Social Icons

.

mercoledì 3 dicembre 2014

Paolo Ciampi - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 19 dicembre 1997 - Quindicesima parte

Segue dalla quattordicesima parte. 

Presidente: Prego, Ciampi Paolo. Lei è Ciampi Paolo?
Paolo Ciampi: Sì.
Presidente: Senta, vuole essere ripreso dalle telecamere o no?
Paolo Ciampi: È indifferente.
Presidente: Bene. Dove è nato, dove risiede?
Paolo Ciampi: Dove sono nato? A Xxxxx. Il XX/XX/XX.
Segr. d'udienza: (voce fuori microfono)
Paolo Ciampi: "Consapevole della responsabilità morale e giuridica che assumo con la mia deposizione, mi impegno a dire tutta la verità e a non nascondere nulla di quanto è a mia conoscenza.11
Presidente: Senta, signor Ciampi, lei è intervenuto anche lei con l'ambulanza di Croce Verde di Montespertoli a Baccaiano?
Paolo Ciampi: Sì, esattamente.
Presidente: La sera dell'omicidio di Baccaiano, insomma.
Paolo Ciampi: Sì.
Presidente: Ecco. Può dire come trovaste la macchina e i cadave... cioè, il giovane e la ragazza che erano in macchina?
Paolo Ciampi: Mah, la macchina era nel fossetto e i corpi erano dietro. Dietro al sedile posteriore.
Presidente: Tutti e due al sedile posteriore.
Paolo Ciampi: Sì.
Presidente: Sa dire chi era a destra e chi era a sinistra?
Paolo Ciampi: Non ricordo, anche perché non entrai io dentro all'auto, perché più di due persone non...
Presidente: Non entrò nell'auto lei? Non è entrato nell'auto?
Paolo Ciampi: No. Entrò i miei colleghi Martini e Gargalini, mi sembra.
Presidente: Loro due sono entrati dentro.
Paolo Ciampi: Sì.
Presidente: E lei cosa ha fatto?
Paolo Ciampi: Sono rimasto fuori, li ho aiutati dopo perché dal dentro da soli non riuscivano a... Quindi, sono rimasto fuori, ho dato una mano a metterlo sulla lettiga.
Presidente: Quando il giovane veniva tirato fuori dalla macchina.
Paolo Ciampi: Esattamente.
Presidente: Senta, e come fu aperto lo spo... quale sportello fu aperto?
Paolo Ciampi: Mah, mi sembra sicuramente quello della guida.
Presidente: Quello della guida.
Paolo Ciampi: Sì.
Presidente: Come fu aperto lo sa?
Paolo Ciampi: Almeno, io, mi sembra, ero dalla parte della guida.
Presidente: Come fu aperto?
Paolo Ciampi: Niente, mi ricordo c'era un sacco di persone, mi sembra, furono anche aiutati... fummo aiutati ad aprire questo sportello, a sganasciarlo un po' per entrare.
Presidente: Avete fatto... come avete... cosa avete usato? O avete fatto con la forza delle mani...
Paolo Ciampi: No, no, niente: mi sembra la portiera fosse aperta. Hanno aperto normalmente lo sportello. Solamente, siccome non si apriva molto, fu, mi sembra, un po' sganasciato per entrare meglio. Comunque, secondo me, erano aperte le portiere.
Presidente: Senta, il sedile anteriore come era disposto?
Paolo Ciampi: Non ho capito.
Presidente: Il sedile posto di guida come era disposto? Come era collocato?
Paolo Ciampi: Mah, quando sono arrivato io, perché io ho sistemato la lettiga prima, quindi, quando sono arrivato alla macchina erano già dentro i miei colleghi e i sedili erano appoggiati in avanti, erano tirati su.
Presidente: Reclinati in avanti.
Paolo Ciampi: Verso il cruscotto.
Presidente: Bene. Prego, Pubblico Ministero.
P.M.: Sì. Due cose. Scusi, lei ci ha detto ora due cose che, io, riesco a capire poco, perché lei dice: 'erano sul sedile dietro, però io non li ho visti '. Come sa che erano 1 ragazzi?
Paolo Ciampi: Perché quando sono arrivato alla macchina ancora i miei colleghi erano dentro e non erano stati estratti. Erano indietro ancora, sui sedili...
