Social Icons

.

martedì 7 maggio 2013

Michele Giuttari - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 27 giugno 1997 - Settima parte

Segue dalla sesta parte.

Presidente: Bene. Vogliamo...
(voce fuori microfono)
Presidente: Cosa vogliamo vedere? La fotografia.
M.G.: La foto.
P.M.: (voce fuori microfono)
M.G.: Vediamo la foto.
P.M.: Magari, dottore, se può andare direttamente lì allo...
M.G.: Vediamo. Vedo se quella... con le lettere.
Presidente: (voce fuori microfono)
P.M.: È senza lettere ma è uguale.
M.G.: No, quella del casolare, devi prendere.
(voce fuori microfono)
M.G.: Come non ce l'abbiamo?
(voce fuori microfono)
Presidente: No, quella che fece vedere a me, ecco, quella lì, quella lì.
P.M.: (voce fuori microfono)
Presidente: È da produrre, ancora, quella foto.
P.M.: (voce fuori microfono)
Presidente: Quella da produrre, no quella, l'altra: la casa colonica.
M.G.: Eh, quella della casa colonica bisogna...
P.M.: (voce fuori microfono)
M.G.: (voce fuori microfono)
Presidente: (voce fuori microfono)
M.G.: Comunque...
P.M.: Eccola...
M.G.: Posso vedere se ho una copia io nelle mie...
Presidente: Sì.
P.M.: Eccola.
Presidente: Eccola, eccola qua. Eccola qua. Eh, ma non è neanche quella.
M.G.: Sì, la casa di Rufo è questa a destra, che si vede.
Presidente: Ah, ecco.
M.G.: E non è messa a fuoco bene.
Presidente: La "C" è la piazzola.
P.M.: Sì, la “C" è la piazzola.
M.G.: Sì, è la piazzola. Sulla destra, sul margine destro, è la casa di Rufo.
Presidente: Sì, Sì.
P.M.: (voce fuori microfono)
M.G.: Ma se mi avvicino non vedo. Qui a distanza, si vede. Dove c'è la "C" è la piazzola.
Presidente: La piazzola.
M.G.: Ecco, questa zona è proprio al margine della piazzola dove c'è quasi la curva... dove siamo fermi adesso col cursore. Un pochettino più dentro.
Presidente: In alto.
M.G.: Ecco, in quel posto là. Siamo là come... Quindi siamo verso la parte boscosa, non verso la strada. Capito?
Presidente: Sì.
M.G.: Quindi, non siamo dove era la buca...
Presidente: No, ma io volevo vedere quell'altra foto, se era meglio. Quella è più particolare, più vicina.
(voce fuori microfono)
Presidente: Eh, questa qui, questa qui. Questa qui si poteva localizzarlo.
P.M.: Vediamo se... Comunque, Presidente, la situazione è questa qui. Qui c'è la tenda; qua c'è il bosco dove è stata trovata la buca e qui c'era...
Presidente: Ma la buca...
P.M.: Bene?
Presidente: Voglio sapere dove...
M.G.: Sono 7 metri e 70, esattamente, perché sono stati misurati e c'è il fascicolo. 7 metri e 70 dal margine della piazzola.
P.M.: Nella foto...
Presidente: Nella immagine...
M.G.: Lato bosco, non lato strada.
Presidente: Si, ecco, ora questa foto qui, vediamo questa foto qui.
P.M.: Torniamo a...
Presidente: Metta un po' a fuoco. Ancora meglio.
P.M.: Eh, di meglio non si riesce.
M.G.: Guardi, all'incirca,Presidente, signor Presidente, dove c'è il primo albero, mi avvicino là...
(voci fuori microfono)
Presidente: Sì, sì.
M.G.: Posso?
Presidente: Sì, sì.
M.G.: Allora, la tenda si trovava in questo punto qua. Questo è il margine della piazzola. Giusto?
Presidente: Sì.
M.G.: Lato monte, intendiamo, no strada. All'incirca dove c'è questo primo albero, proprio qua nei pressi, sotto c'era la buca. Come si può vedere, qua sono tutti cespugli bassi, molto fitti. Il posto è qua.
Presidente: E il cadavere dove fu trovato, del giovane?
M.G.: Il cadavere del ragazzo è stato trovato... ecco, qua, da questo lato qua. Sopra i cespugli da questo lato.
Presidente: Da questo lato qui. Bene.
P.M.: (voce fuori microfono)
