Social Icons

.

giovedì 7 ottobre 2010

Italo Buiani - Deposizione del 29 giugno 1994 - Terza parte

Segue dalla seconda parte.

Avvocato Bevacqua: Grazie, senta che lavoro faceva lei prima scusi?
I.B.: Cioè quando intende? Da ragazzo o...
A.B.: Prima di essere pensionato e cercatore di asparagi.
P.M.: L'ha spiegato.
I.B.: Cercatore di asparagi è un mese.
Presidente: Ha detto, forse lei non era attento...
I.B.: Non si fa di mestiere il cercatore di asparagi avvocato!
Presidente: Faceva il magazziniere e l'autotrasportatore per conto terzi.
I.B.: Autista e magazziniere.
Presidente: Era alle dipendenze di una ditta.
I.B.: La ditta Danzas trasporti di..
A.B.: Lei ha un figlio giovane e un fratello agente di custodia?
I.B.: Esatto.
A.B.: Benissimo e quindi in casa sua è sempre stato vivo il senso della giustizia?
I.B.: Ma certo! Io ho un padre che ha fatto sette anni di guerra, quando tornò, mamma mia, se un si filava diritto!
A.B.: Benissimo. Senta una cosa, lei ricorda questo colloquio con questa signora L. M. Teresa?
I.B.: Ma certo, con la carissima amica Teresa.
A.B.: Una carissima amica, sa se questa signora L. Teresa era interessata a questioni di legge?
I.B.: Io l'ho conosciuta solo due anni fa M. Teresa anche se l'avevo intravista perchè abitava nelle vicinanze però lei da giovane, dice, voleva fare legge.
A.B.: Voleva fare il Pubblico... il giudice, cosa voleva fare?
I.B.: Si, si, insomma, voleva fare..
A.B.: Il giudice, benissimo, senta e quindi la signora si è molto interessata a questo processo vero? Tutti i giorni seguiva questo processo?
I.B.: Si a differenza, si anche alla televisione lo seguiva..
A.B.: Anche lei vero?
I.B.: No io no, pochissimo.
A.B.: Ecco, però ne ha parlato molto con questa signora?
I.B.: Io ne ho parlato, quello che gli dissi, che a sua volta avevo fatto questa testimonianza.
A.B.: Senta, lei ha conosciuto la cognata dell'avvocato Colao?
I.B.: No, io conosco
A.B.: Ma l'ha cercata...
I.B.: Io ho conosciuto l'avvocato Colao e sua figlia che me l'ha presentata, poi...
A.B.: Io non è che voglio conoscere i vostri rapporti...
I.B.: No, no, io...
Presidente: Poi ci direte che cosa c'entra tutto questo eh?
P.M.: A cosa serve...
A.B.: C'è scritto, no, vorrei capire come, no...
I.B.: Io le dico la verità, stia tranquillo anche se non fossi sotto giuramento
A.B.: L'avvocato Colao fra l'altro è un amico personale del difensore che sta parlando
Presidente: Noi stiamo a quello che dite voi eh?
A.B.: Senta però lei ha parlato con la cognata dell'avvocato Colao è vero? Per telefono...
I.B.: No, io no assolutamente.
A.B.: "Tramite l'elenco parlai con la cognata dell'avvocato Colao"
P.M.: Leggi per bene, nooo leggi sopra.
A.B.: "Tramite l'elenco del telefono parlai con..."
P.M.: E' la donna che parla, leggi sopra.
A.B.: Allora è la donna, da che parte, son tutti e due insieme, voi avete reso insieme..
P.M.: Nooo, c'è specificato nel verbale. Prima parla lei e poi parla lui.
A.B.: Ma poi parla anche lui,
P.M.: C'è scritto, viaaa, oh leggilo e poi fai le domande!
A.B.: Scusi ma ho dovuto leggere veloce
Presidente: Va bene, va bene.
A.B.: Chiedo scusa a lei
Presidente: Non è che ha dovuto, vi siete messi in condizioni di chiacchierare tra di voi invece di leggere...
A.B.: Lo sapeva di questo...??
(Sghignazzi)
