Social Icons

.

martedì 25 novembre 2014

Silvano Gargalini - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 19 dicembre 1997 - Decima parte

Segue dalla nona parte

Avvocato Colao: Senta, scusi, una domanda le vorrei fare.
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Colao: Dunque, vorrei capire meglio, perché, ad onor della verità, non ho capito. 
(voce fuori microfono) Gliela faccia pure.
Avvocato Colao: Se questo sedile anteriore, lei ha detto che il ragazzo era sul sedile posteriore.
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Colao: Ecco. Però lei ha detto anche che ha reclinato il sedile, cioè il sedile sul ragazzo.
Silvano Gargalini: Sì, per poterci arrivare, a vedere quello che era successo.
P.M.: Come fa a reclinarglielo sopra?
Avvocato Colao: No, mi scusi, non voglio polemizzare io. P.M., abbia pazienza. Voglio cercare di capire, ecco, e anche la Corte, noi dobbiamo renderci conto, ha capito? 
(voce fuori microfono) Sì sì, faccia pure.
Avvocato Colao: Delle modalità: come lei ha fatto a estrarre il ragazzo.
Silvano Gargalini: Tirandolo su, il sedile.
Avvocato Colao: Allora, mi consenta, se lei reclina lo sportello sul ragazzo...
P.M.: Il sedile.
Avvocato Colao: Eh, il sedile, sul ragazzo. Prima di tutto gli va, naturalmente, lo va a schiacciare.
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Colao: Ecco, ma e che manovra è questa?
Silvano Gargalini: No, è una manovra... Purtroppo nei momenti che...
Avvocato Colao: No, ma mi scusi, ma io...
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Colao: Cioè, lei doveva fare all'incontrario.
Silvano Gargalini: Eh, lo so. Però, essendo dalla parte...
Avvocato Colao: Doveva prendere il sedile e lo doveva portare avanti per liberare il ragazzo.
Silvano Gargalini: Ma, scusi un attimo, siccome io ero dalla parte, come ho detto, destra, sono entrato da destra.
P.M.: Come fa a lavorare a sinistra?
Silvano Gargalini: Ma aspetti, se mi fa parlare un attimino.
Avvocato Colao: Ma scusi, no, noi vogliamo che lei parli con calma.
Silvano Gargalini: Io sono salito sul sedile allora, a questo punto, a sinistra. Non arrivando a fare quello che dovevo fare, ho dovuto fare questa manovra. Poi, quando ci siamo resi conto che questa persona dava dei segni di vita, allora mi sono precipitato in terra, ho alzato il sedile e si è tirato fuori.
P.M.: ... sul sedile a sinistra? A destra...
Silvano Gargalini: Sì... 
(voce fuori microfono)
P.M.: Finora ha detto a destra. Finora ha detto...
Silvano Gargalini: Sono entrato da destra. Lei mi sta confondendo le idee, abbia pazienza, mi scusi, eh.
Presidente: No, no no.
P.M.: ... lei è entrato da destra...
Presidente: Parli con la Corte, parli con la Corte, lasci stare, non guardi in faccia le persone. Lei deve riferire l'episodio.
Silvano Gargalini: Sì sì.
Presidente: E lo riferisca, a noi lo deve riferire.
Silvano Gargalini: Sì sì.
Presidente: Perché noi dobbiamo giudicare. Ecco, riferisca come è andata.
Silvano Gargalini: Io sono entrato da destra.
Presidente: È entrato da destra.
Silvano Gargalini: E ho accertato di questa donna, che, lì per lì, non dava nessun segno di vita.
Avvocato Colao: Scusi, destra che significa? Lo sportello della... 
(voce fuori microfono)
Avvocato Colao: Lo sportello del passeggero o del guidatore? 
(voce fuori microfono)
Presidente: Aveva detto a destra da...
Avvocato Colao: No, io domando. Voglio sapere, scusate. 
(voce fuori microfono)
Avvocato Colao: Dalla parte del passeggero.
Silvano Gargalini: Da destra. Poi, come gli ho detto, sono salito su questo sedile.
Presidente: Destra secondo la macchina, secondo la direzione della macchina
Silvano Gargalini: Sempre in senso di marcia.
Presidente: Bravo.
Silvano Gargalini: Eh, perché sennò si fa confusione.
Presidente: Bene.
Silvano Gargalini: Destra, si intende il senso di marcia.
Presidente: Si capisce.
Silvano Gargalini: Non guardando una macchina come una persona. Se io guardo lei...
Presidente: Eh, ma non so se la destra sua o la destra della macchina, capito?
Silvano Gargalini: In senso di marcia.
Presidente: Noi dobbiamo capire come è entrato lei.
Silvano Gargalini: Io sono entrato, come le ripeto, da destra. Mi sono sedu... sul sedile, mi sono accertato di questa donna. Poi, questa donna non aveva nessun segno di vita, per conto mio, a questo punto. E mi sono precipitato per vedere l'altra persona, che secondo... si sentiva dei, diciamo... 
(voce fuori microfono) Rantoli.
Presidente: Faceva dei rantoli.
Silvano Gargalini: Qualche cosa del genere. E ho detto 'vediamo un po' questa persona qui'. Siccome non arrivavo - se lei guarda la macchina, lì, la leva per reclinare il sedile indietro è proprio dalla parte, diciamo, vicino al cambio.
Presidente: Sì.
