Social Icons

.

mercoledì 8 ottobre 2014

Luciano Calonaci - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 12 dicembre 1997 - Quarta parte

Segue dalla terza parte.

Presidente: Prego, Pubblico Ministero.
P.M.: Eh, Presidente, io diverse. E la prima è questa: ' lei ricorda di essersi presentato alla polizia ed esattamente alla SAM, a quell'’epoca, che si chiamavo, che si occupavano dei fatti del "mostro", lei si presenta il 10 settembre dell'85 alle ore 11.15 circa. Cioè, esattamente un tre anni dopo i fatti.
Luciano Calonaci: Sì, sì.
P.M.: È così. Si presentò in Questura.
Luciano Calonaci: Se era registrata anche, io non me lo ricordo.
P.M.: È vero che andò in questura diverso tempo dopo i fatti?
Luciano Calonaci: Sì. Sì, sì...
P.M.: Diverso tempo dopo i fatti.
Luciano Calonaci: Sì, sì, sì.
P.M.: Senta una cosa...
Avvocato Filastò: Ma fu convocato, lei, oppure...
Luciano Calonaci: No, no. Io andai personalmente.
P.M.: Allora, senta ancora una cosa, signor Calonaci, vero? non Colonaci.
Luciano Calonaci: Calonaci.
P.M.: Signor Calonaci, come vede, lei andò alla Polizia, la Polizia prese atto di quello che diceva. E la sua relazione, per quello che disse, c'è. Io le chiedo questo: lei ha detto che questo posto dove lei vide la macchina è a 6-7 chilometri dal luogo dell'omicidio.
Luciano Calonaci: Sì.
P.M.: Io le vorrei chiedere due cose molto importanti: il giorno in cui lei la vide e l'orario. Poi le spiego perché.
Luciano Calonaci: Il giorno, il giorno?
P.M.: Sì.
Luciano Calonaci: Ah. La sera stessa che fu fatto l'omicidio, sennò unn'avrei neanche rimuginato nulla, capito?
P.M.: Ora, però lei, in questa annotazione, dice: “Nella sera precedente l'omicidio…”
Luciano Calonaci: La" scora stessa, era le nove...
P.M.: Si è spiegato male.
Luciano Calonaci: Nove e mezzo...
P.M.: Ecco. Allora lei la vide alle nove, questa macchina.
Luciano Calonaci: Nove, nove e mezzo. In quell'ora che... c'era la messa in chiesa.
P.M.: Come orario, siamo le nove, nove e mezzo. Lei disse, a quell'epoca, 21.30-22.00. Lei però disse: "Nella sera precedente l'omicidio."
Luciano Calonaci: No, la stessa sera. Questo...
P.M.: No, io le contesto che lei disse. . .
Luciano Calonaci: Sennò, le nove...
P.M.: Io non glielo so dire. È un modo in cui fu probabilmente o scritto male, o vi capiste male. Perché qui dice: "Nella sera precedente l'omicidio." Ecco, a me interessava questo: cioè, lei a 7 chilometri dal luogo dell'omicidio, alle 21.30...
Luciano Calonaci: Sette. Possono essere anche otto, eh, io un...
P.M.: Ecco, anche otto. Se ci andiamo, possono essere anche dieci.
Luciano Calonaci: Eh, ha capito.
P.M.: Questo, siamo proprio tutti da un'altra parte. Ma questo... Per carità! Chissà a Firenze quante macchina della Polizia c'erano.
Luciano Calonaci: Eh...
P.M.: Ma siccome lei si sente in dovere di raccontare questo fatto, noi vogliamo oggi vedere che pertinenza, vicina o lontana, possa avere. Io volevo capire un'altra cosa: la distanza è quella che è, bene. Siamo lontani. Volevo capire... perché, effettivamente, lo ha detto anche lei. Dice: 'mah, le macchine della Polizia con un uomo solo...' Eh? Ora, non è che lei e suo genero vi siete un attimino, così... come fate a dire che era una macchina della Polizia? Sulla base di cosa?
