Social Icons

.

mercoledì 16 marzo 2016

Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 17 marzo 1998 - Terza parte

Segue dalla seconda parte.

Presidente: Benissimo. Allora, lei... un dato è certo: abbiamo i documenti alla mano.
Giancarlo Lotti: Sì...
Presidente: Che il 20 settembre ha cessato l'assicurazione con la 128 . . .
Giancarlo Lotti: Con il 124.
Presidente: ...124.
Giancarlo Lotti: Sì.
Presidente:  Questa 124, quando gliel’hanno data a lei?
Giancarlo Lotti: Quando gli era pronto l'assicurazione per prenderla. Il 20, il 20.
Presidente: Il 20.
Giancarlo Lotti: Sì.
Presidente: Il 20 settembre.
Giancarlo Lotti: Andetti a ritirare quell'altra macchina.
Presidente: Perché ha fatto un contratto del 3 luglio '85?
Giancarlo Lotti: Icché c'en...Il luglio '85 un c'entra niente.
Presidente: Come no?
Giancarlo Lotti: No.
Presidente: Ha firmato lei.
P.M.: No...
Giancarlo Lotti: Ma in dove l'ho firmato io?
P.M.: Scusi, eh, questo lei sta dicendo una cosa... Andiamo, avanti...
Giancarlo Lotti: Io unn'ho firmato.
P.M.: Lei non ha firmato niente.
Giancarlo Lotti: Io, al Bellini gli dissi... (voce fuori microfono)
Presidente: La scrittura privata ce lo dà Lotti...
Giancarlo Lotti: No, no, no...
P.M.: É il venditore che firma. Non c'è la firma dell'acquirente...
Giancarlo Lotti: Io da il Bellini a San Casciano...
Presidente: Il notaio, l'avrà autenticata il notaio.
P.M.: (voce fuori microfono)
Presidente: Sentiremo il Bellini, sentiremo il Bellini. Perfetto. Bene. Allora...
Giancarlo Lotti: Io, da il Bellini...
Presidente: Allora...
Giancarlo Lotti: ...l'ho guardata anche tempo innanzi, prima...
Presidente: Aspetti. Lei, questa macchina da chi l'acquistò, la 124?
Giancarlo Lotti: Da i' Bellini a San Casciano.
Presidente: Dal Bellini a San Casciano. E questa macchina di chi era?
Giancarlo Lotti: Era la macchina di… un lo so, se l'era tedesca, di questo che l'aveva prima. Però l'era targata Firenze.
Presidente: Eh?
Giancarlo Lotti: Firenze, l'era targata.
Presidente: Sì, va bene. Firenze; era di una tedesca o di un tedesco?
Giancarlo Lotti: Però io co' il Bellini, un ho firmato niente.
Presidente: Risponda a me.
Giancarlo Lotti: Gli dissi: lasciamela questa macchina, perché quell' altra la un va più prenderò questa.
Presidente: E la macchina, lei l'ha avuta quando? Nel settembre l'ha avuta, ha detto prima, o no?
Giancarlo Lotti: A settembre, sì.
Presidente: Dell'96. Dell'86, cioè, dell'85.
Giancarlo Lotti: No, quando rigirai l'assicurazione da quell’ altra...
Presidente: Lei ha avuto la macchina nuova e. . .
Giancarlo Lotti: Sì.
Presidente: Ecco. Ora torniamo al 128. Al 128. Questa macchina, dice lei, non andava. Andava pochino, cosa ci aveva?
Giancarlo Lotti: Sì, l'andava a quella maniera. Non era... era bell' e finita, dico la verità.
Presidente: Era bell' e finita. Ecco. E dove la lasciò questa macchina? ....
Giancarlo Lotti: La mi si fermò lì, la lasciai lì ni' cantiere, dove lavoravo io.
Presidente: Si può ricordare più o meno, e lei ci ha un punto di riferimento...
Giancarlo Lotti: Il tempo?
Presidente: 20 settembre '85.
Giancarlo Lotti: Si.
Presidente: Quanto tempo era passato da che la macchina era stata ferma lì? Prima di avere la macchina nuova.
Giancarlo Lotti: Mah, ferma. Un lo so quante l’è stata ferma... Mah, un me ne ricordo, l'è passato tant'anni, come si fa a ricordarsi di preciso quanto? Non lo so. Un mese, o più. Questo un lo posso dir preciso.
Presidente: Un mese, o più? Sono passati 10 giorni, più di 10 giorni...
Giancarlo Lotti: Mah, sarà stato un mese. Ora, di preciso, un posso ricordarmelo.
Presidente: Benissimo. Allora, la domanda ora è questa: se la macchina era ferma da un mese… era ferma da un mese? È così?
Giancarlo Lotti: Eh?
Presidente: Era ferma da un mese, questa macchina?
Giancarlo Lotti: Ma io un lo so di preciso quante l'era che l'è stata ferma.
Presidente: Ma questo…
Giancarlo Lotti: Ma dopo, dopo quande presi il 128 la stette fermai.
Presidente: Come?
Giancarlo Lotti: Anche dopo la stette ferma la macchina.
