Social Icons

.

mercoledì 26 novembre 2014

Silvano Gargalini - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 19 dicembre 1997 - Undicesima parte

Segue dalla decima parte.

Avvocato Filastò: Senta, quando voi siete arrivati con l'ambulanza.
Silvano Gargalini: Sì?
Avvocato Filastò: Ricorda se avete estratto un faro e avete illuminato la scena con questo faro?
Silvano Gargalini: Noi l'avevamo, io dico la verità, un faro nell'ambulanza. Ora, però, se l'ha fatto qualche altro mio collega, eccetera, io non me ne ricordo di questo fatto qua.
Avvocato Filastò: Comunque voi avete un faro in dotazione.
Silvano Gargalini: Sì. Tutte le ambulanze.
Avvocato Filastò: E faro estraibile e sistemabile a una certa zona per illuminare...
Silvano Gargalini: Sì, esatto. Però, come gli ripeto, sinceramente ora, se l'hanno estratto gli altri miei colleghi, eccetera, io non ricordo i particolari.
Avvocato Filastò: Rammenta se sul sedile posteriore c'era anche un golf, un indumento?
Silvano Gargalini: No, purtroppo no.
Avvocato Filastò: Senta, per ritornare a questi movimenti che lei ha fatto.
Silvano Gargalini: Sì?
Avvocato Filastò: Mi dica se ho capito bene. Lei entra dalla parte dove si trova la ragazza.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: Perché la prima persona che lei vuol constatare - segua questa ricostruzione che faccio io,...
Silvano Gargalini: Sì sì.
Avvocato Filastò: ... poi mi dice se va bene, perché vorrei che non ci fossero equivoci - lei entra dalla parte dove si trova la ragazza, perché vuole constatare prima di tutto la condizione di questa ragazza.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: Benissimo. Entra dentro. Forza lo sportello, perché, fra l'altro, questo sportello è chiuso.
Silvano Gargalini: Era chiuso, sì.
Avvocato Filastò: Sono tutti e due chiusi?
Silvano Gargalini: Sì, perché quell'altro mio collega mi fa: 'Anche questo è chiuso'.
Avvocato Filastò: 'Anche questo è chiuso'.
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Filastò: Lei forza questo sportello.
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Filastò: Dopodiché, sottolineo alla Corte, Presidente.
Presidente: Dica.
Avvocato Filastò: Questo particolare degli sportelli chiusi, con le chiavi del quadro che si trovano sulla scarpata.
Presidente: Sì sì, ma questo lo sappiamo.
Avvocato Filastò: Eh.
Presidente: Lo sappiamo, lo sappiamo.
Avvocato Filastò: Mi sembra piuttosto importante, eh.
P.M.: L'Allegranti dice: 'Non ricordo se ci fosse la sicura.
Avvocato Filastò: Sì... Lei tenta, a questo punto lei ha la ragazza sotto mano.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: Con la sua esperienza, sente se questa ragazza è vivente e si accorge che il battito cardiaco non c ' è.
Silvano Gargalini: Né polso, né battito cardiaco, né la vena qua non dava nessun...
Avvocato Filastò: Allora, a questo punto, siccome ha sentito dei rantolìi del ragazzo, pensa di ripetere la stessa operazione nei confronti del ragazzo.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: Ma siccome la spalliera del sedile è ritta...
Silvano Gargalini: E non arrivo.
Avvocato Filastò: ... e le impedisce di fare questa operazione.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: Restando nella stessa posizione con cui lei ha esaminato la ragazza, abbassa con la leva la spalliera, si sporge e tenta il polso del ragazzo.
Silvano Gargalini: Sì. Per veder se c'era veramente le stesse condizioni della ragazza, oppure no.
Avvocato Filastò: E si accorge che un battito c'è.
Silvano Gargalini: C'era qualcosa.
Avvocato Filastò: C'è qualcosa.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: Allora decide di estrarlo.
Silvano Gargalini: Di scendere.
Avvocato Filastò: Avverte gli altri, dice: 'Attenzione, perché c'è qualcuno ancora vivo'.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: Gira…
Silvano Gargalini: Non giro, io passo tramite i sedili...
Avvocato Filastò: Tramite i sedile, passa tramite i sedili dall'altra parte della macchina.
