Social Icons

.

venerdì 3 maggio 2013

Michele Giuttari - Processo contro Mario Vanni +3 - Udienza del 27 giugno 1997 - Quinta parte

Segue dalla quarta parte.

Avvocato Pepi: Senta, relativamente - questo lei ne ha parlato a lungo - dell'omosessualità di Lotti io le chiedo: lei ha svolto, o chi per lei, indagini in San Casciano e nei luoghi in cui Lotti ha vissuto fino ad oggi, se prima del 1981 il Lotti era conosciuto come omosessuale nei paesi dove abitava?
M.G.: Ma guardi, noi su questo aspetto, l'ho detto, abbiamo sentito il Fabrizio Butini perché emergeva dall'interrogatorio. Poi c'è stata la circostanza del B. G., che è venuta fuori così, perché, convocato per altri motivi, a un certo punto ha riferito quella circostanza. Poi c'è stato anche il parroco dove abitava a Chiesanuova, don Fabrizio Poli; che dice sostanzialmente sul carattere buono del Lotti. Su questo aspetto dell'omosessualità, accertamenti in epoca antecedente non ne sono stati fatti.
Avvocato Pepi: Senta, facciamo un passo indietro.
M.G.: Sì.
Avvocato Pepi: Ho una delle fonti di prova che lei ha portato, cioè che ha portato, che ha riferito, ed è la deposizione della signora Frigo.
M.G.: Sì.
Avvocato Pepi: Faccio riferimento a quella circostanza in cui lei dice di essere in macchina e una macchina a forte velocità le avrebbe tagliato la strada...
M.G.: Sì, sì. La macchina bianca.
Avvocato Pepi: Bene. Io le chiedo: avete mica, per caso, fatto, come qualche volta viene fatto dalla Polizia, una simulazione di questa operazione? Cioè, avete per caso rifatto una macchina che va in su e una che gli taglia la strada, per vedere e verificare se nelle condizioni...
Presidente: Non c'è più la strada.
Avvocato Pepi: Eh?
Presidente: Non c'è più la strada.
Avvocato Pepi: Sì, va be', ma la si può fare...
Presidente: In un altro posto.
Avvocato Pepi: ... in un altro posto, perché per vedere se...
M.G.: No, no, signor Presidente, dove dice l'avvocato che c'è la... e si riferisce alla macchina bianca la strada c'è. Non c'è dove la Frigo ha visto la macchina rossa, non c'è più la strada.
Presidente: Ah sì, ho capito.
M.G.: Ma quello si può sempre fare. Sono stati fatti sopralluoghi, sono andato anch'io, abbiamo fatto i rilievi fotografici che abbiamo fatto vedere, ma mi è sembrato che, vedendo sul posto, il luogo sicuramente corrisponde. È una circostanza molto, molto verosimile, là. Non c'era bisogno di fare quest'esperimento. Comunque la strada è là si può sempre fare.
Avvocato Pepi: Bene.
M.G.: E là c'è anche, ho fatto presente, il sobbalzo sotto dove ha visto che la macchina a un certo punto ha frenato di brusco, e si vede che poi sotto c'è proprio un sobbalzo. Se non avesse frenato di brusco, una volta che aveva tagliato la strada e si era fermata in questo spiazzo, sarebbe caduta. Quindi, i luoghi son là. Non c'è la strada dove ha visto, la Frigo, la seconda macchina. C'è il prato coperto di erba, non c'è tracciato. Però, su quel punto è preciso.
Avvocato Pepi: Bene. Allora, e ci avviamo alla fine, io avrei bisogno di una serie di spiegazioni da parte sua, relativamente a due situazioni che le sono state indicate dal Lotti, e che voi avete verificato con dei sopralluoghi con il Lotti stesso. Faccio riferimento di un luogo: alla buca trovata agli Scopeti e alla nicchia trovata nel casolare vicino a Vicchio, vicino alla piazzola di Vicchio.
M.G.: Sì.
Avvocato Pepi: Partiamo...
M.G.: Località Badia a Bovino.
Avvocato Pepi: Sì.
M.G.: Località Badia a Bovino, sì.
Avvocato Pepi: Partiamo dalla buca. Lei ha parlato che quando Lotti vi avrebbe indicato sotto quest'albero il luogo dove c'era una buca, avreste rilevato una buca perfetta, nelle sue forme, di un diametro quaranta per quaranta.
M.G.: Trenta per quaranta.
Avvocato Pepi: Trenta per quaranta.
