Social Icons

.

martedì 11 marzo 2014

Rosetta Faggi - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 08 ottobre 1997 - Seconda parte

Segue dalla prima parte.
P.M.: Signora, io avrei da farle solo delle domande sulle auto.
R.F.: Sì.
Avvocato Fenies: Al momento che ho visto, lei per nostra fortuna, comunque per chiarire la verità, ha dei buoni ricordi. Allora, volevo chiederle innanzitutto questo, signora. Lei che mestiere fa, che attività svolge?
R.F.: Sono artigiana tessile attualmente.
P.M.: Non ha mai lavorato con suo padre?
R.F.: No. Prima facevo un altro lavoro, prima di sposarmi ma...
P.M.: Ci può dire fino a che anno ha vissuto con suo padre in casa?
R.F.: Dunque, io mi sono sposata nel dicembre del 1980. E ho frequentato quotidianamente, diciamo, la casa di Calenzano fino al marzo del 1982, perché lavoravo a Calenzano.
P.M.: Quindi, fino all'82 era molto assidua, poi...
R.F.: Sì, giornalmente.
P.M.: Giornalmente.
R.F.: Si veniva a mangiare a casa.
Presidente: Senta, io vorrei tornare a queste auto e al racconto che lei ci ha fatto. Ma prima le voglio fare una domanda di questo tipo: lei le ricorda tutte le auto o qualcuna forse, più lontana nel tempo, l'ha dimenticata? Cioè, lei ci ha parlato, perché faceva comodo perché noi le chiedevamo, dall'80 in poi e ci ha parlato di una Opel, la prima auto di cui ci ha parlato. Ricorda auto precedenti?
R.F.: Io non mi ricordo la prima Opel quando fu, se fu comprata nel '78, '79. Questo non me lo ricordo. Un momento che... è stato perché lui...
P.M.: Signora, tanto abbiamo gli accertamenti al PRA.
R.F.: Ecco, benissimo.
P.M.: Poi le volevo far delle domande su quello. Però mi interessava il suo ricordo perché gli accertamenti al PRA sono completamente diversi da quello che dice lei. Però, può darsi che non siano corretti. Allora, volevo partire dal suo ricordo.
R.F.: Mah, precedenti...
P.M.: Prima di questa Opel, lei ricorda qualche macchina?
R.F.: Ci sono state delle Ford Escort...
P.M.: "Delle" nel senso più di una?
R.F.: Sì, mi sembra due.
P.M.: Benissimo. Ricorda i colori di queste Ford Escort?
R.F.: Eh, no. Questo non me lo ricordo.
P.M.: E' sicura che fossero due? 
R.F.: Non son sicura, non me lo ricordo. Mi sembra due.
P.M.: Per questo le chiedo i colori. Perché se son due, è più facile che lei ricordi.
R.F.: No.
P.M.: No. Bene. Poi ricorda qualche altra macchina, se lo ricorda eh? Siamo lontani, sono prima della Opel, no? o delle Opel.
R.F.: E' difficile. Cioè, mi ricordo un 1100...
P.M.: Una Fiat 850.
R.F.: Sì, la Fiat 850, delle prime macchine perché poi...
P.M.: Ecco, il 1100 ad esempio, viene dopo l'850?
R.F.: Penso di sì, ma non sono sicura.
P.M.: Non è sicura. 1100 era di suo padre?
R.F.: Certo.
P.M.: Allora, la domanda che le faccio io - e secondo me a questo punto è indispensabile - : ma suo padre queste auto, se le intestava tutte o erano intestate a altri, oppure non faceva le volture, oppure erano intestate alla ditta? Poi le spiego perché. Perché dal PRA di tutte le macchine che ha detto lei, ad esempio la seconda Opel non risulta. Il PRA, per il PRA, suo padre dall'81 al 1984 era senza auto. 
R.F.: Ah.
