Social Icons

.

giovedì 9 febbraio 2012

Giovanni Autorino - Deposizione del 3 maggio 1994 - Terza parte

Segue dalla seconda parte.

Il testo che segue contiene dettagli espliciti e raccapriccianti. Se ne sconsiglia la lettura a persone sensibili ed impressionabili.

A.B.: Ecco, ora siccome là ci sono - accanto a questo cadavere - due barattoli, li ho visti ora, uno sui piedi e uno vicino alla testa…
G.A.: Più che ai piedi è vicino al bacino.
A.B.: Vicino al corpo, sulla par… ecco…
Presidente (fuori microfono): Una discarica lì…
A.B.: Ecco, si può vedere meglio? Per Cortesia. E il corpo si vede?
G.A.: Si intravede.
A.B.: Ecco, non sembra, non lo so se avete fatto delle fotografie su quei ramoscelli, per vedere se c'era stata lì una… così… qualche cosa di più di un semplice trasporto o strisciamento di questo cadavere….
G.A.: Avvocato…
A.B.: Io non vedo…
G.A.: Si, non è…
A.B.: Non è che voglia cercare il pelo nell'uovo, assolutamente!
G.A.: E io non voglio…
A.B.: No, mi sembra strano che ci siano queste due cose qua, capito?
G.A.: Non voglio trovare spiegazioni, cioè giustificazioni. Il fatto è questo, la foto - oramai si era già fatto notte - le foto forse non furono fatte in eccessiva sia per la possibilità di effettuarle proprio perché è molto ripido, eppoi… comunque avvalendoci di torce illuminanti, con il medico legale, si guardò proprio quello che lei ha ora appena detto. Per vedere se i rami presentavano… che potevano essere spezzati, potevano avere delle maculazioni di sostanze ematiche vicine…
A.B.: Ematiche.
G.A.: Mah, a mio ricordo, perché stavo vicino, ecco perché ne parlo come uno che ha visto da vicino la cosa, non si apprezzarono di questi elementi.
A.B.: Ecco, comunque siccome la posizione… io vorrei capire ma credo che tutti vogliamo capire…
G.A.: Certo.
A.B.: La posizione di questo cadavere è una posizione del tutto anomala rispetto… direi anomala perché rispetto a come uno penserebbe che dovesse essere una volta colpito là sulla chiazza… dove c'è la chiazza di sangue, no?
G.A.: Si, si, ho capito.
A.B.: Dovrebbe essere o riversa con la testa in giù o riversa comunque molto vicino, prossima a questa chiazza.
G.A.: In effetti a seguito di una colluttazione, poi diciamo decesso o presunto decesso, per chi compiva il fatto, poteva essere più facile lanciarlo di sotto che non tirarlo in quella posizione.
A.B.: Capisce, lanciarlo di sotto ci vuole una forza… dico… notevole!
G.A.: Ho capito.
A.B.: Insomma, io vorrei capire, non so se riuscirò mai a capire, come mai questo corpo ha i piedi in su…
G.A.: I piedi si, sono dovuti al fatto che lì la vegetazione, diciamo, la struttura del cespuglio è più resistente.
A.B.: Son d'accordo.
G.A.: Intanto con il peso degli arti inferiori non è gravato verso il basso…
G.A.: Certamente, siamo d'accordo, però se io spingo un corpo, sia pure inerte ormai, verso questa zona, dove ci sono cespugli, perlomeno le gambe mi si… capisce? Mi son spiegato?
G.A.: Si, si, ho capito.
A.B.: Non fanno così.
G.A.: No.
A.B.: Quindi facendo così dovrebbe vedersi un cadavere in maniera diversa, invece questo cadavere ha i piedi in su.
G.A.: Si, come se…
A.B.: Qualcuno o uno, non lo so chi, quanto, uno, due, nessuno, qualcuno ce l'ha messo in quel modo, va bene?
G.A.: Ho capito.
A.B.: Quindi è anomala rispetto…
G.A.: Sicuramente è anomala se è questa la sua domanda…
A.B.: Quindi è anomala.
G.A.: E’ anomala. Cioè sembrerebbe in effetti che qualcuno l’abbia quasi buttato così.
A.B.: Non solo ma addirittura l'abbia tirato dalle parti posteriori, cioè dalla parte…
G.A.: Ma dalle parti posteriori…
A.B.: Dai piedi.
G.A.: Si,si.
A.B.: In su.
G.A.: In su.
A.B.: In su e guardi com’è!
G.A.: E ma sa, dalla foto… dalla foto è un po’ falsata eh!
Presidente: Attenzione a fare ipotesi che qui…
A.B.: No Presidente.
Presidente: Qui ci vuole semmai il medico legale che ci descrive questo corpo…
G.A.: Benissimo, benissimo.