Luciano Calonaci: Si vede bene una macchina della Polizia. Se noi... il mi' genero addirittura mi avrebbe detto:. 'ma guarda, che quella non è una macchina della Polizia.'
P.M.: Ho capito. Suo genero come si chiama? Via, chiamiamo anche suo genero...
Luciano Calonaci: Per dire. Sennò...
P.M.: Come si chiama suo genero, via? Chiamiamolo...
Luciano Calonaci: Come?
P.M.: Come si chiama suo genero?
Luciano Calonaci: Lumachi Alfredo.
P.M.: Bene. Dove abita?
Luciano Calonaci: Lì con me.
P.M.: Sta in casa con lei.
Luciano Calonaci: Allora abitava con me, ora abita in un'altra strada.
P.M.: Va be'. Io chiedo espressamente alla Corte di sentirlo. Senta una cosa ancora: lei dice...
Presidente: Dove sta Lumachi Alfredo? Dove sta suo genero?
Luciano Calonaci: Ora...
Presidente: Attualmente.
Luciano Calonaci: A Xxxxxx. Allora abitava, in quel periodo, insieme a me. Oppure era in casa con me, un mi ricordo...
Presidente: Sì, sì. No, per sapere dov'è attualmente ora.
Luciano Calonaci: Sì, sì, gl'è a Xxxxxx.
P.M.: Lei dice, scusi, e lo dice anche alla Polizia all'epoca, dice: "Della Polizia Stradale". Ora, mi fa capire come può pensare che sia addirittura della Stradale? Sulla base...
Luciano Calonaci: Ma codesto...
P.M.: Scusi, mi lasci... Siccome, chi ha una certa esperienza, per vedere una macchina della Polizia, grossomodo ci si può riuscire. C'è scritto, c'è un lampo blu, perché se c'è, scritto Polizia c'è il lampo sopra. Comunque lei dice: 'non l'ho visto', e noi ne prendiamo atto. Dice: 'ho capito che era la Polizia.' Mi fa capire da cosa ha visto...
Luciano Calonaci: No, no, no...
P.M.: ... che era della Stradale?
Luciano Calonaci: ... guardi, se l'ho detto, ma pure avanti quando si iniziò il discorso, non l'ho detto codesto. Ho detto: 'una macchina della Polizia, ma non so che Polizia. Se Stradale, se...', chiù... una macchina...
Presidente: Lei, prima, ha usato la parola...
P.M.: No, no, anche quando lei si presentò il 10 settembre, dice: "Presumibilmente della Polizia Stradale."
Luciano Calonaci: Mah...
P.M.: Mi fa capire, siccome lo ha ridetto oggi, sulla base di quale considerazione lei dice è della Stradale? Perché poi dice che c'era un signore dentro non in divisa con camicetta bianca a maniche corte.
Luciano Calonaci: Eh.
P.M.: Ora, capisce, tutto può essere. Ma la macchina che la Polizia del Ministero dell'Interno chiama di Istituto, cioè quelle dove c'è scritto Polizia, dentro c'è gente in divisa. Sennò non ci possono stare. E poi, un'altra cosa che tutti sanno e sappiamo: soli non li mandano mai. Quindi ce lo ha già detto lei, sono in due.
Luciano Calonaci: Comunque... ecco...
P.M.: Ora, io non vorrei che questa sua, a parte il fatto che era a 7-8 chilometri, e quindi noi siamo qui solo per accertare che lei... la rilevanza è un'altra cosa. Che lei ci dica impressioni o verità, insomma, non c'è mica nulla di male, se lei ha avuto l'impressione che fosse della Polizia. Ma, capisce, cioè uno...
Luciano Calonaci: No, l'impressione...
P.M.:
Luciano Calonaci: .. . Quella era una macchina della Polizia. Poi,di che Polizia, non lo so.