Silvano Gargalini: Ho mandato giù il sedile, mi sono accertato. Dico: 'Oh, ragazzi, qui c'è questo, ancora è in vita'. Anche se poi, effettivamente, lasciamo perdere.
Presidente: Verso il sedile di dietro, lui?
Silvano Gargalini: Sì, sulla poltrona di dietro.
Presidente: Di dietro.
Silvano Gargalini: Dice: 'Sì sì, va bene, va bene, allora si tira fuori lui'. Ecco, allora sono sceso, si è tirato su il sedile e si è tirato fuori e si è portato via. Che poi noi siamo andati via. 
(voce fuori microfono)
Avvocato Filastò: E' molto semplice...
Presidente: È sceso, e da dove è rientrato? Da dove è rientrato poi? È sceso e da dove è rientrato?
Silvano Gargalini: No, rientrato. Ho tirato il sedile dalla parte sinistra, dove lui era dietro, e l'ho tirato fuori. Perché io stavo...
Presidente: E agendo dalla parte della ragazza, o della guida?
Silvano Gargalini: Sì, dalla parte della guida. Perché siccome dalla parte di là non potevo lavorare, invece di stare a fare tutto il giro...
Presidente: Sì.
Silvano Gargalini: Perché...
Presidente: C'era la ragazza, c'era la ragazza.
Silvano Gargalini: Invece di stare a far tutto il giro, di scendere e fare tutto il giro, ho passato sedile e sono andato dalla parte di là. 
(voce fuori microfono) Ecco, quindi passa all'interno della macchina.
Avvocato Colao: Quale sedile, scusi?
Presidente: Lei ha passato sedile ed è andato vicino alla ragazza e il giovane, di dietro.
Silvano Gargalini: Sì, esatto.
Presidente: E poi, cosa ha fatto? Ha rialzato il sedile.
Silvano Gargalini: Poi, quando ho visto che c'era la possibilità di poterlo portare via, una persona di poterla portare via, sono sceso, ho alzato il sedile e ho estratto la persona dalla macchina.
Presidente: Bene, okay. Bene. Prego.
Avvocato Colao: Senta, scusi, lei ha visto macchie di sangue? C'erano? Il sangue c'era?
Silvano Gargalini: Sangue ce n'era tanto, da far paura.
Avvocato Colao: E dove era il sangue?
Silvano Gargalini: Sul pianettino di dietro, dove lui aveva reclinato la testa.
Presidente: Altre domande?
P.M.: Quando crede, il P.M., Presidente. Sul sedile davanti... 
 (voce fuori microfono)
Presidente: Facciamo finire l'esame al coso, e poi si fa un'altra tornata, via.
P.M.: Decida lei, Presidente.
Presidente: Sì sì, è così, purtroppo è così, va bene?
Avvocato Filastò: Eh...
Presidente: ... avvocato Filastò.
Avvocato Filastò: Il Codice dice di far così.
P.M.: Sì, abbiamo un attimin... Non c'è problema.
Presidente: Ma alle volte non sempre si...
P.M.: Sì sì, ma non c'è nessun problema.
Avvocato Filastò: Per carità, Presidente.
Presidente: Non c'è nullità in questo, eh.
Avvocato Filastò: Ma per carità.
P.M.: No no.
Presidente: Perché, stiamo attenti, perché sennò sembra che...
Avvocato Filastò: No no, per carità. A proposito di questo sangue, signor Gargalini.
Silvano Gargalini: Sì?
Avvocato Filastò: Vide se questo ragazzo perdeva sangue?
Silvano Gargalini: Come diceva?
Avvocato Filastò: Se il ragazzo perdeva sangue.
Silvano Gargalini: Altro, se lo perdeva!
Avvocato Filastò: A schizzo?
Silvano Gargalini: A schizzo... Come si fa? Perdeva, era... praticamente, io schizzo non l'ho visto di niente. Io mi sono accertato solamente che mi sono trovato sangue fra le mani: a questo punto, ho cercato di tirarlo fuori il prima possibile, dice 'dentro l'ambulanza, guardiamo se si riesce a tamponare', eccetera.
Avvocato Filastò: Va bene. Senta, ha notato se ha cominciato a perdere sangue particolarmente in conseguenza di uno spostamento?
Silvano Gargalini: No, quello.
Avvocato Filastò: Glielo chiedo principalmente...
Silvano Gargalini: Sì sì.
Avvocato Filastò: ... perché un suo collega...
Silvano Gargalini: Sì sì.
Avvocato Filastò: ... che è intervenuto anche lui, dice: 'Aveva la testa un po' reclinata che gli chiudeva un po' la ferita; spostandolo un po', il sangue ha cominciato a sgorgare'.
Silvano Gargalini: No. L'unica cosa che ho fatto io, siccome vedevo questa fuoriuscita dalla testa, cercavo di premergli la vena giugulare qua, per cercar di fargliene uscire meno possibile.
Avvocato Filastò: Sì sì.
Silvano Gargalini: L'unica cosa che ho fatto io è stata quella, nell'atto dell'estrazione dalla macchina. Poi, sull'ambulanza, naturalmente, viene fatto il discorso...
Avvocato Filastò: "Naturalmente" nell'atto d'estrazione dalla macchina, lei non era più in grado di tenere questa ferita.
Silvano Gargalini: No. Io cercavo di tenergli la testa, e cercavo di tenergli questa vena. Mentre gli altri cercavano di tira... cioè, mi aiutavano a tirarlo fuori.
Avvocato Filastò: A tirarlo fuori.
Silvano Gargalini: Cioè la pra... Questa è la prassi.
Avvocato Filastò: Ma comunque lui continuava a perdere sangue.
Silvano Gargalini: E questa è la prassi che ci...
Avvocato Filastò: Sì, ho capito. Ma comunque lui ha continuato a perder sangue.
Silvano Gargalini: Esatto. 

Nessun commento:

 
Blogger Templates