giovedì 26 novembre 2020

La notte non finisce mai. Viaggio intorno al mostro di Firenze

 

Autori: Andrea Ceccherini e Katiuscia Vaselli

Prima edizione: 2020, 180pp, brossurato,Caosfera

Presentazione: "Ci sono storie che non hanno un finale, cronache che non trovano pace. Quella legata al mostro di Firenze è senza dubbio una di quelle vicende, tanto che ancora oggi, dopo oltre cinquant’anni dal primo duplice omicidio, il caso è ancora aperto. Le ferite, di più. Ed è in quelle ferite, in ognuna di quelle anime lacerate dalla vita e dalla morte che questo libro affonda con ogni parola. È dentro ai luoghi, alle persone, ai ricordi e alle violenze che si scopre il Mostro. Guardando il cielo quando la luna è più spenta, quando è più buio, scopriamo che ci sono storie che ancora cercano un finale, che hanno sete di giustizia. Perché ci sono notti che non finiscono mai."

12 commenti:

Hazet ha detto...

1-ci sono storie che non hanno un finale.

2-eppure, ci sono eventi che hanno molteplici e convergenti riscontri a carico di "X"

3-e ci sono Leggi che permettono i processi indiziari.

4- ci sono Procure, Procuratori, investigatori e PM e Giudici che hanno accettato come sostanzialmente veritiere e non inficiantene la credibilità: molteplici cambi di versioni e impossibilità fisiche raccontate da un assassino reo confesso, complice e 'collaboratore di giustizia'.

5- c'è un amico del reo-confesso assassino, complice e 'collaboratore di giustizia' che pur avendo assistito ad un duplice omicidio e riconosciuto gli assassini: per oltre una decina d'anni: s'è sono comportato in maniera palesemente omertosa e complice, non denunciando nessuno; e che non è mai stato accusato di assolutamente niente
[gli accusati hanno diritto a mentire anche sotto giuramento e non possono convalidare con le loro semplici parole le dichiarazioni di un 'collaboratore di giustizia']

...e poi c'è sempre SIGNA 1968, cosa comporta e cosa ne consegue.

E c'è un "X", che nel fiore fisico dei sui anni:
- se la faceva nei pantaloni a rientare a casa propria perchè 'impaurito' che dentro casa ci potesse essere, nudo (e segaligno quale era), l'amante della moglie; e che per rientrare doveva prima correre a chiamare amici, parenti e parenti della moglie.

E sempre uno stesso "X" che appena pochissimi anni dopo quel farsela sotto nelle brache:
- veniva condannato [SENTENZA, QUI: shorturl.at/lFO38 ] per essersi presentato, armato di corda, sotto casa di uno che aveva minacciato di impiccare

Un "X", marito 'cornuto' della Barbarina Steri [*Morta]
Un "X" che le sue compagne le degradava e riempiva di minacce e botte se osavano ribellarsi al suo 'volere'.
Un "X", che conosceva biblicamente ed era stato cacciato dalle gambe della Locci [*Morta].
Un "X" che conosceva e frequentava la Meoni [*Morta].
Un "X" che fornì un alibi accertatamente falso per Signa 1968 e per il Venerdì di Scopeti
un "X" ch una recente perizia grafologa lo individua per "omografia" come l'autore della lettera (nn più) anonima del "in me la notte non finisce mai"
Un "X" indicato dal SM in prima istanza al momento in cui il suo alibi non resse più [23 agosto 1968]
U "X" che messo dietro le sbarre, i delitti 'inspiegabilmente' cassano
un "X" che... etc[al cubo]

Ci sono storie che non hanno un finale...
...se non si vuole 'leggerlo'.


Ma "X", è troppo banale;
toglie fascino al 'mistero'.
Annoia nella linearità dello sviluppo degli eventi, privandoli pure degli svirgoli di voli pindarici su cui altrimenti poter ricamare a piacimento indefinitivamente.

