Social Icons

.

mercoledì 2 luglio 2014

Giancarlo Lotti - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 5 dicembre 1997 - Dodicesima parte

Segue dall'undicesima parte

Presidente: Agli Scopeti l'avete fatto il sopralluogo, per vedere se c'era la tenda, dov'era piazzata la tenda...
Giancarlo Lotti: Sì. 
(voci sovrapposte)
Presidente: ... se c'era via di fuga, se era possibile fare questo omicidio, non era possibile farlo. L'avete fatto questo, o no?
Giancarlo Lotti: Sì.
Presidente: Chi l'ha fatto?
Giancarlo Lotti: No, m'hanno detto di vedere se c'era la tenda o no.
Presidente: E lei è andato a vedere?
Avvocato Filastò: Chi gliel'ha detto, Lotti?
Giancarlo Lotti: Loro due.
Giancarlo Lotti: Pietro e il Vanni.
Avvocato Filastò: Tutti e due. Insieme?
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Filastò: Oppure uno dopo l'altro?
Giancarlo Lotti: No. Tutti e due.
Presidente: Quando gliel'hanno detto e quando andò lei a vedere?
Giancarlo Lotti: Preciso, quando c'andetti lì, come fo a ricordammelo.
Presidente: Di preciso... Dio bono! Ma non è che si dice il minuto, l'ora... Insomma, si parla di un giorno al delitto, un giorno prima, due giorni prima, tre giorni prima, una settimana prima, che ne so, un'ora prima...
Giancarlo Lotti: Io passavo di lì, non andavo proprio preciso.
Presidente: Come?
Giancarlo Lotti: Passavo di lì e il giorno innanzi di... di fare... guardare lì se c'era la tenda.
Presidente: Cioè il giorno prima vuole dire.
Giancarlo Lotti: Il giorno innanzi, qualche giorno...
Presidente: Il giorno innanzi andò lei a vedere. E cosa vide lei? Cosa vide?
Giancarlo Lotti: No, ma io non mi sono mica fermato, sono passato così. Sì, però un pochino la si vede la tenda, anche dalla strada, passando con la macchina.
Presidente: E poi, di questo fatto, ne ha riparlato col Vanni o col Pacciani?
Avvocato Filastò: Scusi, Presidente, abbia pazienza.
Giancarlo Lotti: L'ho riferito a loro.
Presidente: No, per completare il discorso suo.
Avvocato Filastò: Sì, no, no.
P.M.: Finiamo, finiamo.
Avvocato Filastò: Però volevo fermare un punto.
Giancarlo Lotti: L’ho riferito a loro.
Presidente: L'ha riferito a loro.
Giancarlo Lotti: E loro saranno andati a vedere più preciso quande gl'era il momento di anda' lì.
Presidente: Sarà andato. Ci sono andati, o no, che lei sappia?
Giancarlo Lotti: M'hanno detto che c'andavano, poi se c'enno andati non lo so.
Presidente: Ma non gli dissero: 'ora andiamo a vedere noi ' .
Giancarlo Lotti: Gl'avranno verificato da sé il posto.
Presidente: È così, O no?
Giancarlo Lotti: Sì, sì, è così.
Presidente: Prego avvocato, mi dica.
Avvocato Filastò: No, ora è passato. Lei ha detto...
Avvocato Filastò: No, no, scusi, no, no. Lei ha detto che passando per la strada si vedeva la tenda.
Giancarlo Lotti: Un pochina... Non tutta, ma un pochino si vede.
Avvocato Filastò: Presidente, io, siccome l'avevo già fatta l'istanza, vorrei a questo punto completarla, chiederei che venisse mostrato quell'atto, costituito dalla videocassetta, del verbale di sopralluogo, di ricognizione di luoghi del, mi pare, 11 marzo del...
P.M.: C'è la trascrizione completa, Presidente.
Avvocato Filastò: No, ma io vorrei vedere il video. Vorrei vedere il video per precisare, insieme al Lotti, qual'era la sua posizione, cosa ha visto.
P.M.: Questo... C'è già l'istanza, ma in questo momento mi sembra che forse conviene far l'esame, no?
