Social Icons

.

martedì 22 aprile 2014

Giancarlo Lotti - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 28 novembre 1997 - Nona parte

Segue dall'ottava parte.

Presidente: A chi toccava? Prego Lotti. Venga, venga. Sta meglio?
Giancarlo Lotti: Sì, insomma... Ma...
Presidente: E va be', piano, piano, eh. Se...
Giancarlo Lotti: Piano piano e si guarderà se...
Presidente: Eh, se piano piano si va in fondo, eh? Chi è che... Avvocato Pellegrini?
Avvocato Pellegrini: Sissignore.
Presidente: Bene.
Avvocato Pellegrini: Avvocato Pellegrini, parte civile. Signor Lotti, io la tratterrò poco. Lei è già stato sottoposto a un fuoco di fila di domande, altre ce ne saranno. Io le faccio soltanto due o tre domande. Lei ha sentito usare da altri, in qualche occasione che ci dovrebbe rammentare lei, quest'espressione: "scema, imbecille, ninfomane”?
Giancarlo Lotti: Ma è una donna?
Avvocato Pellegrini: Sì, riferita a una donna. Una frase del genere gliel'ha detta qualcuno, tanti anni fa? Ormai naturalmente: prima del delitto di Vicchio.
Giancarlo Lotti: Sì, questo discorso... sì.
Avvocato Pellegrini: Eh?
Giancarlo Lotti: L'ho sentito, sì.
Avvocato Pellegrini: Se lo ricorda?
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Pellegrini: Si ricorda chi...
Giancarlo Lotti: Imbecille... come ho capito...
Avvocato Pellegrini: "Imbecille, scema, ninfomane".
Giancarlo Lotti: Sì...
Avvocato Pellegrini: Ecco, lei sa anche che cosa vuol dire ninfomane? Ha dato una spiegazione giusta, eh.
Giancarlo Lotti: Vorrebbe dire... di molti uomini, non so come spiegarlo io.
Avvocato Pellegrini: Ecco, che gli piace troppo gli uomini, eh? Qualcosa del genere.
Giancarlo Lotti: Come mi è...
Avvocato Pellegrini: Senta, questa espressione da chi l'ha sentita dire?
Giancarlo Lotti: Ma e...
Avvocato Pellegrini: Chi l'ha usata? Una persona che probabilmente era molto arrabbiata.
Giancarlo Lotti: Da un certo Vanni.
Avvocato Pellegrini: Ecco, da un certo Vanni. Ecco, ci vuol rammentare l'occasione in cui venne fuori questo discorso? C'è stato un sopralluogo, no, fra lei e Vanni, sulla piazzola di Vicchio. Poi?
Giancarlo Lotti: Un giorno. Poi non me ne ricordo di preciso quando.
Avvocato Pellegrini: No, no, quando non importa. Prima dell'omicidio.
Giancarlo Lotti: Sì, gli è... sì, gl'è successo questo... così, come ho detto...
Presidente: Oh, ha detto che c'è stato lui e il Vanni. Lui non ha mai detto questo.
Giancarlo Lotti: Come no?
Presidente: Lo ha detto lui e Fernando.
Giancarlo Lotti: No, ma questo si riferisce a una donna, che...
Avvocato Pellegrini: No, no. Piano, piano. I sopralluoghi sulla piazzola sono tre. E, quindi, ce n'è uno tra lei e Vanni che andate a fare un sopralluogo a Vicchio.
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Pellegrini: È vero o non è vero?
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Pellegrini: Prima dell'omicidio, sto parlando. Giusto?
Giancarlo Lotti: Ma questo che m'ha detto l'è una donna che...
Avvocato Pellegrini: No, aspetti Lotti, aspetti, aspetti. Lei è andato con Vanni a vedere questa piazzola, a vedere la macchina, a vedere questi ragazzi...
Giancarlo Lotti: E c'era la macchina lì.
Avvocato Pellegrini: E c'era la Panda celeste. Giusto?
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Pellegrini: Quando i ragazzi con la loro macchina sono andati via, lei o il Vanni cosa avete fatto?
Giancarlo Lotti: I'che s'è fatto? Sono andati via, siamo andati... siamo andati su anche noi.
Avvocato Pellegrini: Ma gli siete andati dietro, o siete andati per la vostra strada?
Giancarlo Lotti: No, la strada l'è quella, per veni...
Avvocato Pellegrini: Sì. Ma li avete seguiti?
Giancarlo Lotti: Se loro sono avanti, i' che fai? Si va dietro noi.
Avvocato Pellegrini: Bene.
Giancarlo Lotti: Se la strada l'è...
Avvocato Pellegrini: Fino a dove li avete seguiti?
Giancarlo Lotti: Fino al bar.
Avvocato Pellegrini: Oh, ecco, fino al bar. Cosa è successo lì?
Giancarlo Lotti: Vanni gl'è sceso ed è andato a bere ni' bar, in questo bar qui.
Avvocato Pellegrini: Chi è sceso?
Giancarlo Lotti: Mario.
Avvocato Pellegrini: E chi era entrato prima del Vanni dentro a questo bar?
Giancarlo Lotti: Questa donna insieme a questo ragazzo.
Avvocato Pellegrini: La ragazza. Sì. Poi Vanni è uscito... lei è rimasto in macchina?
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Pellegrini: Vanni è uscito. Giusto? 
Giancarlo Lotti: È andato ni ' bar.