Al contrario:
Pacciani +/ CdM +/ Vigilanti +/ Anonimo +/ Satanisti +/ Fortetisti +/ Massoni +/ Gastroenterolgi +/ Poteri Forti +/ Farmacisti +/ mostro in Divisa +/ mostro in EX-Divisa +/ indovini, battone, alcolizzati, oligofrenici, pipistrelli di gomma, Rose Rosse, strategia della tensione, fascisti, piduisti e chi più ne ha più ne metta:
- è il top dei top dei top dei top per il cazzeggio di parte in rete.


Ma i veri mostrologhi, stoici e stakanovisti: non si arrendono davanti a così poco e impazienti aspettano le nuove piste su cui fantasticare alla bisogna:
* ha stato gli alieni [+ Pacciani]
* ha stato Putin [+ Narducci]
* ha stato l'orchestra di suonatori di nacchere di nani bulgari minorenni [+Lotti singolo o in versione CdM]
* ha stato Bossetti [+GV]
* etc

Hazet

Anonimo ha detto...

Ci sono storie che non devono finire mai altrimenti come si fa a gudagnare soldi?
Il Mostro di Firenze, più chiacchiere e libri di qualsiasi altro argomento della storia dell'uomo.
Gli scrittori e gli speculatori ringraziano.

Giovanni.

Hazet ha detto...

@Giovanni
Basterebbe che chi ha/ ha accesso ai documenti ufficiali (e non sono pochi):
si decidesse a rilasciarli pubblicamente in rete.
- TUTTI
- ed in UNA VOLTA SOLA

Così poi ognuno legge per conto proprio, analizza e trae le proprie conclusioni senza più intermediari di 'direzione'.

Si dirà: 'hey, ma le scannerizzazioni, l'uploading, etc: costano!'

Però con tutti i patiti del caso dei delitti della Cal.22 che ci sono:
- basterebbe ricorrere al crowdfunding, e le spese di fotocopie, scannerizzazioni, hosting, etc: sarebbero coperte mille volte in 5 minuti di apertura.

Ma non viene fatto.
Mi immagino che anche Tu ti sia chiesto 'perchè???'

Comunque, dai, non vederla più brutta di quello che è, e pensa che c'è toccato aspettare SOLO FINO AL 2020 perchè qualcuno si decidesse ad ammettere pubblicamente che dalla sdc del 68: NM manco col ca**o che poteva vedere la famosa lucina.

Chissà, magari nel 2040, si ricorderanno pure che esistono le foto del primo piano del pietrisco aguzzo che costitutiva quel fondo stradale e...

vabbè dai, facciamo il 2060
:)

hzt

Anonimo ha detto...

@Hazet io ho l'impressione che anche chi non fa parte delle Autorità competenti ha molto materiale che non vuole condividere, nessuno vuole mettere a disposizione niente, sono passati ormai molti anni, sarebbe ora che tutti (compresi Autorità competenti, avvocati e tutti gli altri, chiunque siano, mettano a disposizione tutta la documentazione esistente: documenti,verbali, perizie, allegati, fotografie, tutto! Basta a rendere infinita questa storia! Non è il mistero della fede o il santo graal, è il mostro di Firenze! Rendete tutto pubblico! Basta libri, chiacchiere e canali youtube.
G.

Hazet ha detto...

@Giovanni
C'è gente che [si sbatte e] mette a disposizione materiale. libri, piattaforme digitali e 'chiacchiere': sono utili e necessarie.
Il merito va riconosciuto a prescindere.

Il problema è che i materiali che escono, escono: A) secondo i filtri personali di chi li rende pubblici, B) col contagocce.

Oggi mi sembra sia uscita la ricetta dell'aerosol al Pacciani e il verbale d'escussione alla dottoressa.
Bene, good news! tutto quanto fa sempre brodo. Ma...