P.M.: Quindi, io le chiedo: non faceva le volture, le intestava ad altri? Ad esempio di Opel, dal PRA,  ne risulta una sola: dal 21/07/79 al 13/07/81. Quindi le chiedo: l'altra Opel per caso, se è così, era intestata a qualchedun altro?
R.F.: No, no.
P.M.: Lei però ne ricorda due.
R.F.: Io ne ricordo due.
P.M.: Bene. Ora ad esempio di questo 1100, dal PRA non risulta.
R.F.: Qui si va al 1980.
P.M.: Sì, ma io le chiedo: può darsi che...
R.F.: Prima o dopo... 
P.M.: ... come capitava in quegli anni, uno comprava la macchina e non faceva...
R.F.: No. Assolutamente. Eran tutte intestate Faggi Giovanni.
P.M.: Lei ha, sa farci capire, se lo sa, perché ovviamente come mai al PRA dall ' 11/06... dal 13/07/81 al 06/11/84 risulta non proprietario di autovetture? Io chiedo, a questo punto, di fornire alla Corte il documento relativo a tutte le auto iscritte al PRA. Poi le dico ancora una cosa, signora: per quanto riguarda la Argenta e la Peugeot, lei ad esempio, di Peugeot quante ne ricorda?
R.F.: Io ho parlato degli anni dal '79, perché purtroppo mi son dovuta documentare.
P.M.: Sì, allora al di là dei documenti, io le chiedo un attimo di rica... il documento ce l'abbiamo. Per fortuna abbiamo il PRA. Dobbiamo solo verificare se il PRA corrisponde alla realtà o se suo padre, per ragione, la più naturale possibile, tutti i trasferimenti non li faceva. Allora dobbiamo unire le due cose: il suo ricordo, che mi sembra molto puntuale, lei dice si è documentata, e questo PRA. Le ripeto: al PRA, fra l'81 e l'84, non risulta nemmeno una macchina, quindi evidentemente lui aveva quella seconda Opel Record, o quel che aveva, o intesta a altri, o...
R.F.: No, seconda, prima. Ha venduto una e ne ha comprata un'altra.
P.M.: Sì, però se l'ha comprata, l'ha comprata senza fare annotazioni al PRA, signora. Le sto dicendo che al PRA non c'è annotazione.
Presidente: Senza fare le volture al PRA.
P.M.: Senza fare le volture, capito? 
R.F.: No. Non era nel suo stile fare certe cose.
Presidente: E invece sì, invece sì.
P.M.: No, no, sarà il PRA che non funziona, Presidente. Ora...
R.F.: Ecco.
P.M.: Poi le dico: per quanto riguarda la Peugeot, lei ricorda di che colore era e che...
R.F.: La Peugeot 504 familiare?
P.M.: Sì.
R.F.: Era color crema.
P.M.: Lei ricorda altre Peugeot?
R.F.: No.
P.M.: Ecco, signora, a me risulta... 
R.F.: Il primo...
P.M.: ... che suo padre ha avuto tre Peugeot 504. Io gliele elenco da qua...
R.F.: Nel '60, nel '70.
P.M.: No, no, signora, gliele dico. Una, l'ha avuta dal 19/11/73 al 07/02/77. E c'ho la targa. Peugeot 504. Una, dal 25/11/76 al 05/04/80; e, contemporaneamente, 05/04/80, lui dal 21/07/79, aveva già anche la Opel Record. Questo è il PRA, coi limiti del PRA, eh, signori. Quindi nessuno nega che il PRA è una realtà che spesso non è corrispondente a quelle che sono le volture. Perché se le persone le fanno in momenti diversi, e è quello che io voglio dimostrare... Quindi, lui aveva ben tre Peugeot nel tempo. E, addirittura, quando aveva l'Opel Record, aveva anche la Peugeot. Poi, ancora una cosa: un'altra Peugeot l'ha avuta dal 06/11/84 all'11/0 6/89. Quindi, per il PRA, per cinque anni. Ma nel 1987, cioè il 17/03/87, quindi ben due anni prima di vendere la Peugeot, aveva già acquistato 1'Argenta. Ora capisce, signora, questi sono gli accertamenti del PRA. addirittura di un 1100 che al PRA non ricorre, allora io le chiedo: scusi, quando mi parla di questa Peugeot, io ne trovo intestate tre. Si ricorda se c'erano tre Peugeot, o ne ha vista sempre e solo una?
