Social Icons

.

martedì 29 marzo 2016

Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 17 marzo 1998 - Undicesima parte

Segue dalla decima parte.

Presidente: Fa' venire il Schwarzenberg.
(voce fuori microfono)
Presidente: Come si chiama lei?
T. Schwarzenberg: Schwarzenberg.
Presidente: Poi? Dove è nato? Dove risiede?
T. Schwarzenberg: Sono nato a Vienna, l'8 aprile del '33. Risiedo a San Casciano Val di Pesa.
Presidente: Vuol essere ripreso dalla telecamera o no?
T. Schwarzenberg: Non ha importanza, insomma, non...
Presidente: Va bene, va bene.
T. Schwarzenberg: Non vedo la necessità di questo.
Presidente: Sì o no? Ha difficoltà ad essere ripreso o no? Signore?
T. Schwarzenberg: Non lo vieto, ma non lo incoraggio nemmeno.
Presidente: Va bene. Non lo vieta. Se può leggere quella formula ad alta voce l'impegno a dire la verità.
T. Schwarzenberg: “Sono consapevole della responsabilità morale e giuridica che assumo con la mia deposizione e mi impegno a dire tutta la verità e soltanto la verità e di non nascondere nulla di quanto so."
Presidente: Bene. Noi vogliamo sapere di una 124 che lei aveva e che poi ha affidato all'officina Bellini per la vendita. Ecco, come è avvenuto questo fatto?
T. Schwarzenberg: Dunque. È stato un quattordici, quindici anni fa che...
Presidente: Eh, quella anche dell'85 che posseduta...
T. Schwarzenberg: ...che mia fiqlia è venuta ad abitare con noi a Castelbonzi, ed ho acquistato per lei una macchina da mio cognato che abita nell'Alto Adige. Credo ricordarmi che era una vecchissima FIAT, colore blu. Il mio cognato mi conferma che era una 124.
Presidente: Una 124.
T. Schwarzenberg: E mia figlia l'ha guidata per un anno, circa, e poi è tornata in Austria. Non è più ritornata da quel tempo e così l'ho venduta e l'ho affidata al garage Bellini di San Casciano per venderla. E so che c'è voluto parecchie settimane, perché trovasse un acquirente. Lui mi telefona e dice: 'l'abbiamo venduta, vada all'ACI di San Casciano per firmare il contratto di vendita'. Cosa che ho fatto. E poi gli chiedevo i soldi e non ho più sentito parlare di questa macchina.
Presidente: Sì. E i suoi soldi glieli hanno dati prima di andare all'ACI di San Casciano oppure glieli hanno dati dopo?
T. Schwarzenberg: Onestamente non mi ricordo. So che sono arrivati tempestivamente: se è l'ACI che me li ha dati o il signor Bellini, onestamente non mi ricordo. Insomma, era una somma molto modesta e non mi ricordo nemmeno il quantitativo
Presidente: Senta, questa macchina era assicurata?
T. Schwarzenberg: Assicurata...
Presidente: Fino a quando?
T. Schwarzenberg: Ho mantenuto l'assicurazione di mio cognato, presso una ditta che si chiama la Zurigo di Merano. Ed io penso che loro avranno ancora un ricordo di... che io ho strappato. Se avevo documenti li ho strappati, sono tanti anni fa. Comunque, forse che la Compagnia di Assicurazione si ricorderà del momento nel quale ho disdetto l'assicurazione.
Presidente:  Senta, no, volevo sapere: quando lei ha affidato la macchina al garage Bellini per la vendita...
T. Schwarzenberg: Sì.
Presidente: Ecco. La macchina era sempre coperta da assicurazione?
T, Schwarzenberg: Era coperta almeno fino al momento del passaggio, non è che... Adesso non mi ricordo esattamente, so che ho telefonato alla Compagnia per dire: 'la macchina è venduta, dunque, scade l'assicurazione. Insomma, finisce il contratto.'
Presidente: Quindi, lei... Allora ha telefonato quando è andato all'ACI per firmare, quando ha preso i soldi? Si può ricordare un po'?
T. Schwarzenberg: Non mi ricordo quando l'ho fatto; ma so che mi premeva di farlo, perché quello che spesso succede è che chi continua a guidare, poi arrivano delle contravvenzioni perché ha parcheggiato male...
Presidente: Sì, sì.
T. Schwarzenberg: Poi arrivano le multe al vecchio proprietario. Dunque, la prima cosa che fa è di...
Presidente: Di mettere tutto regolare.
T. Schwarzenberg: Ma la data precisa, onestamente, non gliela so dire.
Presidente: Senta, lei, Lotti Giancarlo non lo ha mai visto? Non ha mai parlato con lui?
T. Schwarzenberg: Non ho mai parlato con lui; so chi è, perché si è fatto tanto chiasso che...
Presidente: Va be', questo...
T. Schwarzenberg: Essendo di San Casciano, mi dicono che è postino, lo avrò visto all'ufficio.
Presidente: No, postino no. Non è postino lui. Non è postino.
T. Schwarzenberg: Ah, non è postino?
P.M.: Abbiamo una prova...
Presidente: Va bene, va bene. Va bene, non ha importanza. Ha domande il Pubblico Ministero?
P.M.: Sì. Va be', la domanda forse è superflua, ma gliela faccio lo stesso. Ma, quando andò a firmare, questo signor Lotti o comunque questo... non era presente?
T. Schwarzenberg: No, no. Ho trovato il foglio e ho firmato un foglio soltanto all'ACI, ma non c'era nessuno