Ma diciamo che magari sarebbe stato un filino più interessante rilasciare l'Allegato 18 del 311-1, così da magari poter capire da dove di fuori casa 'mister X' telefonava al suo domicilio il Venerdì di Scopeti [giorno per il quale il 'Mister X' fornì un alibi falso smentito proprio dalle intercettazioni telefoniche; e giorno in cui i francesi 'smisero'(sic) di conservare li scontrini e le ricevute fiscali]


...e poi c'è anche chi (pochi giorni fa) ne rilascia senza nemmeno rendersi conto del contenuto
[NdA: il contenuto della sentenza [n°436 R.Sent / n°21164/64 R.G. - 24/02/1965] invece fa perfetto filo d'unione alla ipotesi inversa da quella sostenuta nell'articolo di pubblicazione, e che guarda caso si sposa pure assai bene col fatto che pure per Signa 1968 'Mister X' anche in quel caso fornì un alibi accertato in seguito falso]. :)

O c'è chi rilascia la lettera autografa di Tricomi allo Spezi, in cui parla di 'Maresciallo Fiore [cit - sic], e la richiesta ufficiale e protocollata di approfondimento indagini, sempre del Tricomi, su "una lettera anonima"[cit], e nel titolo dell'autografa la si indica come ammissione del Tricomi del 'Cittadino Amico'... 'cittadino' di cui nè nell'uno nè nell'altro documento vi è menzione, anzi!

I materiali piano piano escono [contando la mole di quelli prodotti in così tanti anni, ci vorranno ancora cinque o sei generazioni prima che magari quelli interessanti davvero li potremo leggere], e piano piano si ringrazia [e si deve ringraziare] per quelli.

Ciò nonostante:
è un modo e sistema decisamente 'ben differente' [e peggiorativo per risultati che può produrre, imho] rispetto ad esempio a quello usato da History Commons, o dalla Mary Ferrell Foundation, o dall'Archivio Flamigni [etc. etc.]

hzt

Anonimo ha detto...

L'allegato 18, quello delle intercettazioni telefoniche, si vuol mica far sapere che mister x telefonò molto probabilmente dalla zona degli Scopeti, si vuol mica far ammettere che mister x era il mdf, teniamoci quelli che fanno post infiniti edivisi in più parti per dire che mister x non era il mdF,
teniamoci quella poca documentazione che serve e quel buon senso che ancora esiste in pochi vedenti in un mondo di ciechi.
Teniamoci quelli dei "cambi di prospettiva", di quelli che il MdF cacciato dall'arma aveva a che fare con le auto, forse Michael Kinght con Kitt, ah no Kitt era nera quindi Michael Knight non poteva essere il MdF,
si cerca uno con la macchina rossa, stava bene con il colore dei suoi capelli, capelli rossi macchina rossa, teniamoci quelli delle impronte nel terreno,anfibi, scarponi, infradito, babbucce, teniamoci quelli che
"ma Mainardi era seduto dietro o davanti",
teniamoci quelli che per ore, giorni, mesi, anni, decenni, secoli, discutono di colature di sangue, di profilazioni geografiche, teniamoci "I mostri di Firenze", dove i mostri sono gli utenti, teniamoci gli stempiati e robusti,
teniamoci quello che nel 65 o 66 rubò una pistola in una armeria del Mugello, forse era rosso di capelli e robusto, però non era ancora stempiato perchè era giovane, teniamoci quello nato nel Mugello,
quello che aveva un forte legame col Mugello, che aveva una seconda casa nel Mugello, quello nato a Scandicci, quello che che aveva un forte legame con Scandicci, quello trasferito a Scandicci,
quello che aveva la prima casa nel Mugello e pure la seconda, quello che aveva solo la prima casa nel Mugello perchè aveva solo quella, quello che aveva la prima casa nel Mugello e una a Scandicci, quello che era nato
nel Mugello ma che si era trasferito a Scandicci, quello che avava la prima casa a Scandicci e una seconda nel Mugello, quello che aveva un forte legame con Scandicci, che aveva un forte legame con la seconda casa
a Scandicci o nel Mugello, quello che aveva un forte legame con la sua prima casa, che aveva un forte legame solo la sua seconda casa, quello che si è trasferito prima nel Mugello, poi a Scandicci, quello che non si è mai trasferito, quello che aveva un forte legame con i suoi capelli,
perchè nel frattempo si era stempiato, poi ha rubato la pistola nell'armeria, quello che non ha rubato nessuna pistola nell'armeria. Teniamoci quello che ha ucciso la prima volta a Signa, robusto, stempiato rossiccio,
teniamoci quelli che "il bambino è arrivato da solo alla casa di De Felice", teniamoci quelli che dicono che Stefano Mele non era presente ne 68, che mister x non era presente nel 68, teniamoci gli esperti,
teniamoci...Teniamoci