Presidente: Va bene, ecco, allora, lei è stato sentito insieme a questa signora L. che ama fare i processi a casa sua, no? Questa signora L. M. Teresa
P.M.: La domanda ci sarà?
A.B.: No, c'era questa, tutti e due.
I.B.: Si vede ci ha tempo di fare, perchè io...
A.B.: Ecco, lei non ce l'ha il tempo. Va benissimo. Io faccio un'altra domanda, senta, che macchina aveva lei?
I.B.: Io ci avevo all'epoca una Uno.
A.B.: Ma non ci aveva anche una Ritmo?
I.B.: Si, io avevo avuto, nell'80 comprai la Ritmo, appunto, mi confusi un pò, però l'avevo già venduta, data indietro e avevo preso...
A.B.: Quindi lei, si confuse un pò.
I.B.: No, no un mi confondo perchè...
A.B.: Si confuse un pò, io non voglio sapere quando si confuse un pò.
I.B.: Quando uno cosa? Io la Ritmo la comprai nell'80, l'ho tenuta tre anni, poi comprai la Uno.
A.B.: Quindi lei confuse un pò questo ricordo che collocava la presenza in casa sua o comunque l'appartenenza a lei di questa Ritmo rispetto alla Uno. Quindi quando lei parlò con i signori della SAM, lei a un certo punto dice "io mi ricordo aver avuto una Ritmo" poi dice "no, non avevo la Ritmo avevo la Uno" è vero questo?
I.B.: Si, si, perchè dalla Ritmo son passato alla Uno.
A.B.: Va bene. Dalla Ritmo è passato alla Uno. E' passato a miglior vita allora, andiamo avanti.
I.B.: No, però son vivo eh?
A.B.: No si guida meglio, si guida meglio!
I.B.: Sennò deve fare gli scongiuri! Per favore!
Presidente: Porta fortuna, non abbia paura...
A.B.: Si dice così, è una fortuna che io le auguro, sempre di più. Dunque, allora, lei a un certo punto sale da Scopeti, giusto? Sale da Scopeti e si apre sulla destra una stradina, è giusto?
I.B.: Si, ora lei è venuto, perchè l'altro, ho visto che eravate su, io...
A.B.: Ah, lei mi ha anche visto?
I.B.: No, io guardi io non son venuto a fare i coso, io per ragioni mia son venuto quando eravate al bivio, son passato di lì...
A.B.: Quindi lo segue questo processo lei, molto attentamente? Giustamente.
I.B.: No, no, io abito lì avvocato.
A.B.: Certamente, la domanda mia non era questa.
I.B.: Mi dica, mi dica.
A.B.: Lei sta salendo, giusto? Con la sua macchina, sono le nove e mezzo..
I.B.: Per andare a cena, si.
A.B.: Di un venerdì, vero?
I.B.: Di quel venerdì famoso.
A.B.: Perchè lei dice a un certo punto "di un venerdì della settimana precedente", glielo spiego, "Era il venerdì della settimana precedente la scoperta dei cadaveri dei giovani francesi a Scopeti..."
P.M.: Non so se si può leggere il verbale
A.B.: Si può leggere?
P.M.: Credo di no.
Presidente: Avvocato, non si potrebbe...
A.B.: Ma non si potrebbe far nulla presidente, no, siccome lui dice qui questo, io...
I.B.: Poi gli spiego, gli rispondo io, son qui...
Presidente: Avvocato, costui sta dicendo delle cose che non conflittano con quello che sta leggendo lei...
A.B.: Era il venerdì della settimana precedente...
Presidente: Precedente alla scoperta! L'omicidio è stato scoperto di lunedì..
A.B.: Sto domandando, allora, lei sta salendo in su, giusto? E c'è questa stradina, lei l'ha vista questa stradina ora, recentemente?
I.B.: Ma certo, la vedo
A.B.: Quando siamo andati noi?
I.B.: Quella ci rimarrà sempre, penso, perchè c'è la quercia grossa e c'è questa strada che viene dal bosco.
A.B.: Ecco, questa strada parrebbe, sembrerebbe che a un certo punto è chiusa, giusto? Si ferma...