P.M.: Erano all'indietro o seduti sul sedile dietro?
Paolo Ciampi: No, no, mi sembra avessero la testa entrambi appoggiata in questo...
P.M.: La testa. Sì, però, capisce, se uno dei due aveva il sedile reclinato giù, aveva ugualmente la testa... Io le chiedo: il tronco delle persone lei lo ha visto se era sul sedile davanti o sul sedile di dietro? Il tronco, il bacino, mi scusi.
Paolo Ciampi: Mah, penso proprio... Senz'altro su... sono sicuro che è sul posteriore.
P.M.: Mi scusi, eh, signor Ciampi, vorrei che lei riflettesse un attimo.
Paolo Ciampi: Senz'altro.
P.M.: Lei dichiarò al P.M. il giorno 22 di giugno dell'82: "Io non ho visto la posizione del Mainardi e nemmeno ho provveduto ad estrarlo dal veicolo, in quanto mi sono occupato di predisporre la barella per il trasporto". Se non l'ha visto, le viene fatta proprio questa domanda, come fa a distanza di, esattamente, quindici anni a sapere che, invece, la posizione. . . se al momento non la sapeva perché non l'aveva vista.
Paolo Ciampi: Va be', al momento, insomma, mi sembra che siano passati diversi anni da questo...
P.M.: Sì.
Paolo Ciampi: Molto probabilmente al momento avrò pensato quello, senza dubbio.
P.M.: Come, avrà pensato?
Paolo Ciampi: Se l'ho dichiarato.
P.M.: E allora perché oggi dice... se all'epoca ha detto : "Io non ho visto la posizione del Mainardi e nemmeno ho provveduto a estrarlo dal veicolo..." E dice invece: 'era sul sedile di dietro'.
Paolo Ciampi: Va be', allora le posso dire questo, che essendo fuori dalla macchina, adesso mi ricordo, mi hanno passato le persone e ho visto che erano sul di dietro.
P.M.: Le hanno passato che cosa, mi scusi?
Paolo Ciampi: Queste persone.
P.M.: Le hanno passato le persone, cosa vuol dire? 
(voce fuori microfono)
P.M.: I co... Sì, no, volevo che lo dicesse lui.
Paolo Ciampi: Dalla macchina. Cioè, eravamo un'ambulanza, io credo siamo andati lì per questo, non credo...
P.M.: Sì, no, ma io volevo capire come mai all'epoca, a domanda specifica, le viene chiesto la posizione della ragazza e la dice, la posizione del ragazzo dice: "Io non ho visto la posizione del Mainardi...". E oggi è così sicuro. Capisce...
Paolo Ciampi: Certo.
P.M.: ... io... poi sarà un altro argomento, però volevo capire come mai, all'epoca, non dà questa risposta e oggi la dà così sicuro.
Paolo Ciampi: Allora, posso dire senz'altro, dopo tutti questi anni, qualcosa che mi sfugge ci sarà non solo questo, anche altre cose, senza dubbio.
P.M.: No, ma capisce, le sfuggiva allora e ora se la ricorda, è questo che voglio dire. Oggi si ricorda la posizione, ventiquattro ore dopo non se la ricordava. Anzi, non è che non se la ricordava, dice: "Io non ho visto la posizione del Mainardi...". Vuol vedere un attimo se è il verbale che ha fatto lei?
Paolo Ciampi: Devo leggere...?
P.M.: No, no, solo se è la firma sua su quel verbale, se lo vuole rileggere il verbale.
Paolo Ciampi: Senz'altro è la firma mia.
P.M.: Era lei. In un punto di questo verbale c'è scritto questa cosa… Lei ricorda a che ora interveniste?
Paolo Ciampi: Mah, mi sembra poco dopo la mezzanotte, circa.
P.M.: Lei ricevette la telefonata, era nel... non ricorda chi la ricevette?
Paolo Ciampi: No, no, mi sembra c'era una persona addetta su ai telefoni... eravamo lì nella sala.
P.M.: Senta, lei, all'epoca... l'età esatta se ci può dire che età aveva all'epoca del fatto.
Paolo Ciampi: Mah, se questo è successo nell'82, credo, mi sembra diciassette anni.