M.G.: Ma ho detto che dal margine destro della piazzola al posto della buca sono 7 metri e 70. Tutti i rilievi, anche metrici, sono nel fascicolo.
Presidente: Va bene. Allora, a questo punto, non abbiamo altro, vero avvocato Pepi?
Avvocato Pepi: No, no, Presidente.
Presidente: Bene, possiamo licenziare il dottor Giuttari.
P.M.: Presidente, no, chiedo scusa, chiedo scusa.
Presidente: Ah.
P.M.: Chiedo scusa.
Presidente: C'è lei?
P.M.: Sì. Due domande che mi nascono dal controesame, e in fondo sono dei chiarimenti. Volevo riprendere un secondo - sono due soltanto le domande, in realtà: una riguarda le domande fatte dall'avvocato Pepi e una di quelle del difensore di Faggi - vorrei ritornare un attimo al discorso dello spolverino, ma solo perché è rimasto a metà...
Presidente: Già, infatti.
M.G.: Per il colore.
P.M.: Bene.
M.G.: Sì, per il colore.
Presidente: Questo spolverino, è giusto.
P.M.: E soprattutto perché vorrei che il dottor Giuttari ricordasse un attimo, in tema di spolverini, se ne sono stati trovati anche…
M.G.: Sì, sì, sì.
P.M.: Ecco, e soprattutto ci sono delle foto che mettono in evidenza non solo uno spolverino, quello trovato a Vanni, ma anche quello di Faggi.
M.G.: Sì.
P.M.: E mette in evidenza le caratteristiche di entrambi e il colore. Se, magari attraverso le foto, lei è così gentile di ricordarci o di spiegarci come andarono le cose.
M.G.: Sì, sì. Il colore è scuro; e in effetti, dal verbale di interrogatorio, emergeva che era di colore scuro, non c'era un colore ben determinato. Comunque non era chiaro, era scuro. Risultava questo elemento. E questo era scuro, questo qua trovato a...
P.M.: Questo a chi è trovato?
M.G.: Questo che...
Presidente: Questo è del Vanni.
M.G.: A Vanni.
Presidente: È del Vanni sì.
M.G.: Nella perquisizione a Faggi - fatta il giorno dell'arresto, credo che sia il 1 luglio '96, 1 luglio... - comunque, la perquisizione a Faggi nella casa di campagna del Faggi, non nella casa del paese di Calenzano. Abbiamo perquisito anche la casa di campagna, la contrada Leccio se non ricordo male, comunque, ecco, nella casa di campagna, la villa di campagna, è stato trovato anche là, in una camera, nel guardaroba, è stato trovato uno spolverino di colore scuro che abbiamo sequestrato.
P.M.: Vogliamo mostrare anche quello, per cortesia? Siamo sicuri che sono due diversi, vero?
Presidente: Questi...
P.M.: Vogliamo mettere entrambe le foto, per far vedere che sono due?
M.G.: No, avvicinati.
P.M.: Sono diversi, come sono tutti questi oggetti. Il colore, interessava...
Presidente: Uno è più lungo e uno è più corto, sì.
M.G.: Pure sì, ma erano tutti e due scuri.
P.M.: Lei ricorda di che colore sono?
M.G.: Ma guardi, ho...
P.M.: Nero, grigio...
M.G.: Sul grigio, bleu scuro, ecco. Questo qua.
P.M.: Bene, grazie. Io non ho altre domande sul punto.
M.G.: Prego.
P.M.: Volevo invece, dottore, ricordare un attimo la sua memoria su alcuni accertamenti che lei ha fatto, o che comunque il suo ufficio ha fatto, sulle auto del Faggi. Se non ricordo male, lei ieri ha messo in evidenza un particolare, cioè nell'ultima deposizione, mi sembra proprio ieri. Cioè, che per quanto riguarda le auto del Faggi, attraverso il PRA, in un certo momento storico, lei aveva trovato che c'erano la proprietà sul PRA di più auto.
M.G.: Sì. Di due auto.
P.M.: Di due auto. Oggi noi...
M.G.: Per sette/otto mesi.
P.M.: Bene.
M.G.: C'è un accavallamento, sì.
P.M.: Oggi lei ci ha detto che auto GT rosse Alfa Romeo al PRA non risultano.
M.G.: Al PRA, al PRA, certo.