I.B.: No, no, lì non si può andare oltre, si può andare per un cinquanta metri al massimo.
A.B.: Non si può andare oltre, ho capito, ecco, questa macchina lei la vide andare a marcia avanti o a marcia indietro?
I.B.: Guardi, avvocato...
A.B.: Sto domandando, la domanda è molto chiara!
Presidente: Lei risponda anche se può sembrare una domanda che a lei sembra strana...
I.B.: Io ho fatto anche l'autista eh?
A.B.: Vabbè io sto domandando, la vide a marcia avanti o a marcia indietro?
I.B.: A marcia avanti
A.B.: A marcia avanti grazie.
Presidente (fuori microfono) Questo lo querela.
(Sghignazzi)
A.B.: E questa macchina, non si sa come è a marcia avanti, poi lo spiegheremo, va bene? Senta una cosa, lei fece anche un identikit, vero?
I.B.: Certo, non lo feci io perchè l'avrei fatto meglio senz'altro.
A.B.: Lo fecero. Ha detto che si sarebbe recato due volte, due sabati, quindi, quando c'è tempo, tanto tempo, va bene, per lei e per coloro che facevano l'identikit, si sarebbe recato per due sabati a fare questo identikit, cioè lei suggeriva, indicava a questi signori i tratti somatici della persona e questi signori descrivevano, secondo quello che lei indicava loro, questa famosa persona. Questo identikit io non so dove sia, si può avere o non si può avere?
P.M.: Certo
A.B.: C'è lì?
P.M.: Certo.
A.B.: Io non lo vedo, non ce l'ho.
P.M.: Dunque presidente qui c'è solo da decidere poi se appare opportuno alla Corte sentire questi, appunto per questo io mi limitavo a dire che c'è tutto a disposizione, si possono sentire, se non ho capito male, l'ispettore Sizzi, quello che ha fatto l'identikit o come mi sembra di capire oggi il signor Buiani, sembra addirittura ne abbia fatti due ma non era contento, io dico, perchè c'è una relazione della SAM sul punto che è stato trovato un solo identikit a quel nome, che sembra fatto su dichiarazioni del signor Buiani in quelle date lì, non è stato trovato il secondo, può darsi che non ci sia o come ci ha spiegato il teste.
Presidente: O che sia stato perduto.
P.M.: O che sia stato perduto.
Presidente: Come la relazione dello Iacovacci.
P.M.: Tutto può essere, non c'è verbale e mi sembra il signor Buiani ha già spiegato perchè, dice io mi trovai in una situazione presi e venni via, e conunque l'identikit, così come descritto, è in una relazione che io ho così come la fotografia che il signor Buiani dice aver visto successivamente su La Nazione nel quale c'era il Pacciani con le figlie che suonavano rispettivamente una la fisarmonica e una il flauto, io ho entrambi questi documenti se la Corte lo ritiene sono a loro disposizione come...
A.B.: Io chiedo che vengano acquisiti, vorrei vederli presidente!
Presidente: Avete nulla in contrario?
P.M.: Nulla in contrario, nulla in contrario.
A.B.: L'identikit lo potrei vedere?
P.M.: Certo. Per fortuna è stato il P.M. che ha chiesto di sentire questo teste, così non ci sono problemi.
A.B.: Benissimo. Benissimo.
Presidente: Quindi acquisiamolo senz'altro, serve per controllare la testimonianza, i suoi dati oggettivi, d'accordo.
P.M.: Certo, certo.
A.B.: Io dopo che ho acquisito questo identikit, la Corte, non ho altre domande al signore tranne una. Senta, lei la domenica quando è successo l'omicidio dov'era? Non ho sentito...
P.M.: E' la terza volta che lo dice...
A.B.: Lasciamolo fare
I.B.: Io già all'epoca avevo impressione, quando andai a testimoniare, che fossi io, il...