P.M.: Mi dice sulla base di cosa?
Luciano Calonaci: Come? Una macchina verniciata si vede, eh.
P.M.: Verni... non poteva essere una macchina verniciata...
Luciano Calonaci: Allora, se l'avevan fatta uguale a quella iella Poli zia, l'era una macchina uguale.
P.M.: Mi spiega... Mi spiega com'è verniciata, su. Mi faccia...
Luciano Calonaci: Se era una macchina...
P.M.: Mi spieghi, lei ha detto verniciata.
Luciano Calonaci: ... fatta come quella della Polizia, era una macchina fatta come quella della Polizia.
P.M.: Allora vediamo che tipo di macchina è, facciamo così, signor Calonaci.
Luciano Calonaci: No, codesto io non lo so. Né se fosse stata un'Alfa Romeo, una FIAT... Come fo a andare a vederlo, io...
P.M.: Eh, scusi...
Luciano Calonaci: Perché dovevo vederlo?
P.M.: Oh signor Calonaci...
Luciano Calonaci: Perché le cose... Le cose mi son venute...
P.M.: Signor Calonaci, mi stia a sentire.
Luciano Calonaci: ... in mente dopo, ma non prima...
Presidente: Signor Calonaci...
P.M.: Era davanti a casa sua...
Presidente: Stia a ascoltare, eh, stia ad ascoltare.
P.M.: Era davanti a casa sua. E ora non mi sa dir nemmeno...
Presidente: Andava piano, andava piano...
Luciano Calonaci: Ma vede...
P.M.: ... che macchina era...
Luciano Calonaci: Se io avessi saputo che dopo... avrei guardato la macchina, avrei guardato la targa, avrei guardato tante cose. Ma io, in qui' momento per me era una macchina della Polizia che passava con una persona.
P.M.: Oh, vede? Sta dicendo la verità.
Luciano Calonaci: Io non guardavo tante cose.
P.M.: Dice: 'per me...', dice: 'per me...'
Luciano Calonaci: Perché non le potevo guardare.
P.M.: 'Per me, era una macchina della Polizia.' Io le chiedo e le ripeto...
Luciano Calonaci: No, per me. Era una macchina della Polizia Questo, indiscutibile.
P.M.: Sono pienamente convinto che lei sia. . .
Luciano Calonaci: Sarà stata dei Vigili... ma no, dei Vigili no, perché c'è scritto "Vigili Urbani"... Io, era della polizia Stradale, o era...
P.M.: Saranno stati i Carabinieri, saranno stati i Carabinieri.
Luciano Calonaci: No, Carabinieri gl'hanno la macchina blu.
P.M.: Ecco. E invece la Polizia... lei, di che colore era questa macchina?
Luciano Calonaci: Del colore della macchina della polizia.
P.M.: Sì.
Luciano Calonaci: Ora, non so...
P.M.: Le dispiace dirmi a me, secondo lei, qual è il colore della macchina della Polizia?
Luciano Calonaci: Eh, celeste chiaro, celeste scuro... com'è...
P.M.: Benissimo.
Luciano Calonaci: Ora... ora vu mettete in dubbio una cosa che... io un capisco...
P.M.: No, lo capisco io.
Presidente: Senta, era una macchina...
Luciano Calonaci: ... l'insistenza. Mai come, un son mica cieco, lo vedo. Io un son. mica daltonico, eh.
Presidente: Bene.
Luciano Calonaci: Poi, vu lo domandate a i' mi' genero. Per Dio! Ma un capisco neanche la cosa. Ma come, uno un conosce la macchina della Polizia? Un lo so io.
P.M.: Io le ho chiesto
Luciano Calonaci: Se uno dice che l'è una macchina rossa, è una macchina rossa.
Presidente: Scusi, scusi...
Luciano Calonaci: La un può essere celeste.
Presidente: Scusi, scusi, signor Calonaci. Come non conosce la macchina lei, tant'è vero che lei parla anche di macchina di Vigili Urbani...