Avvocato Filastò: Fa parte dell'esame. Vorrei far l'esame col contributo di questa videocassetta.
Presidente: Va bene. Allora bisogna prendere questa videocassetta. Dov'è? Di là.
Avvocato Filastò: Se si deve sospe...
Presidente: La vuol fare subito? La vuol vedere ora? Vuole completare l'esame o lo vuol fare dopo?
P.M.: E allora finiamo e poi facciamo...
Avvocato Filastò: No, no, vorrei farlo ora, sì. Perché ho finito in pratica.
Presidente: Va bene. 
(voci sovrapposte)
Presidente: ... a prendere la videocassetta.
Avvocato Filastò: Facciamo l'ultima domanda... queste ultime due domande e poi facciamo questa cosa.
Presidente: Bene.
Avvocato Filastò: Ecco, lei ebbe un colloquio con Pacciani nei paraggi della tenda, come ha riferito a carte 84-85 dell'incidente probatorio? Cioè a dire, un discorso che lei ebbe insieme a Pacciani, di questo tipo... che Pacciani disse: 'che cosa ti sei portato dietro a fare, perché c'era'.
Giancarlo Lotti: Ah, di Fernando?
Avvocato Filastò: Parla di Pucci. Di Pucci, sì Fernando.
Giancarlo Lotti: S'arrabbiò un po', tanto allegro unn'era a dire la verità, l'era un po' arrabbiato.
Avvocato Filastò: Ecco, la domanda è questa... Tutto questo... A proposito di Pucci, sì, bravo.
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Filastò: Volevo sapere, questo discorso, questa arrabbiatura di Pacciani, avvenne...
(voce fuori micorofono)
Avvocato Filastò: Certo, ho capito, certo che non vociava. Ma avvenne prima o dopo il taglio della tenda?
Giancarlo Lotti: No, questo quando c'hanno visto da principio andare in su, verso la tenda.
Avvocato Filastò: Quindi prima del taglio.
Giancarlo Lotti: Questo non era successo niente.
Avvocato Filastò: Non era successo niente. E a che distanza eravate dalla tenda?
Giancarlo Lotti: Come tu fai a giudicare preciso la distanza.
Avvocato Filastò: Sì, va be', lo so. Siamo alle solite...
Giancarlo Lotti: Mettiamo 10 o 12 metri.
Avvocato Filastò: 10 o 12 metri, benissimo. Senta, l'ultima domanda è questa qui...
Giancarlo Lotti: Perché se lui gl'alza la voce sentano quelli che sono nella tenda, sicché...
Avvocato Filastò: È quello che dico anch'io.
Giancarlo Lotti: Una distanza così.
Avvocato Filastò: Va bene. Vanni gli ha mai detto che Pacciani voleva far mangiare alle figliole le parti della donna?
Giancarlo Lotti: Mah, questo mi par di no. No.
Avvocato Filastò: No. Non gli faccio la contestazione, in questo momento non...
Giancarlo Lotti: Contestazione, io...
Presidente: Lotti, contestazione vuol dir questo: l'avvocato gli legge quello che ha dichiarato...
Avvocato Filastò: No, non gli leggo nulla, Presidente, perché ho un gran mal di testa, primo; secondo... e quindi non ho voglia di andare a frugare le carte. Comunque posso dire che lui l'ha dichiarato.
Presidente: No, per spiegare a lui...
Avvocato Filastò: Lui l'ha dichiarata questa cosa. Non sono in condizione di dire che giorno, che verbale, però l'ha dichiarato.
Presidente: Va bene.
Avvocato Filastò: E la contestazione è una contestazione così, generica.
Presidente: Generica, va bene.
Avvocato Filastò: Lui ha detto che questa cosa - e mi pareva anche a me - non gliel'ha mai detta al Vanni. Il Vanni faceva un sacco di boccacce su questo argomento. A questo punto, se si potesse vedere quel verbale, quell'atto.
Presidente: Va bene, ora sospendiamo cinque minuti. Si va a prendere la cassetta e la si riporta.
Avvocato Filastò: Bene, grazie.
P.M.: Bene. Grazie, Presidente. 

