sabato 17 gennaio 2009

Luciano Calonaci

Piccolo imprenditore, fu sentito il 12 dicembre 1997 su richiesta della difesa di Mario Vanni. Raccontò d'essere uscito di casa intorno alle ore 23:00, il 6 giugno 1982, per recarsi in chiesa a seguire la messa prima della processione che avrebbe percorso tutto il paese di Cerbaia. Dalla strada che giunge fino a Firenze vide provenire un'auto della polizia che procedeva verso Baccaiano, "pareva in perlustrazione", disse Calonaci; a bordo solo il guidatore, una persona robusta, che indossava una camicia azzurrina. Gli era stato possibile scorgere certi dettagli poichè le strade per la procesione erano illuminate a festa. Il guidatore, accortosi che Calonaci lo osservava, fece come per nascondersi e scivolò sul sedile. "Pareva fosse stato scoperto a rubare in chiesa" aggiunse Calonaci.
Rif.1 - Storia delle merende infami pag. 428.
Nel libro citato si dice che l'auto fu vista passare "tre quarti d'ora al massimo prima del duplice delitto" ma Antonella Migliorini e Paolo Mainardi furono uccisi nella notte del 19 giugno 1982.

1 commenti:

Carlo Palego ha detto...

Non capisco. Il sig. Calonaci vide l'uomo solo che guidava una macchina della polizia (così testimoniò) la notte dell'omicidio Mainardi Migliorini, quella era anche la notte della festa di Cerbaia (per questo motivo si trovavano coppiette (più di una) lungo la via di Virgilio quella notte,si sentivano al sicuro i ragazzi con tutto quel via vai di auto nonostante la paura del Mostro oramai imperante dopo Calenzano: purtroppo per Paolo e Antonella ne era informato anche MdF dai cento occhi e dalle cento orecchie). Nella scheda su Calonaci voi invece scrivete che l'avvistamento avvenne il 6 giugno. Mi sono risentito su Youtube la testimonianza di Calonaci al processo CdM e lui interrogato sia da PM che da Filastò dice chiaramente e senza possibilità di equivoco che l'avvistamento fu la serata - e intorno alla probabile ora - del duplice omicidio di Baccaiano. Per favore correggete, il vostro blog è una fonte importante e di solito precisa.