Luciano Calonaci: Ho detto, se fosse stata una macchina dei Carabinieri, avrei detto: 'è una macchina dei Carabinieri.'
P.M.: Quindi...
Presidente: È lei che introduce questi argomenti, non è che lo diciamo noi.
Luciano Calonaci: No, ma mette in dubbio, perché dice: si sbagli, che sia... Un lo vedo.
P.M.: No, io le chiedo qua...
Luciano Calonaci: Un capisco perché poi.
P.M.: Non riesco a capire qual è l'elemento che le fa dire macchina della polizia. Lei ha letto una scritta "Polizia"?
Luciano Calonaci: No, io non ho neanche letto "Polizia".
P.M.: Oh vede...
Luciano Calonaci: Ma quella era una macchina della Polizia.
P.M.: Sì, ma...
Luciano Calonaci: Vada tranquillo.
P.M.: Le macchine celesti del colore della Polizia, ce ne sono tante, eh.
Luciano Calonaci: E va bene, allora mettiamo che la un sia stata. Dire che la un sia stata. Per me l'è uguale.
P.M.: No...
Luciano Calonaci: Io dico quello che ho visto. Poi basta. Eh.
P.M.: Mettiamo...
Luciano Calonaci: Un potete mica tirar fuori una cosa che... ma poi, vede, se io sapevo di questo, l'avrei... stia tranquillo, avevo preso anche il numero di targa. Eh.
P.M.: Ma lei sapeva. . .
Luciano Calonaci: Ma lì, innocentemente, vedo questa macchina...
P.M.: Io le chiedo, vide una scritta da qualche parte, o solo dal colore dedusse che era della polizia?
Luciano Calonaci: Da i' colore, perché io vidi una macchina della Polizia, la vidi davanti, che veniva avanti.
P.M.: Oh, quando lei la vide...
Luciano Calonaci: Sicché, quando mi passò da accanto...
P.M.: ... l'ha vista dal davanti.
Luciano Calonaci: Dal davanti. Tanto è vero, tant'è vero, a i' mi' genero gli dissi: 'ma guarda, un poliziotto solo...
P.M.: Un poliziotto solo...
Luciano Calonaci: Un poliziotto solo...
P.M.: Scusi, aveva il capello questo poliziotto?
Luciano Calonaci: No, no, non era un poliziotto. Gliel'ho detto, aveva la camicetta bianca.
P.M.: Però poteva essere una macchina celeste del colore della Polizia e un signore vestito di bianco che lei ha...
Luciano Calonaci: Ammettiamo, ammettiamo anche codesto. Per me, cosa devo dire io? Io, io non feci l'accertamento. Eh. Come fo a dirlo? Può essere anche quello.
P.M.: Lei dice: la vide dal davanti, cioè vide i fari?
Luciano Calonaci: I fari...
P.M.: Erano accesi.
Luciano Calonaci: Erano accesi, erano.
P.M.: Cioè, illuminò lei, aveva i fari...
Luciano Calonaci: No, non illuminava nulla, perché c'era 1'illuminazione...
P.M.: No, mi scusi, aveva... lei la vide dal davanti e mentre veniva verso casa sua aveva i fari verso di lei.
Luciano Calonaci: Sì. Sì, sì. Ma si vedeva bene, Unn'è che abbagliasse...
P.M.: No, no, no. Ho capito. Senta una cosa: e con suo genero cosa diceste? Subito questo fatto qui, o fu suo genero a dirle...
Luciano Calonaci: No, no, subito, appena... appena notai questa cosa. Che io lo guardavo e veniva piano piano. E dissi: 'ma guarda... hai visto un poliziotto, una macchina della Polizia con una persona sola'.
P.M.: Senta, ma era una macchina grande, o una macchina piccola?
Luciano Calonaci: L'aveva il davanti e il di dietro, eh, quattro sportelli. 
Segue...

Nessun commento:

 
Blogger Templates