Presidente: Sì, dopo sarà stata fino a marzo, fino a aprile... Forse c'è ancora, non lo so...
Giancarlo Lotti: No, no, ora la un c'è, perché...
Presidente: Ecco, allora...
Giancarlo Lotti: ...in qui' dato tempo bisogna che tu ridia indietro le targhe.
Presidente: Voglio dire, questo mese, questo mese è il mese dal 2 0 settembre in giù.
Giancarlo Lotti: Sì.
Presidente: Indietro, è così?
Giancarlo Lotti: Sì.
Presidente: Un mese, grosso modo. Possono essere 10 giorni, 20 giorni... Insomma, è un mese, grosso modo.
Giancarlo Lotti: Quande presi il 124 l'era ferma la macchina
Presidente: Allora, allora, ora la domanda, vengo io alla domanda. L'omicidio degli Scopeti quando fu fatto?
Giancarlo Lotti: L'8, o il 9 di settembre.
Presidente: L'8 o il 9 di settembre. E la macchina ce l'aveva o non ce l'aveva?
Giancarlo Lotti: Ci avevo il 128 rosso.
Presidente: E lei ha detto che era fermo, lì, alla draga... Era fermo lì, a casa sua, perché non era disponibile. O non l'ha detto ora?
Giancarlo Lotti: Come unn'era disponibile?
Presidente: Il 20 settembre '85, il 20 settembre 85, lei dice che ha cambiato l'assicurazione dalla 128 alla 124 perché è arrivata la 124. Va bene?
Giancarlo Lotti: Sì. Che la presi...
Presidente: Aspetti. E poi che questa l28 è da un mese circa, giorno in più, giorno in meno, che stava ferma. Allora, la domanda: se è stata ferma la macchina, com'è possibile che sia stata in servizio il 9 e il 10 settembre dell'85, quando è stato commesso il delitto?
Giancarlo Lotti: O un l'ho spiegato!
Presidente: Come l'ha spiegato?
Giancarlo Lotti: Io l'avevo. L'8 settembre l'avevo la macchina.
Presidente: La macchina ce l'aveva. Però dice lei che non è funzionata, perché era ferma lì.
Giancarlo Lotti: Sì, ma un l'ho mica detto che l'è stata un mese ferma... prima di' delitto. Questo no.
Presidente: O non l'ha detto ora?
Giancarlo Lotti: No.
P.M.: (voce fuori microfono)
Presidente: Allora mi dica un po'. Allora mi faccia capire. Allora mi faccia capire. Si spieghi meglio, mi faccia capire. Mi dica, mi faccia capire.
Giancarlo Lotti: La macchina l'era ferma... l'era ferma, ma mica un mese di settembre l'era ferma. Io, quande presi il 124, l'era ferma, ma mica un mese. Prima che...
Presidente: Lei ha detto... E quanto è stata ferma, allora? Lo ha detto lei un mese, mica l'ho detto io, scusi, eh.
Avvocato Filastò: Lo ha detto diverse volte.
Presidente: Eh. Allora, cosa vuol dire lei? Cosa vuol dire? Lei non l'ha usata più per un mese. Vuol dire ferma, per un mese, vuol dire...
Giancarlo Lotti: Ma ferma..
Presidente: Non l'ha usata più per un mese.
Giancarlo Lotti: No.
Presidente: No. E allora, come...
Giancarlo Lotti: Io, fino a i' 20, ho adoprato il 128.
Presidente: Come?
Giancarlo Lotti: Io, il 128, l’ho adoprato.
P.M.: Fino al 20.
Presidente: Lo ha adoperato.
Giancarlo Lotti: Sì.
Presidente: E come lo adoprava lei?
Giancarlo Lotti: No, l'adopravo... Gli ultimi giorni la fermai lì, ni' cantiere.
Presidente: E allora perché dice ferma per un mese?
Giancarlo Lotti: Ma dopo, quande l'è stata dopo, quande presi quell'altra.
Presidente: Ma dopo, ma dopo...
Giancarlo Lotti: Da i' 20 in là.
Presidente: ...è stata anche più di un mese, perché è stata cancellata a maggio.
Giancarlo Lotti: E icché dicevo. Io dicevo dopo, no prima.
Presidente: E non gli ho detto prima, io, all'indietro...
Giancarlo Lotti: Sì, sì...
Presidente: Allora, allora non mi sente quando, parlo.
Giancarlo Lotti: Quande presi quell'altra, un potevo mai mandare du' macchine. Ne avevo una sola assicurata.
Presidente: Senta, ora non giriamo la frittata, eh. Perché il discorso... Lei ha detto che la macchina è stata ferma per un mese, prima, il mese prima del 20 settembre.
Giancarlo Lotti: No, dopo. Dopo.
Presidente: Dopo?
Giancarlo Lotti: Sì. Ma quande presi il 128 l'era ferma. Ma mica ho detto un mese ferma lì. Io l'ho adoprata. Prima di prendere il 124, la fermai la macchina. La unn'andava più.
Segue...

Nessun commento:

 
Blogger Templates