P.M.: Lei aveva fatto già molti servizi?
Paolo Ciampi: Primo servizio,
P.M.: Quella sera era il primo servizio anche per lei.
Paolo Ciampi: Primo servizio. Cioè, dopo aver fatto il corso...
P.M.: Sì, sì...
Paolo Ciampi: ... in ambulanza.
P.M.: ... no, dico, materialmente era il primo servizio.
Paolo Ciampi: Di intervento ufficiale, sì.
P.M.: C'erano dei problemi? Siccome, l'Allegranti ci ha detto che c'erano dei problemi su quelli... avevano messo la firma i genitori, chi non l'aveva messa, lei ricorda qualche circostanza di questo tipo relativa a una firma... Io onestamente non ho capito. Le riporto le parole dell'Allegranti, dice: 'c'erano dei giovani - e cita Ciappi e Martini Marco dice - 'me li ricordo di quattordici-quindici anni, c'avevano la firma dei genitori, quindi, ho dovuto fare, sostanzialmente, darmi da fare io perché loro erano... non sono potuti intervenire, insomma, erano...'
Paolo Ciampi: Non mi ricordo assolutamente se i miei hanno dovuto firmare, questo non mi ricordo.
P.M.: Non se lo ricorda. Senta una cosa, lei ricorda questa operazione di estrazione dei corpi: l'Allegranti dove era?
Paolo Ciampi: Mah, senz'altro non nella macchina, come le ripeto...
P.M.: Lui non era nella macchina.
Paolo Ciampi: No, non era nella macchina.
P.M.: Non è intervenuto nella macchina.
Paolo Ciampi: No, credo, ora non mi ricordo se è rimasto o all'ambulanza o era accanto a me, fuori dalla… macchina a aspettare, insomma, aiutare gli altri due che erano dentro.
P.M.: Non ho altre domande, grazie.
Avvocato Colao: Senta, scusi, una domanda.
Paolo Ciampi: Dica.
Avvocato Colao: Lei ha detto che le portiere erano' aperte, no?
Paolo Ciampi: No, ho detto che si sono aperte facilmente, secondo me non erano, diciamo, le sicure. Non è che abbiamo dovuto sganasciarle per aprire.
Avvocato Colao: Bene.
Paolo Ciampi: Per aprirle bene abbiamo dovuto...
Avvocato Colao: Benissimo. Una cosa ancora. I vetri di queste due portiere erano rotti o sani?
Paolo Ciampi: Di preciso non glielo so dire, secondo me, no. Non ho ricordanza che fossero rotti e c'erano i vetri dentro alla macchina, mi pare proprio di no. Comunque, con esattezza, non glielo posso...
Avvocato Colao: Prego. E macchie di sangue evidenti, lei se le ricorda?
Paolo Ciampi: No.
Avvocato Colao: Sul sedile...
Paolo Ciampi: No.
Avvocato Colao: ... lungo le fiancate...
Paolo Ciampi: No. No, perché fra l'altro c'era molto buio nella macchina. Avevamo la pila dell'ambulanza, però, insomma, non... c'era molto buio lo stesso, non si riusciva... Comunque, per me, non ho visto macchie di sangue.
Avvocato Colao: Senta, dopo che è avvenuto questo fatto. Fra di voi avete commentato per ricostruire la dinamica o no?
Paolo Ciampi: Sa, è normale, insomma, voglio dire, erano dei ragazzetti, sa, già era una cosa... e comunque, dopo, sì, direi di sì.
Avvocato Colao: E ci fu fra voi qualcuno che disse che il corpo era dietro e qualcun altro... del Mainardi, Paolo Mainardi, e qualcun altro diceva che era davanti?
Paolo Ciampi: No. Entrambi hanno sempre detto anche loro sono arrivati primi, che dentro erano dietro i corpi.
Avvocato Colao: ' Va bene, grazie. 
Paolo Ciampi: Prego. 
Avvocato Pellegrini: Sì, una domanda, sono l'avvocato Pellegrini. Solo questo. Lei adesso ha visto il verbale della deposizione che fece all'epoca, e ha reso quelle dichiarazioni che prima il Pubblico Ministero le ha letto. Fu forzato dai Carabinieri a dire in quel modo o fu spontanea la sua dichiarazione di allora?