P.M.: Io le chiedo questo: negli accertamenti che lei ha fatto al di fuori del PRA – e mi riferisco agli accertamenti sulle agende o su annotazioni di agende - ha mai rilevato la presenza di annotazioni relative ad auto che per le caratteristiche di queste annotazioni che io vorrei lei ci illustrasse...
M.G.: Sì, sì...
P.M.: . .. sono relative ad auto che non risultano poi al PRA? La domanda è questa: lei ha avuto...
M.G.: Sì, sì, ho capito. Ho capito...
P.M.: ... il riscontro documentale della esistenza di auto in possesso del Faggi che non risultano al PRA. E se è così, attraverso quali accertamenti oggettivi.
M.G.: Sì, c'è un riscontro effettivamente documentale. Perché controllando tutte le agende del Faggi - io adesso i riferimenti precisi non li ricordo a memoria, comunque li ho riferiti in una annotazione — risultavano delle notizie sul cambio dell'olio, il chilometraggio delle macchine. "Presa macchina nuova"... ecco, erano frasi di questo genere. E a distanza di pochi mesi... Quindi c'era un chilometraggio, credo: '25 mila chilometri, cambiare olio'… E poi, a distanza di pochi mesi, fa rivedere altre parti meccaniche della macchina: ‘130 mila chilometri', o qualcosa del genere. Comunque una differenza enorme che faceva supporre che non potesse essere la macchina di cui si parlava prima a 25 mila chilometri. E quindi che dovesse avere, doveva riferirsi ad una seconda macchina che non risultava ufficialmente al PRA. Quindi, nello stesso periodo, a distanza di pochi mesi, pur risultando al PRA intestatario di una sola autovettura, c'erano nelle agende riferimenti per riparazione o cambio olio con i chilometraggi che facevano, chiaramente pensare a due autovetture distinte. Perché in una era 25, 20-25 mila chilometri; nell'altra 100 e passa. Quindi non era possibile che avesse fatto in poco tempo 100 mila chilometri. Quindi necessariamente doveva riferirsi ad un'altra macchina. Ricordo appunto questo riscontro documentale che è stato anche riferito...
P.M.: E in quella annotazione "Auto nuova", se lei ricorda, corrisponde ad una immatricolazione di un'auto nuova al PRA, o questo tipo di accertamento non lo ha fatto, non lo ricorda? Lei ci ha detto: c'è una annotazione. E a un certo punto è scritto : "Auto nuova”. A quella data corrisponde l'iscrizione di un'auto nuova...
M.G.: No, non è risultata, no.
P.M.: Non è...
M.G.: Non è risultata, sì.
P.M.: Non ho altre domande, Presidente.
Avvocato Bagattini: Signor Presidente, dovrei fare una domanda io...
Presidente: Sì.
Avvocato Bagattini: ... la cui necessità nasce dalla ulteriore risposta che ha dato il dottor Giuttari. Dottore, le risulta che i familiari del signor Faggi, all'epoca, possedessero delle autovetture ? Intestate...
M.G.: I familiari, i familiari credo di sì, sì.
Avvocato Bagattini: Ecco.
M.G.: Mi pare di sì. Comunque gli accertamenti li abbiamo fatti, quindi... La figlia, o... Insomma. . .
Avvocato Bagattini: Ecco, si ricorda di aver sentito direttamente, o tramite qualche suo collaboratore, uh’ gommaio- o meccanico di Calenzano, certo...
M.G.: No, non l'ho sentito io, questo. Non l'ho sentito.
Avvocato Bagattini: Ci riferiamo alla stessa persona, però...
M.G.: Sì.
Avvocato Bagattini: Cioè, il signor F.E.
M.G.: F., il gommista.
Avvocato Bagattini: Il gommista.
M.G.: Cioè, quello che ha l'officina vicino al cognato.
Avvocato Bagattini: Esatto.
M.G.: Sì, lo ha sentito un mio collaboratore.
Avvocato Bagattini: Ecco, perfetto. Dopo lo sentiremo, perché lo abbiamo citato anche noi. Grazie, nessun'altra domanda.
Presidente: Bene. Allora, abbiamo finito con il dottor Giuttari? Bene, sospendiamo dieci minuti e poi riprenderemo gli altri testi.

Nessun commento:

 
Blogger Templates