Presidente: L'imputato...
I.B.: ...l'imputato.
P.M.: E così le sembra oggi!
I.B.: Ora, ora c'è anche lei, comunque io ho già detto che la mia vita è molto lineare, vado alla messa la domenica
A.B.: Excusatio non petita, io voglio sapere domenica!
I.B.: Vado alla misericordia perlomeno... ...in quel giorno ero alla gita con la Misericordia con 54 persone.
A.B.: Seeenta, scusi..
I.B.: Siamo partiti la mattina presto e siamo rientrati la sera verso le 11.
A.B.: Da dove siete partiti?
I.B.: Ma certo, da San Casciano paese.
A.B.: San Casciano? Che strada avete fatto?
(Sghignazzi)
A.B.: Le faccio la domanda seria, che strada avete fatto.?
Presidente: Avvocato non ammetto questa domanda.
A.B.: Presidente la domanda è importante, mi scusi.
I.B.: La strada è l'autostrada che si va...
A.B.: Quindi la superstrada e poi l'autostrada
I.B.: Mah, io non so...
A.B.: Si o no?
I.B.: Non so quello che si passava, noi s'andò a Firenze
P.M.: Ha detto l'autostrada avvocato, non la superstrada! La suprestrada l'ha detto lei!
A.B.: La domanda è...
P.M.: Avvocato la superstrada l'ha detto lei.
A.B.: La domanda è precisa!
P.M.: No, la domanda era precisa e la risposta
A.B.: Se poi non lo rammenta è un altro discorso.
I.B.: Senta..
P.M.: Chiedo scusa, il teste ha risposto l'autostrada
Presidente: Signori, calma, calma, calma
A.B.: Un momento, la domanda aveva una finalità ben precisa
P.M.: Siii e la sappiamo benissimo, però...
A.B.: Eh allora se la sa lei non può bloccare questa domanda
P.M.: Però il teste ha detto che ha preso l'autostrada
I.B.: Purtroppo io...
P.M.: Lei gli ha detto la superstrada, no, ha detto l'autostrada
A.B.: Si, ma da San Casciano non si piglia l'autostrada
P.M.: Come no? Sono la stessa entrata! Lei non c'è mai stato! Ci siam passat...
A.B.: Io non vado a fare queste cose...
P.M.: Ci siam passati giovedì scorso è la stessa entrata, autostrada, superstrada...
A.B.: Si, ma volevo domandarle, da dov'è passato?
Presidente: Comunque la risposta è questa, ha detto...
I.B.: Io so che sono andato là, sono montato in pullman...
P.M.: Ohh bravo!
I.B.: Capito? Poi dove sono passati, ora... ...saranno passati per la Cassia, e uguale, saranno passati per la superstrada non glielo posso giurare, non so cosa intende per codesto, io sono andato a questa gita, basta.
A.B.: Poi, presidente, io può darsi che sia veramente ignaro e ignorante dei luoghi
Presidente: Per carità
A.B.: Ma io non credo che da San Casciano si possa entrare subito sull'autostrada...
Avvocato Fioravanti: NOoo...
Presidente: Subito no.
A.B.: E'! E'! Scusi eh!
Presidente: C'è la superstrada
A.B.: Ohoo e allora siamo andati sull'autostrada, questo signore ha detto che sono andati sull'autostrada. Basta.
Presidente: Oppure si fa la Cassia.
A.B.: Nooo non ha detto la Cassia.
Presidente: Vabè...
P.M.: Bada, bada, birbone!
A.B.: No ma che birbone!? Se no si adatta anche lui.
Presidente: Oh piuttosto signori, noi acquisiamo soltanto la foto, l'identikit con la missiva di trasmissione
P.M.: Esatto, esatto.
Presidente: Restituiamo al Pubblico Ministero le dichiarazioni del teste qui presente.
P.M.: Perfetto.
Presidente: Salvo che non siano state usate ma non mi pare poi sostanzialmente per le contestazioni.
P.M.: Nessun tipo di contestazione.

Nessun commento:

 
Blogger Templates