Silvano Gargalini: Alzo il sedile.
Avvocato Filastò: E viene a trovarsi quindi allo sportello sinistro.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: A questo punto, siccome il sedile anteriore sinistro - come ci ha detto un altro testimone -la infastidisce.
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Filastò: Lo sposta tutto in avanti.
Silvano Gargalini: No, lo…
Avvocato Filastò: Lo alza.in avanti. Lo ribalta in avanti contro il volante, è così?
Silvano Gargalini: Esatto, sì.
Avvocato Filastò: E comincia a estrarre il ragazzo.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Filastò: Gliel'ho descritta bene la situazione?
Silvano Gargalini: Sì, giusto.
Avvocato Filastò: Grazie. Non ho altre domande. 
Presidente: Senta, il conducente dell'autoambulanza come si chiamava?
Silvano Gargalini: Allegranti Lorenzo.
Presidente: E lui, in questa operazione, dov'era?
Silvano Gargalini: Eh, modestamente, ognuno ci s'ha la nostra... il nostro compito. Quando si arriva sull'incidente, l'autista deve scendere e preparare quello che serve, tipo lettighe o attrezzature, eccetera.
Presidente: Però, indipendentemente dal compito che voi avete, in quell'occasione 1'Allegranti cosa ha fatto?
Silvano Gargalini: Eh, non lo so; sinceramente io stavo guardando, come le ripeto, di poter entrare dentro la macchina e di vedere. Cioè, cercar di soccorrere le persone...
Presidente: Allora, chi l'ha aiutata a estrarre il corpo dalla macchina?
Silvano Gargalini: Gli altri due ragazzi che erano con noi. Poi, anche l'Allegranti, naturalmente, perché aveva tirato fuori la lettiga, ci ha aiutato anche
Presidente:  Ah, vi ha aiutato anche lui.
Silvano Gargalini: Eh, dopo sì.
Presidente: Bene. Altre domande? Avvocato C...
Avvocato Colao: Sì, Presidente.
Presidente: Avvocato...
Avvocato Colao: Scusi, senta, quando lei arrivò sul posto...
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Colao: Abbia pazienza, eh. E cercava di introdursi nella macchina, i vetri della vettura, sia dal lato destro, vale a dire quello della ra. . .
Silvano Gargalini: Sì...
Avvocato Colao: No, abbia pazienza, mi faccia finire la domanda.
Silvano Gargalini: Sì, sì.
Avvocato Colao: Sia dal lato destro, che sinistro, eh?
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Colao: Destro della ragazza e sinistro del guidatore, erano rotti, o sani?
Silvano Gargalini: Eh, purtroppo... lei mi sta chiedendo troppo. Non ho fatto il giro... Cioè...
Avvocato Colao: No, ma le spiego.
Silvano Gargalini: Anche se ho fatto il giro della macchina, non mi sono messo a guardare se i vetri eran rotti...
Avvocato Colao: No...
Silvano Gargalini: Io cercavo di entrare. E, il mezzo più veloce, per me...
Avvocato Colao: No, senta, la domanda ha un senso, scusi, eh.
Silvano Gargalini: Sì, sì.
Avvocato Colao: Se lei voleva entrare, tutti sappiamo che, se i vetri sono rotti, si manovra dall'interno e si apre lo sportello.
Silvano Gargalini: No... qui... però, si vede che in quel momento a me non mi è venuto questo istinto di fare il giro e controllare se i vetri erano rotti e o meno. La prassi più veloce è stata quella di prendere, di farmi prendere la leva a piede di porco e aprire lo sportello.
Avvocato Colao: Io vorrei...
Silvano Gargalini: Quello, purtroppo...
Avvocato Colao: Presidente, scusi. Se mi consente, a questo punto, fare osservare al teste, magari con la diapositiva, la fotografia numero 11 e poi la fotografia numero 12, da cui si evince chiaramente che i vetri anteriori della 127 erano rotti. Quindi...
Presidente: Va bene, quello lo sappiamo benissimo com'era la vettura.
Avvocato Colao: E come ha fatto a forzare... No, non ha nessun senso.
Presidente: Avvocato, questi sono commenti, avvocato...
Avvocato Colao: No, scusi io volevo dire: se lei si ricordava...
Silvano Gargalini: No, no. Io, questo...
Presidente: E me lo ricordo sì l'episodio. Ma scherziamo! Andiamo...
Avvocato Colao: ... questo particolare.
Silvano Gargalini: Io, di vetri rotti... cioè, vetri rotti, se avevo notato, c'era un vetro rotto, che era un passaqgio più veloce, purtroppo l'avrei fatto. Però, in quel momento lì...