« DOPO LA SOSPENSIONE » 

Presidente: Allora, Antonio, un teleschermo in modo che veda la Corte... 
(voce fuori microfono)
Presidente: Non so, perché non so chi riesce... Questo lo vedono tutti. Quello lì no. Vediamo un po'?
Avvocato Filastò: Presidente, mi permette di suggerire di sistemare il Lotti in una posizione in modo che quello che vede lui si possa vedere anche noi? Quello che...
Presidente: Allora, Lotti, venga a sedere più avanti, venga.
Giancarlo Lotti: Più avanti, qui?
Presidente: Può stare anche qui. Si metta qui.
Avvocato Filastò: No, potrebbe venire qui sotto, Lotti. Se lo vede lì e io lo vedo là. Ecco, così, perfetto. Oppure un po' più al centro. Lei insomma deve essere in grado di poterlo vedere lo schermo.
Presidente: Allora, si metta lì e guardi quello schermo lì.
Giancarlo Lotti: (voce fuori microfono)
Avvocato Filastò: Ecco.
Presidente: Antonio, lo metta lì. 
(voce fuori microfono)
Presidente: Non lo so. Ora gli faccia guardare quello lì. 
(voci fuori microfono)
Presidente: No, perché loro poi non vedono quello schermo lì se ci mette lui davanti. 
Avvocato: Ma perché non lo mette sotto gli scalini...
Presidente: Lo metta lì davanti, che guardi lo schermi che è rivolto verso il pubblico. Ecco, oh.
Avvocato Filastò: Così.
Presidente: E poi noi guardiamo questo schermo qui. Bene.
P.M.: Presidente, chiedo scusa, prima di far partire il filmato, mi consenta la Corte di precisare due elementi di fatto, che servono per capire. Io ho depositato, al termine dell'esame di Lotti, esattamente tutti i verbali delle dichiarazioni rese, le trascrizioni fatte, verbali riassuntivi. Come loro potranno vedere guardano semplicemente l'indice, loro vedranno che le prime dichiarazioni rese al P.M. dal Lotti sono del giorno 11 febbraio ' 96. L'11 febbraio '96 il Lotti era assolutamente, per intendersi, nessun tipo di confessione, ammissione. C'è un confronto, sempre il giorno 11, e dopo questo confronto ci sono delle parzialissime, minime ammissioni. Siccome il P.M. è il primo che vuole capirci di più, il giorno 13, cioè 24 ore - o 48, a seconda l'orario - dopo queste prime ammissioni, con tutte le lacune che poi abbiamo saputo in quest'aula c'erano in quel momento, il P.M. la prima cosa che fa, porta Lotti sul posto per cercare di farsi spiegare. Allora dobbiamo ricordarci tutti - e io lo voglio ricordare alla Corte - che questo...
Presidente: Sopralluogo.
P.M.: ...sopralluogo è fatto in un momento in cui il Lotti si guarda bene dal voler, se dobbiamo dirla tutta, confessare qualcosa. Poi arriverà con tutti i verbali successivi. Allora ricordiamoci, perché è questo che oggettivamente dobbiamo tenere presente, che siamo in una fase in cui Lotti, solo perché nel confronto gli era stato spiegato Ghiribelli, eccetera, come dice lui: 'mi hanno costretto, mi hanno imbrogliato', eccetera. Allora, ricordiamoci che temporalmente questo sopralluogo è fatto in una fase in cui...
Presidente: Nessuna collaborazione diciamo.
P.M.: Ecco. Se confessione è, poi valuterà... era comunque un testimone. Il P.M. fece un sopralluogo filmandolo, perché si rese conto che era bene vedere cosa diceva in quel momento lì. Secondo elemento che vorrei fare presente - lo so che è superfluo, ma è bene ricordarcelo tutti - che è un sopralluogo fatto nel '95... nel '96, chiedo scusa. Quindi lo stato dei luoghi è quello del '96. Tant'è che nel corso del sopralluogo 1'interessato dirà: 'qui non era così'. Insomma fa... Io non l'ho mai rivisto, eh, ho riletto solo le trascrizioni. Allora, per vedere invece lo stato dei luoghi, abbiamo... io ho depositato ulteriormente quel fascicolo della Polizia Scientifica, da cui se, anche questo non lo ricordo, si deve controllare la strada com'era, il documento fedele fotografico, quello dell'85, è quello là. Questo sopralluogo con Lotti è fatto 11 anni dopo, quindi la macchia, alberi, o quel che è, era mutato. Io solo questo volevo dire, così, per l'intelligenza di tutti, sappiamo come stanno le cose. 
Segue...

Nessun commento:

 
Blogger Templates