione scritta?
(voce fuori microfono) Sì.
Presidente: Chi è che parla? Ci riferisca qualcuno.
Franco Barontini: Barontini Franco.
Presidente: Bene.
Avvocato Filastò: Scusi, Presidente, io chiedo che assistano anche...
Presidente: Sì, sì, consulenti, sì, sì.
Avvocato Filastò: ...Presidente ma possono ... con... dotati di un microfono anche loro.
P.M.: Possiamo sentire...
Presidente: Possiamo sentirli dopo di questi se volete?
P.M.: Dobbiamo mettere altre quattro sedie.
Avvocato Filastò: Io preferirei venissero sentiti contemporaneamente.
Presidente: Allora vengano anche i consulenti di parte, un po' di sedie qui. Com'è...? Andrea? Non c'è più Andrea.
P.M.: Lo possono dire da qua col microfono.
Avvocato Filastò: Questo microfono servirebbe a me, per dire la verità.
Presidente: Un paio di sedie qui per il consulenti di parte, poi si passano il microfono.
Avvocato Filastò: Si sentono tutti insieme.
P.M.: Mah, insomma, non ci sono...
(prova microfono)
(voce fuori microfono) Funziona. Non si sente in aula, però registra, l'importante è che registri.
Presidente: Devo pigiare qualcosa?
(voce fuori microfono) No, no, parli semplicemente.
Presidente: Allora, prego professor Barontini.
Franco Barontini: (voce fuori microfono) Allora, concordemente i periti da lei incaricati concludono che il signor Vanni Mario, che è un diabetico peraltro di lieve entità, risulta attualmente portatore di...
Presidente: No, no, scusi, bisogna dare... bisogna parlare al microfono. Parlare al microfono, perché sennò non viene la registrazione. Professore, al microfono, eh.
Franco Barontini: Eh, sì, va bene, va bene.
Presidente: Da capo.
Franco Barontini: Sì. Allora, ripeto. Secondo i periti da lei incaricati, il Vanni Mario, che è un diabetico peraltro di lieve entità, risulta attualmente portatore di un quadro di encefalopatia vascolare rilevabile clinicamente e confermata dalla TAC cranica. I disturbi riferiti dal paziente e che hanno motivato il ricovero attuale, sono collocabili nell'ambito della patologia cerebrale definibile sotto forma di TIA, attacchi ischemici transitori o di RIND, che sono una varietà di questi stessi disturbi. Il paziente risulta, dagli esami eseguiti in ospedale, in buon compenso emodinamico e respiratorio, con scomparsa dei disturbi del respiro riferiti all'ammissione in ospedale. Questo per quanto riguarda la risposta al quesito A. Rispetto al quesito B, in base alla risposta precedente, si può concordemente affermare che il paziente si trova nelle condizioni di poter partecipare coscientemente al processo. Rispetto al quesito C rispondiamo: il paziente, per i motivi indicati nelle precedenti risposte non è assolutamente impossibilitato a comparire al dibattimento per non sussistenza dell'impedimento legittimo di cui all'articolo 48 6 del Codice penale... di procedura penale.
Presidente: Domande ai periti?
P.M.: Nessuna il P.M., Presidente.
(voce fuori microfono) Nessuna.
Segue...

Nessun commento:

 
Blogger Templates