Paolo Ciampi: Spontanea. 
Avvocato Pellegrini: Grazie.
Presidente: Altre domande?
Avvocato Filastò: Lei ha detto che quello era il primo servizio che faceva. La stessa cosa, se non sbaglio, era per Gargalini, che era il primo servizio anche per lui.
Paolo Ciampi: Sì, anche per Martini.
Avvocato Filastò: Anche per Martini.
Paolo Ciampi: Mi sembra di... No, Martini senz'altro, Gargalini non...
Avvocato Filastò: Non lo sa. Quindi, salvo Allegranti, praticamente eravate tutti al primo servizio?
Paolo Ciampi: Se anche Gargalini era... sì, io e Martini, senza dubbio, abbiamo fatto il corso insieme...
Avvocato Filastò: Eravate quattro, no, se non sbaglio.
Paolo Ciampi: Eravamo quattro sull'ambulanza, sì.
Avvocato Filastò: Di cui, certamente, lei e Martini al primo servizio.
Paolo Ciampi: Questo sicuramente.
Avvocato Filastò: E questa... lei ha detto che la costituzione di questa Croce d'Oro era avvenuta proprio poco prima.
Paolo Ciampi: Non ho capito, scusi, questa...?
Avvocato Filastò: La costituzione di questa associazione e quindi di questo servizio era di poco prima del vostro intervento?
Paolo Ciampi: Sì. Sì.
Avvocato Filastò: Di quanto tempo prima?
Paolo Ciampi: Eh, di preciso non mi ricordo, stava nascendo, eravamo i primi segnati, insomma, ecco, era ancora da metter su per bene. Mi ricordo avevamo ancora una macchina sola, mi sembra, la prima donata dal paese, o la prima o la seconda. Eravamo proprio agli inizi, comunque.
Avvocato Filastò: Ha detto "segnati" nel senso che c'era un registro che indicava quelli che erano le persone che si occupavano...
Paolo Ciampi: Non glielo so dire di preciso se questo esisteva su un registro o no, non glielo so dire.
Avvocato Filastò: Non lo sa dire. Senta, posso sapere che lavoro fa lei ora?
Paolo Ciampi: Sì. Io lavoro... sono socio di una cooperativa e lavoro... abbiamo un appalto in una caserma militare a Rifredi, il C.R ...(?) di Firenze.
Avvocato Filastò: Ho capito. Cooperativa di servizi, di che cosa?
Paolo Ciampi: Facchinaggio.
Avvocato Filastò: Benissimo. Senta lei, quando venne interrogato, in questa occasione il 22 di giugno, venne interrogato brevemente, oppure a lungo? Se si ricorda. Cerchi di rammentare...
Paolo Ciampi: Dai Carabinieri?
Avvocato Filastò: Dai Carabinieri, poi dal... Sì, dai Carabinieri. In questo caso dai Carabinieri.
Paolo Ciampi: Sì, sì. Io mi ricordo andammo in caserma.
Avvocato Filastò: Sì, sì, infatti non c'era...
Paolo Ciampi: Ma non eccessivamente tanto. No, no, non fu lunga. Almeno che mi ricordi non particolarmente lunga.
Avvocato Filastò: Fu una cosa sbrigativa?
Paolo Ciampi: Sì, sì. Diciamo, i fatti essenz... Almeno questo mi ricordo.
Avvocato Filastò: Ho capito. Comunque lei, in quella occasione, disse: "Mi avvicinai alla FIAT 127 al lato del passeggero e notai subito la ragazza seduta sul sedile posteriore,- lato passeggero, con la testa reclinata all'indietro".
Paolo Ciampi: Sì.
Avvocato Filastò: Quindi la ragazza la vide bene certamente.
Paolo Ciampi: Sì, sì.
Avvocato Filastò: E ora, ricordando...
Paolo Ciampi: Ovviamente questo è sempre in penombra.
Avvocato Filastò: Certo.
Paolo Ciampi: Non chiaramente...
Avvocato Filastò: Certo. Ma ricordandosi ade... cercando di rammentare, partendo dalla constatazione sua della || posizione della ragazza, la domanda è questa: il ragazzo era accanto alla ragazza?
Paolo Ciampi: Mah, per me sì.
Avvocato Filastò: Bene, grazie.
Presidente: Prego. Può andare, grazie. 

Nessun commento:

 
Blogger Templates