P.M.: C'è il professor Maurri, che è stato sul posto, è citato…
Presidente: Quindi semmai, direi, semmai…
A.B.: Se possiamo sentirli tutti e due insieme.
Presidente: L'Ispettore torna anche oggi.
A.B.: Certo.
Presidente: Perché nel caso integriamo il professor Maurri con l'Ispettore.
A.B.: Certo.
P.M.: Perfetto Presidente.
A.B.: Era questa la richiesta che io volevo formulare.
Presidente: Perché sennò qui... questo è stato preso per la collottola, per i piedi…’
A.B.: No, no ma insomma, lo vediamo tutti, mi pare…
Presidente: Certo, questi sono dati oggettivi.
A.B.: La logica delle cose mi obbliga a pensare a qualcosa di anomalo.
Presidente: Però prima di dire, senza dubbio, ci vuole il medico legale.
A.B.: Ecco e mentre il corpo, mi scusi tanto, un'ultima domanda, se lei la ricorda questa circostanza, accanto alla tenda pare che sarebbe stata trovata una chiazza di sangue…
G.A.: Si antistante l'accesso principale.
A.B.: …che i medici legali suppongono essere la chiazza relativa al punto in cui l'assassino abbia poggiato i due lembi di pelle… di pelle… una mammella e tutto il resto…
G.A.: La chiazza era di 20 cm di diametro. Tenendo conto che si tratta di tessuti spugnosi e pertanto irrorati di sangue è facile che vi sia quel tipo di estensione ematica.
A.B.: Cioè praticamente l'assassino ha cominciato a fare quello che ha fatto, poi ha tagliato, cioè ha ucciso la donna, poi ha ucciso l'uomo, o ha finito ancora la donna, s'è messo a lavorare… così… e poi pare che abbia poggiato nell'uscire… perché… ecco, la tenda, quando voi siete arrivati, era così come l'abbiamo vista noi…
G.A.: Si, come l'abbiamo vista.
A.B.: Quindi regolare…
G.A.: Cioè chiusa… cioè era montata.
A.B.: Montata regolarmente.
G.A.: Sì, montata regolarmente.
A.B.: Ecco, quanto è alta la tenda?
G.A.: La tenda è alta… ha due altezze, dal lato posteriore deve essere sui 145 cm, dalla lato ingresso principale dovrebbe essere sui 110 e larga 185.
A.B.: Avete trovato dentro la tenda delle luci, delle luci accese?
G.A.: Torce?
A.B.: Torce accese?
G.A.: No, no, no.
A.B.: Quindi era spento tutto.
G.A.: Tutto spento si.
A.B.: Non c'erano… ma avete trovato degli elementi illuminanti? Qualcosa?
G.A.: Nessun elemento illuminante.
A.B.: Non che illuminasse…
G.A.: Si, si ho capito, ho capito.
A.B.: Niente, quindi non c'era nulla che…
G.A.: No.
A.B.: Quindi questi poveretti dormivano… non avevano nulla dentro? Nn avete trovato nulla?
G.A.: Noi non l'abbiamo trovata.
A.B.: Nè torce, niente?
G.A.: No.
A.B.: Niente. Nessun altra domanda. Grazie.
A.S.: Presidente…
A.F.: Presidente…
Presidente: Avvocato Fioravanti.
A.F.: Scusa…
A.S.: Vai, vai, tranquillo.
A.B.: No fallo dire lui.
Presidente: No, no avvocato Fioravanti, forza. La parte civile doveva parlare prima, gli darò la parola dopo. Prego.
A.F.: Scusi, lei a che ora è arrivato lì sul posto?
G.A.: Io sono arrivato verso le 15:00/15:30.
A.F.: E avevano già fatto i Carabinieri i rilievi e il verbale di rinvenimento e di ispezione?
G.A.: No questa volta, proprio in rispetto del protocollo operativo che era stato diramato, l'organo che nella fattispecie erano i Carabinieri che arrivarono per primi, si preoccuparono di recintare l'area interessata aspettando il nostro successivo intervento.
A.F.: Ecco, quando ha iniziato lei a guardare nella tenda lo ha fatto insieme ai Carabinieri?
G.A.: Hanno collaborato con noi ma diciamo che come gestione proprio del sopralluogo è stato tutto nostro.
A.F.: Chi ha steso il verbale di rinvenimento e di ispezione?
G.A.: Rinvenimento e di ispezione? Cioè se lei si riferisce al verbale di sopralluogo è nostro.
A.F.: Si, io ho un verbale di rinvenimento ed ispezione con l'elenco di tutto quello che è stato trovato dentro alla tenda, dentro la macchina.
G.A.: Si, il nostro rientra, diciamo, in quello che è il verbale di sopralluogo.
A.F.: Ecco, io ritorno all'ora su due elementi. È stato trovato un portafoglio da donna.