Unknown ha detto...

Mi domando fino a quando il titolare di questo blog continuerà a consentire alla stessa persona di scrivere scempiaggini all'infinito fingendo di dialogare con se stesso per darsi ragione.

Hazet ha detto...

"Blogger Unknown ha detto...
Mi domando fino a quando il titolare di questo blog continuerà a consentire alla stessa persona di scrivere scempiaggini all'infinito fingendo di dialogare con se stesso per darsi ragione.

6 dicembre 2020 14:16
[cit. - UNKNOWN]

Ovviamente, non ne hai azzeccata manco una.

1) "stessa persona"?: Io mi firmo Hazet. e basta. e la cosa ed anche il nick, è abbastanza ben noto.
2) "scempiaggini"?: ossia riconoscere crediti a chi rilascia documenti e notare che in assenza di db univoci e unificati: non si favorisce la comprensione se non in versione spezzatino a rischio bias?
3) "fingendo di dialogare"?: scrivo e rispondo a chiunque e cerco sempre di portare esempi concreti e fonti

Ma se lo dice a capocchia un "UNKNOWN"... ma allora, hey! sarà certamente come dice lui.


Post Scriptum:
--------------
mi sbellico sempre dalle risate a leggere simili e/o similari infantilesche eteree ìomississ'.
E siccome ridere fa buon sangue: 'grazie, UNKNOWN'


hzt

Unknown ha detto...

Ma lei chi sarebbe? Ha qualche credito come studioso del caso? La smetta di inquinare tutti gli spazi dove si parla di questa vicenda con la sua penosa ironia. Può prendere in giro qualcun altro, con me non attacca. Bye bye Raniero

Anonimo ha detto...

Signor Raniero, lasci perdere i crediti degli studiosi del caso, sono quelli come lei che parlano come fa lei, a vanvera e non sanno e non sapranno mai nulla. Lei è solo uno dei tanti esemplari della sua specie, nel mio elenco "teniamoci" lei ha l'onore e il pieno titolo di essere incluso ovviamente. Per cui : teniamoci anche quelli come lei oltre a quelli elencati sopra. Bye Bye

Unknown ha detto...

Lei invece ha capito tutto. Si tenga la sua ridicola claque. Bye bye Raniero

Hazet ha detto...

@UNKNOWN /Raniero
Quando non si accettano posizioni altrui ma contemporaneamente non si è nemmeno in grado di controbatterle con argomentazioni, spesso si ricorre ad attaccare il latore del messaggio.
Un escamotage bene noto e, con anglicismo, chiamato "kill the messenger" [o "shoot the messenger"].

PS:
-Qualche "credito"[cit] per commentare e scrivere sulla vicenda mdf... ehm, ce l'avrei pure proprio, se lei permette.
-Mi sfuggono invece quali sarebbero i Suoi di "crediti"[cit], e di che tipo, per addirittura chiedere ad altri di smettere di scrivere e di commentare in rete sul mdf.


Hzt