Avvocato Filastò: (voce fuori microfono)
Avvocato Colao: No, per aprire lo sportello tirando su il pispolo. No, tirare su il pispolo, come lo ha chiamato lui. O la maniglia interna, e si apre.
Avvocato: (voce fuori microfono)
Silvano Gargalini: Io non mi ricordo i tempi che intercorrono dalla chiamata all'arrivo all'ospedale. Voi forse lo sapete più di me...
Avvocato Colao: È la manovra più semplice che uno fa.
Silvano Gargalini: Vedete voi, i tempi che ha percorso, che abbiamo percorso.
Avvocato Filastò: (voce fuori microfono)
Silvano Gargalini: E fra l'altro anche pesante.
Avvocato: (voce fuori microfono)
Avvocato Colao: A me pare più che pertinente, scusa.
Presidente: Allora, altre domande?
Avvocato: Sì, Presidente...
Avvocato Colao: Le tue, sono domande geniali e le nostre non sanno di nulla... allora...
Presidente: Avvocato Curandai?
Avvocato Curandai: Presidente, una domanda: cioè, io voglio capire bene una cosa, se lei può ricordare, eh. Cioè, chi materialmente ha estratto dalla macchina il corpo del ragazzo?
Silvano Gargalini: Primo, io e gli altri mi hanno aiutato.
Avvocato Curandai: No, "primo io", non significa niente. Cioè, lo ha estratto lei? Perché due persone... siete entrati in due, tre, guanti?
Silvano Gargalini: Dentro la macchina sono entrato io.
Avvocato Curandai: Soltanto lei. No…
Silvano Gargalini: Aspetti un attimo, se lei è pratico della prassi...
Avvocato Curandai: Sì.
Silvano Gargalini: ... cioè, io devo entrare sotto per sollevare dalla schiena la persona; e le altre persone la prendono per le gambe, per tirare fuori...
Avvocato Curandai: Sì. Sì, sì, ma risponda alle mie domande, non si preoccupi.
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Curandai: Cioè, quindi è entrato soltanto lei, in macchina.
Silvano Gargalini: Sì.
Avvocato Curandai: Il corpo lo ha estratto soltanto lei dalla macchina?
Silvano Gargalini: Gliel'ho detto già ora, che è impo...
Avvocato Curandai: Sì, o no? Sì...
Silvano Gargalini: No, è impossibile tirarlo fuori, una persona, una persona di una stazza di peso a quella maniera.
Avvocato Curandai: Bene.
Silvano Gargalini: Certamente mi hanno dato una mano anche gli altri.
Avvocato Curandai: Bene. Allora, chi, chi ha aiutato lei a estrarre il corpo... nella prima fase. Nella prima fase.
Silvano Gargalini: Gli altri due miei colleghi che...
Avvocato Curandai: Chi sono, come si chiamano?
Silvano Gargalini: Martini e... Martini Marco...
Avvocato Curandai: E... ?
Silvano Gargalini: Ciappi Paolo.
Avvocato Curandai: E Ciappi Paolo.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Curandai: Quindi, tutti e tre avete estratto il corpo dalla macchina.
Silvano Gargalini: Esatto.
Avvocato Curandai: E Allegranti quando è intervenuto?
Silvano Gargalini: Allegranti, come gli ripeto, lui si doveva preoccupare a preparare la lettiga.
Avvocato Curandai: Ecco...
Silvano Gargalini: Al momento che aveva preparato la lettiga, poi ci ha dato una mano ad adagiarlo sulla lettiga.
Avvocato Curandai: Ecco. Quindi, Allegranti non è entrato in macchina con voi, ovviamente.
Silvano Gargalini: No.
Avvocato Curandai: No. Ecco. E questo va bene, è stato chiarito.
Silvano Gargalini: Allegranti, credo che sia andato... però, questo, non... lo dico così, credo che sia andato a accertarsi anche lui se questa ragazza aveva dei segni di vita, o meno. Però, questo non posso dire...
Avvocato Curandai: La ragazza. Va bene, la ragazza...
Silvano Gargalini: Non posso dire niente di certo.
Avvocato Curandai: Va bene.
Silvano Gargalini: Perché, di solito, è...
Avvocato Curandai: ... la ragazza. Va bene.
Silvano Gargalini: Perché, di solito, è di prassi farlo.
Avvocato Curandai: Va bene.
Silvano Gargalini: Perché non una persona abbia solo...
Avvocato Curandai: Va be', la responsabilità.
Silvano Gargalini: ... la responsabilità.
Avvocato Curandai: Va be', lei risponda alle mie domande, non c'è problema. 

Nessun commento:

 
Blogger Templates