P.M.: Bene.
T. Schwarzenberg: Insomma, non l'ho visto di persona.
P.M.: Bene, bene.
Presidente: Altre parti?
Avvocato: (voce fuori microfono) Nessuna.
Avvocato Filastò: Senta. Cercando di fare uno sforzo, lei, rammenta quando ha affidato l'auto al signor Bellini, in che epoca? Voglio dire, anche grosso modo, se era primavera inoltrata, primavera, oppure - tanto l'anno lo sappiamo, deve essere il 1985 - oppure autunno. Insomma una indicazione il più possibile aderente, da un punto di vista cronologico, di questo suo affidamento. T, Schwarzenberg: Senta.
Avvocato Filastò: Per esempio, lei ha detto. Scusi, posso... Posso intervenire? Lei ha detto che la ragione per cui rivendette questa macchina era per il fatto che sua figlia, se non sbaglio, ritornò' in Austria. È così? T.Schwarzenberg: Sì.
Avvocato Filastò: Ecco. Può ricordare quando sua figlia ritornò in Austria?
T. Schwarzenberg: Non lo ricordo, ma posso appurarlo. Posso telefonare a mia figlia e poi, telefonando alla Zurigo di Merano, mi diranno quando ho denunciato la vendita. E poi andiamo gualche settimana indietro, forse un paio di mesi; così è che lo posso appurare, ma non ricordo.
Avvocato Filastò: Può far quello? Può far questo, signor...?
T. Schwarzenberg: Sì, posso telefonare, appena...
Avvocato Filastò: Presidente, io chiedo... chiederei di risentire il testimone dopo che ha fatto questi accertamenti.
T. Schwarzenberg: Sì.
Presidente: Sì. Va bene. Allora sospendiamo per un dieci minuti, lei telefona...
Avvocato Filastò: Anche di più. Gli ci vorrà di più.
P.M.: Chiedo scusa.
Presidente: Ah?
P.M.: Chiedo scusa. Non ho capito, forse posso essere di gualche utilità.
Presidente:  Dica.
P.M.: ' Qual era la richiesta che abbiamo fatto al signor Schwarzenberg.
Presidente: No, lui ha detto, .lui ha detto che può sapere...
Avvocato Filastò: (voce fuori microfono)
P.M.: Chiedo scusa, ma stavo parlando un attimo con il dottor Giuttari.
Avvocato Filastò: Io voglio sapere: quando... La domanda è: quando il signor — scusi eh, non mi riesce pronunciare il suo nome — Schwarzenberg...
T. Schwarzenberg: Schwarzenberg.
Avvocato Filastò: ...ha affidato questa automobile al signor Bellini. Ecco, e con riferimento a questo, il signor Bellini (N.d.t. Schwarzenberg) si è riservato: primo, di sentire la figlia quando è tornata in Austria; secondo, di sentire presso la Compagnia Zurigo... Lei potrebbe sentire anche fino a quando era coperta da assicurazione questa macchina. Quando lei ha fatto la disdetta, insomma. E quando questa disdetta è diventata operativa, secondo loro. Ecco.
Avvocato Pellegrini: Presidente, mi scusi, avvocato Pellegrini. Mi sembra superfluo, perché abbiamo la data certa della dichiarazione di vendita; basta chiedere in relazione a quella data lì, quanto tempo prima o... quanto tempo dopo.
Presidente: Abbiamo capito, ma siccome è stato accettato l'esame nei minimi dettagli...
Avvocato Pellegrini: Sì.
Presidente: ...si può fare anche questo. In ogni modo lui ha detto che è stata affidata per gualche tempo la macchina alla Bellini e poi l'hanno venduta. C'è stato un acquirente, comunque prendo atto della sua osservazione.
T. Schwarzenberg: Posso fare due telefonate: una alla Compagnia di Assicurazione, che mi diranno, forse, quando ho disdetto l'assicurazione. Poi, posso telefonare a mia figlia, per chiederle se si ricorda in che stagione, già che l'anno...
Presidente: Gli bastano dieci minuti, gli basta mezz'ora o no?
P.M.: Presidente, posso intervenire per facilitare questo compito...
Presidente: Dica.
P.M.: ...nel senso che può fare prima, il signor...
Presidente: Eh…
P.M.: Perché ieri, al momento della notifica, il signor... il teste ha fatto presente questa circostanza. Per cui l'accertamento alla Zurigo di Merano - ha fornito il numero di telefono il signore — è stato fatto, ai fini- dell'accertamento della verità e la Zurigo, al dottor Giuttari, ha riferito qualcosa che potrà...
Presidente: E allora...
P.M.: Non so, qualcosa che non hanno i documenti.
Dr Michele Giuttari: É stato telefonato allo 0473/231459, che lo ha fornito al funzionario che è andato per la notifica della citazione, alla signorina Yvonne...
T. Schwarzenberg: Esatto, sì.
Dr Michele Giuttari: Ci ho parlato personalmente io e non avevano più la pratica relativa alla copertura assicurativa dell’autovettura.
T. Schwarzenberg: Oh, dopo 10 anni si vede che la...
Dr Michele Giuttari: Comunque il numero è questo qua.
Presidente: Senta, comunque, faccia una cosa. Le diamo 10 minuti, se ci rintraccia la sua figliola e poi torneremo.
T. Schwarzenberg: Non so. se. a quest'ora sarà a casa, ma c'è una cabina nel cortile, provo. Ci provo a... .
Presidente: Va bene, okay. Sospendiamo 10 minuti.
Segue...

Nessun commento:

 
Blogger Templates