G.A.: Si.
A.F.: È stato trovato…
G.A.: No, cioè aspetti, io ho detto che nella borsa c'erano i documenti e che forse erano contenuti in un portafoglio. Io la borsa l'ho vista e l'ho documentata per come si trovava. Cioè che era chiusa con le cerniere, aveva molte cerniere ed erano tutte chiuse. Che poi per prendere le chiavi per aprire l'autovettura, che a noi interessava per verificare all'interno, un ufficiale o alcuni ufficiali dei Carabinieri hanno prelevato la borsa dopo che noi avevamo indicato il sito e hanno prelevato dall'interno – e io stava… cioè si stava lì – è sentito che dentro c'erano i documenti, c'erano le chiavi, che c'erano dei soldi, però poi materialmente io non l'ho visto, ho visto soltanto che la portavano via la borsa.
A.F.: Quindi lei non sa quanti soldi c'erano?
G.A.: No, assolutamente. Si può dire che non l'ho neanche visti. Ne ho solo sentito.
A.F.: Ecco, tutti gli oggetti rinvenuti sono stati poi inseriti nella vostra verbalizzazione?
G.A.: Noi abbiamo fatto, e non vorrei sbagliare ma penso proprio di no, abbiamo fatto il solo verbale di sequestro dei bossoli.
A.F.: E a chi lo debbo contestare io, signor Presidente?
A.B.: Lo produrremmo.
A.F.: È, io...
A.B.: Credo che possa essere acquisito questo documento… scusi eh…
A.F.: Si, si.
A.B.: È un atto, credo, irripetibile, se non erro, no? Quindi può essere acquisito.
P.M.: Senz'altro, si può acquisire senz'altro.
Presidente: Allora…
A.B.: Lo acquisiamo.
A.F.: Si può depositare?
A.B.: Si, certo!
A.F.: Ecco, si deposita.
Presidente: Per la Corte va benissimo, non ci sono opposizioni…
P.M.: Nessuna opposizione, nel verbale della scientifica si fa riferimento a quelli, l'anello del denaro lo integriamo in quel modo.
Presidente: Benissimo.
A.F.: Difatti io volevo…
Presidente: Acquisiamolo pure. Ancora avvocato Fioravanti?
A.F.: No, nessun altra domanda.
Presidente: Avvocato Santoni Franchetti di parte civile.
A.S.: Io mi riferisco alle ultime affermazioni che il teste ha reso all’avvocato Bevacqua, cioè quando lei ha detto che la tenda è stata - inizialmente, si suppone almeno - tagliata sulla parte posteriore. Taglio dall'alto verso il basso di 40 cm. Esatto. Fu anche sparato un colpo di pistola sul retro della tenda?
G.A.: Ho detto che non ero sicuro se si trattava di colpo d'arma da fuoco o da punta, d'arma bianca, volevo dire, perché…
A.S.: Comunque abbiamo un foro che può essere…
G.A.: Si, questo si.
A.S.: Dopo lei ha detto: “Sentito questo rumore…”
G.A.: Ma è una mia ipotesi.
A.S.: Ah ecco, perché…
G.A.: Per l’amor di Dio! È una mia ipotesi.
A.S.: Vi sono dei problemi su questo punto. È uscito l’uomo, il Kraveichvili, che si è trovato di fronte l'omicida, questa non è confortata da elementi specifici?
G.A.: No, visto le domande io nel rispondere ho detto la mia ipotesi.
A.S.: Basta così, chiaro, no, no, volevo sapere se era confortata da elementi obiettivi perché è in contrasto con altri…
G.A.: No, per elementi obiettivi ci sono due bossoli che si trovano sul lato destro della tenda.
A.S.: Della tenda. Perfetto.
G.A.: Il “C” e il “D”. Ecco da dove avevo tirato fuori la mia ipotesi.
A.S.: No, no era soltanto un chiarimento. Sempre in riferimento a questa posizione, alla dinamica - forse l'avrà detto, non l'avrò sentito - le condizioni di luce… mhm… vi era la luna? Il primo quarto? O no? O era oscuro?
G.A.: Non lo so avvocato.
A.S.: Non ve lo ricordate.
G.A.: Non me lo ricordo.
A.S.: Degli altri omicidi di ricordo che c'era sempre un…
G.A.: Ma forse in qualche atto ci dovrebbe essere scritto ma che non abbiamo fatto noi.
A.S.: Non me lo ricordo. Un'ultima cosa, questa proprio non l'ho ancora capita e la sentiremo nel pomeriggio, lei ha detto che l'uomo, nella parte terminale dell'azione omicida, è stato colpito dalle famose coltellate… colpi d'arma bianca, gli unici letali… quindi è stato colpito e ha poi trascinato nella parte dove vi è del verde, mi sembra…