R.F.: Io non ricordo se negli anni '60-'70 ha avuto...
P.M.: No, signora. Scusi, eh...
R.F.: Mi ricordo della Ford Escort.
P.M.: Siamo, addirittura...
Presidente: Scusi, Pubblico Ministero, posso instradare la teste. Lei ha sempre visto una Peugeot dello stesso colore? Color crema, o no?
P.M.: addirittura, una, risulta che l'ha avuta per ben quattro anni.
Presidente: No, la teste può darsi che, il tipo lo ricorda, il colore lo ricorda, però non sa se si tratta della stessa macchina, o due o tre macchine, o quattro macchine.
P.M.: Sì, ma nel frattempo c'erano anche le Opel Record insieme a questa Peugeot, dal PRA.
Presidente: No, no, parlo della Peugeot.
P.M.: Sì, io le dico
R.F.: Mio padre ha sempre avuto una macchina per volta, d'accordo?
P.M.: Io le dimostro che dal PRA non è così.
R.F.: Io, questo, fate degli accertamenti. Io so quello che ho visto.
P.M.: Signora, noi, quello che si poteva fare, lo abbiamo già fatto.
R.F.: Quello che ho visto...
P.M.: Che vuole che facciamo?
R.F.: ... è quello che tornava a casa e partiva da casa. Io, due macchine contemporaneamente, non le ho mai viste. Io ho visto sempre caricare il materiale, scaricarlo, eccetera, eccetera, su una macchina. Se negli anni '60-'70...
P.M.: No, io sto parlando dal 1977 in poi. Quindi non sono gli anni '60, signora.
R.F.: Io Io le ho detto: nell'80 con sicurezza mi ricordo di questa qui. Se...
P.M.: Però, capisce, ne ha avuta intestata una sola, di queste Opel. L'altra a chi... che lui ha materialmente avuto, ci ha parlato di una oro e di una chiara.
R.F.: Sì.
P.M.: Al PRA ce n'è una sola. Quindi, l'ha usata senza intestarsela a sé. E' quello che io voglio cercare di dimostrare, signora. Perché al PRA non c'è.
R.F.: Dai miei ricordi, mi ricordo di una cosa. Cioè, mi diceva: 'non so come mai la Polizia, io... Il controllo, come minimo, mi fermano anche due volte la settimana'. Perché lui partiva con un bel carico sulle macchine. E vedevano una persona sola. Quindi, con tutti i controlli che ha avuto, se aveva una macchina che non era sua, o... Voglio dire, penso che qualcosa sarebbe venuto fuori.
P.M.: Ma guardi, io uso normalmente una macchina che non è mia, intestata ad un'altra persona. Mi ferma la Polizia e non succede niente, signora. Non è mica vietato guidare...
R.F.: Questo...
P.M.: ... guidare l'auto di un altro.
R.F.: Questo, non gli so dare una spiegazione.
P.M.: Ecco, benissimo.
R.F.: Era molto pignolo rispetto a queste cose, non credo che...
P.M.: Io chiedo di produrre questi accertamenti del PRA, esattamente la nota allegata, la nota 05/07/96 della Squadra Mobile con i documenti relativi.
Presidente: Bene.
P.M.: Compreso il fatto che, per quello che riguarda il PRA, eh, dall'81 all'84,...
Presidente: Va bene, poi esamineremo questa documentazione.
P.M.: ... non risulta intestatario di auto. Non ho altre domande. Grazie.