Avvocato Pellegrini: Prima... Sì, prima è andato nel bar, si è trattenuto qualche minuto e poi è uscito.
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Pellegrini: Ecco, la frase che io le ho rammentato nasce in questo momento.
Giancarlo Lotti: L'è la frase che gli ha detto qualcosa la donna. Su questo... su questo discorso qui.
Avvocato Pellegrini: Perché, che cosa gli ha riferito?
Giancarlo Lotti: Mah, io dentro ni' bar un c'ero.
Avvocato Pellegrini: No, cosa...
Giancarlo Lotti: Me l'ha riferito...
Avvocato Pellegrini: Cosa le ha riferito?
Giancarlo Lotti: Mi ha riferito quello che ho detto innanzi: imbecille, ninfomane... un lo so preciso come m'ha detto. Insomma, questi discorsi qui, sono.
Avvocato Pellegrini: Perché lui che cosa aveva detto a questa ragazza? Sempre secondo quello che ha raccontato lui...
Giancarlo Lotti: Ma se gl'è ni' bar un può mica fare delle scenate proprio.
Avvocato Pellegrini: No...
Giancarlo Lotti: Un credo, non lo so io.
Avvocato Pellegrini: E allora, che cosa gli aveva fatto, che discorsi gli aveva fatto...
Giancarlo Lotti: Mi aveva detto qualche discorso della donna che, insomma, ci voleva sta' insieme. Però io dentro un c'ero. Come facevo a capirlo bene?
Avvocato Pellegrini: No, sempre per riferito, per sentito dire.
Giancarlo Lotti: Sì, riferito sulla... di Vanni.
Avvocato Pellegrini: E quella ragazza che cosa avrebbe risposto? Sempre secondo quanto diceva Vanni? C'è stata o non c'è stata a questi discorsi?
Giancarlo Lotti: Gli avrò detto qualcosa che lei la se l'è presa. Gli ha detto questo qui: 'imbecille', così... lui.
Avvocato Pellegrini: L'ha mandata al gas, insomma, eh?
Giancarlo Lotti: Sì. E lui gli ha fatto questi discorsi qui. Ninfomane, un lo so, questo l'avrà detto... un lo so.
Avvocato Pellegrini: Senta. . .
Giancarlo Lotti: Lui ci ha riferito così, poi, se gl'è diverso...
Avvocato Pellegrini: Certo.
Giancarlo Lotti: ... quello che dice lui, un lo so.
Avvocato Pellegrini: Lei sa quello che gli è stato detto. E durante il tragitto, quando lei lo ha riaccompagnato verso San Casciano, lui era sempre arrabbiato, o si era calmato?
Giancarlo Lotti: No, gl'era un po' tirato, un po' nervoso di...
Avvocato Pellegrini: Un po' nervoso, eh?
Giancarlo Lotti: Su questo discorso di questa donna.
Avvocato Pellegrini: Per questo, eh? contrasto che c'era...
Giancarlo Lotti: Contrasto fra lei e lui.
Avvocato Pellegrini: Fra lei e lui. D'accordo?
Giancarlo Lotti: Sì.
Avvocato Pellegrini: Ecco. Tanto che lei le ha anche detto: 'se non ti calmi, ti fo scendere', eh?
Giancarlo Lotti: Ma se lei l'è ni' bar e un lo so se l'è a servire...
Avvocato Pellegrini: No...
Giancarlo Lotti: ... un può mica mette...
Avvocato Pellegrini: No, dico: tanto che lei, Lotti, durante il tragitto, al Vanni avrebbe detto: 'o tu ti calmi, o tu scendi'.
Giancarlo Lotti: Sì. Questo l'ho riferito...
Avvocato Pellegrini: 'Perché un riesco neanche a guidare'. Giusto?
Giancarlo Lotti: No, perché se uno traffica di molto, in macchina... Sennò piglio il nervoso anch'io e allora... A qui' punto sennò lo fo scendere e basta.
Avvocato Pellegrini: Ecco. Usava delle frasi minacciose, il Vanni, a proposito...
Giancarlo Lotti: Di quella donna?
Avvocato Pellegrini: ... della donna?
Giancarlo Lotti: Sì, gli aveva detto così: 'una stronza', così, questi discorsi come m'ha riferito.
Avvocato Pellegrini: 'Stronza' è un'offesa, non è una minaccia.
Giancarlo Lotti: Sì, lo so.
Avvocato Pellegrini: Eh, una minaccia è qualcosa di diverso. Si ricorda lei se usò anche espressioni di altro tipo? Più forti, diciamo.
Giancarlo Lotti: Mah, poi, sa... Mah... forse non me ne ricordo, non so precisar per bene.
Avvocato Pellegrini: Non disse: 'gliela farò pagare io'?
Giancarlo Lotti: Mah...
Avvocato Pellegrini: No, se se lo ricorda, eh.
Giancarlo Lotti: Mah, precisare per bene, io non posso precisare, sul...
Avvocato Pellegrini: Non lo può precisare. Va bene.
Giancarlo Lotti: Poi, sai, quando uno gl'è in macchina... io posso... o si sta zitti, o sennò... un si continua bene il viaggio.
Avvocato Pellegrini: Beh, non è che io volevo sapere le parole precise, ma se c'era un atteggiamento minaccioso da parte di Vanni. Era talmente arrabbiato da dire qualcosa di troppo.
Giancarlo Lotti: E che gli avrebbe detto un discorso così, può... Ora, il preciso, se me ne ricordo bene... Può esser così.
Avvocato Pellegrini: Qualcosa del genere. Va bene. 
Segue...

Nessun commento:

 
Blogger Templates