G.A.: Si sono 50 cm più avanti, vi è un anfratto che scende verso il basso.
A.S.: Esatto. Le volevo dire, se ho ben capito, prima di questa parte verde vi è del terriccio sabbioso…
G.A.: Ma non è proprio sabbioso è…
A.S.: Terriccio chiamiamolo.
G.A.: Terriccio si.
A.S.: Tanto per capire, così so che non è sabbioso, è terriccio. Secondo lei non c'erano tracce di trascinamento…
G.A.: Abbiamo effettuato l'ispezione accurata, non ne abbiamo trovate.
A.S.: Volevo la puntualizzazione su questo punto. La ringrazio.
G.A.: Benissimo.
Presidente: Avvocato Colao, di parte civile.
A.C.: Scusi una domanda, lei è in grado di precisare che dislivello c'era… c'è fra il piano… la tenda e l'anfratto? Dislivello.
G.A.: Diciamo che l'anfratto continuava fino in fondo ed era piuttosto lungo come scoscesi tà, soltanto che il cadavere, la testa del cadavere distava dal ciglio 150 cm all'atto del sopralluogo.
A.C.: Si, però all'incirca dovendo fare, diciamo, una misurazione a occhio, che so, fra l'anfratto e il piano della tenda, io le butto lì, ci poteva essere un metro? Due metri? Di discesa.
G.A.: Che andava più in basso?
A.C.: Si, di dislivello.
G.A.: Sicuramente era più in basso, rispetto alla tenda poteva essere penso, grosso modo dovevamo essere sempre sul 1,50/1,70 m, però…
A.C.: E allora lei ritiene che nella fuga, nello slancio naturale che una fuga comporta, quella posizione finale - a cui poi naturalmente è seguito l'accoltellamento del corpo, in cui è stato trovato - possa essere stata provocata dal dislivello, dalla fuga?
G.A.: Cioè nella caduta dice lei?
A.C.: Si. Indipendentemente da questo trascinamento…
G.A.: Avvocato, se lei… mi scusi…
A.C.: Se lei lo ritiene possibile.
G.A.: No, come giustamente ha detto il signor Presidente, se devo fare delle ipotesi le posso fare pure…
A.C.: No, no, no…
Presidente: Si ricordi che c'è la macchia di sangue.
A.C.: Come slancio, si diceva.
G.A.: Come slancio, ci sono dei cespugli, è possibile… si, se vogliamo prendere come ipotesi che uno cade… però è più facile che cada con la testa in avanti che non con la testa indietro. O a meno che non sia scivolato, però come si trovano i piedi in alto?
A.C.: D’accordo, grazie.
G.A.: Prego.
A.B.(fuori microfono) : Ohooo, finalmente qualcosa l’ho detta anch’io.
Presidente: Dunque, allora Ispettore ora risponda a me.
G.A.: Certo.
Presidente: Mi pare di capire che il ragazzo era nascosto nell'anfratto, mentre la donna era chiusa nella tenda…
G.A.: La tenda era… per esso era aperto!
Presidente: Era aperto, ma se uno fosse passato lì vicino, ma non proprio sul punto, non si sarebbe accorto, ad una prima occhiata, di quello che era successo?
G.A.: Io penso che se passa una persona discreta non va a guardare nella tenda, a meno che poi passa… dall'altra parte non aveva motivo di andare perché non sfondava da nessuna parte…
Presidente: Quindi se uno lo vedeva da una certa distanza, diciamo…
G.A.: Io credo che passando il ragazzo non si sarebbe visto.
Presidente: Non solo ma non si sarebbe accorto neanche di quello che era successo.
G.A.: No.
Presidente: Immedatamente.
G.A.: No, penso proprio di no.
Presidente: Va bene, dunque ci sono le fotografie. Io non ho altro da chiedere, vi sono domande? Può andare grazie Ispettore.
G.A.: Grazie.
Presidente: Torni oggi però perché…
G.A.: A che ora? Alle 3:00?
Presidente: A che ora sentiamo Maurri?
P.M.: Alle ore le 15:30 se possibile, Presidente. Abbiamo solo questi due testi. Il P.M. non ha nessun altro.
Presidente: Non abbiamo testi?
P.M.: Nessuno, grazie.
Presidente: Male.
P.M.: Male… il P.M. ha finito.
Presidente: Ha finito. Allora… allora bene.
P.M.: Per questa fase ricostruttiva.
Presidente: Allora bene.
P.M.: Ecco.
Presidente: Si fa per dire. Benissimo allora l'udienza è sospesa ed è rinviata alle 15:30.
P.M.: Grazie.
Presidente: Va bene?

Nessun commento:

 
Blogger Templates