Presidente: Altre domande i difensori? Può andare, signora.
P.M.: Chiedo scusa, no, chiedo scusa. Ne ho una che è questa: signora, a suo padre, in carcere, in data 9 luglio '96, è stato sequestrato un biglietto. Lo ha sequestrato la Polizia Penitenziaria. In questo biglietto c'era scritto, fra altri appunti: "Il fatto macchine, se fosse possibile, avere testimoni dalla mia parte". Poi dice: "Io, sempre avuto una sola macchina." Poi dice ancora: "La sera, sempre in garage. Dopo cena uscivo a piedi", scrive lui in questo biglietto. A contestazione, dice: "Era un biglietto che volevo dare a mia figlia." Per caso lei sa niente di questo biglietto? Lo ha visto innanzitutto?
R.F.: Io ho visto questo biglietto, sono riuscita a leggere la prima riga dove mi chiedeva il rasoio. Gliel'ho passato e ho detto... Ora non so se creerò problemi a qualcheduno, dicendo così. Ma questa è la realtà di quello che successe quel giorno. Intravedo la prima riga e vedo: "Rasoio". 'Babbo, ma il rasoio non te lo posso portare', mi si apre la porta, e si precipita dentro... dice: 'signora, ma cosa fa? Questo biglietto...' 'Per l'amor di Dio! Tenga, tenga'.
P.M.: Quindi, lei, non lo ha letto.
R.F.: Io ho fatto appena... la prima riga, come chiedeva il rasoio per farsi la barba.
P.M.: Glielo hanno sequestrato prima.
R.F.: Mi hanno sequestrato... Sicché...
P.M.: Avranno visto che vi passavate un biglietto, ! queste sono le norme del carcere.
R.F.: E' stata una frazione di secondo. Lui...
P.M.: Sono tempestivi, eh, hanno avuto degli ordini.
R.F.: No, sono... Questo, nonostante tutto quello che... Io...
Presidente: Pubblico Ministero, tanto per capire, questa ...di consegna è avvenuta in carcere?
P.M.: Sì, è un biglietto in sequestro negli atti.
Presidente: Sì, sì, ma noi dobbiamo accertare ora... 
P.M.: In carcere, sì, sì. In carcere.
Presidente: Bene.
P.M.: E c'è la nota del carcere, esattamente il verbale della relazione di servizio della Polizia Penitenziaria. Che qui, l'originale, per la verità, ce l'ho io. Effettivamente, allora...
Presidente: Ma infatti. Io non mi ricordavo di questo biglietto.
P.M.: Sì. Chiedo scusa,. Io c'ho un verbale di sequestro, poi del P.M., ma la relazione di iniziativa del carcere, ce l'ho io e la deposito. Io ho copia del biglietto, quindi evidentemente l'originale è negli atti del dibattimento.
Presidente: Sì, sì. Bene.
P.M.: Comunque, per tranquillità, io rideposito, oltre alla annotazione relativa alle auto al PRA, questo biglietto. La domanda era ancora questa: indipendentemente dal fatto del sequestro, su questo discorso dei testimoni e sul contenuto di queste testimonianze, ricordi, quello che volesse fare suo padre con quel biglietto, le ha detto qualcosa poi a voce? Che lei ritiene utile riferire?
R.F.: No. Non ho, non mi ha detto niente, perché, a quel punto lì, mi sono resa conto, dico: 'guarda, babbo, stai calmo, non dire niente a me. Quando viene gli avvocati, parla con loro. Perché sennò qui si crea dei problemi inutili...'
P.M.: Che non ci sono.
R.F.: '... che non c'è bisogno. Quindi, di tutte queste cose agli avvocati e loro sapranno quello che fare'.
P.M.: Bene.
R.F.: 'Non chiedere a me queste cose'.
P.M.: Nessun'altra domanda. Grazie. 

Nessun commento:

 
Blogger Templates