M.G.: E poi, dentro, ce n'era un più piccola: nove per quindici.
Avvocato Pepi: Quindi, una buca fatta quasi in maniera da ingegnere, diciamo così.
M.G.: No, no, da ingegnere no, perché non era proprio... Si vede anche nella foto.
Avvocato Pepi: Ma comunque quasi.
M.G.: Non era proprio fatta con qualche attrezzo da tecnico...
Avvocato Pepi: Va bene, va bene.
M.G.: Da ingegnere no.
Avvocato Pepi: Va be', da geometra, via.
M.G.: No, no.
Avvocato Pepi: Senta...
M.G.: Fatta come si può fare una buca da chiunque non abbia una conoscenza specifica.
Avvocato Pepi: Si, ma io le chiedo: questa buca, che a detta del Lotti sarebbe stata fatta successivamente nell'immediatezza di un omicidio, dell'omicidio compiuto nei confronti dei francesi, quindi dovrebbe essere stata fatta in furia perché nell'agitazione, nella concitazione e nel pericolo di essere scoperti, perché di lì poteva passare, non erano ore talmente tarde da dire che non potesse passare nessuno... ecco, dico, non le sembra una circostanza un po' strana questa buca fatta in maniera così precisa, una buca che implica un lavoro fatto con calma, con attenzione? Perché non è...
M.G.: Cioè, lei ini sta chiedendo un parere adesso?
Avvocato Pepi: Non è un parere, è una circostanza che.,.
M.G.: Io, se posso rispondere... 
Avvocato: Presidente, si chiede comunque al teste, in effetti, una...
M.G.: Io ho detto che non c'era, non era una buca precisa, da ingegnere o da geometra. Possiamo rivedere la foto. Né c'èra più, ecco posso aggiungere questo elemento, la terra vicino; perché si vede che era una cosa molto vecchia che il tempo e anche la pioggia aveva eliminato, ecco. La terra che era stata estratta da questa buca non si vedeva più, non c'era... 
Presidente: Non sappiamo quando è stata fatta questa buca e da chi.
M.G.: Eh.
P.M.: Appunto.
Presidente: Il problema è tutto lì.
P.M.: Tutto lì.
M.G.: Anche perché ora, io...
P.M.: Nelle buche è difficile trovare la firma.
Presidente: Eh. 
M.G.: E io su questo che cosa...
M.G.: Ho rivisto, devo dire, la foto dopo la...
Presidente: (voce fuori microfono)
M.G.: ... e si vede, la foto, si vede proprio che ci sono rami secchi dentro: una cosa sicuramente non recente.
Avvocato Pepi: Eh, però...
M.G.: Se la possiamo mettere meglio a fuoco, perché dalla foto, dall'occhio vivo, si Vede meglio.
Presidente: Eccola.
M.G.: No, un po' meglio.
Presidente: Questo è prima che...
M.G.: Al lato non c'è più la terra che è stata tolta dalla buca, quindi non è sicuramente una buca recente. Altrimenti avremmo trovato la terra lì...
Presidente: Scavata.
M.G.: Ecco. Quindi non c'era più la terra. Dentro c'erano ramoscelli secchi, foglie secche...
P.M.: Ci sono le foto.
M.G.: E ci sono le foto dei particolari.
Avvocato Pepi: Va be'. Comunque, se si rimette un attimo proprio quella lì, io le volevo...
Presidente: No, la stessa immagine.
Avvocato Pepi: La stessa immagine.
M.G.: Quella di prima.
Avvocato Pepi: Quella di prima.
Presidente: Eccola.
Avvocato Pepi: Io le facevo osservare che se questa buca, come dice Lotti, è stata fatta undici anni fa, io le dico - questo non è un parere, perché questo evidentemente è una cognizione comune - io ritengo e penso che anche lei sia d'accordo con me, se fosse stata fatta undici anni fa, è quanto meno... perché io penso che in undici anni ci saranno stati...
Presidente: Ma guardi, questo non è oggetto di domanda, non si può fare oggetto di domanda...
Avvocato Pepi: No, no. Io...
Presidente: Questa è una valutazione e...
Avvocato Pepi: No, ma io prima gliela spiego e poi gli faccio la domanda.
Presidente: Bene, grazie.
Avvocato Pepi: Dico a questo punto, la buca, evidentemente, sé' è stata fatta undici anni fa, doveva contenere all'interno quantomeno della terra. Perché degli smottamenti ci saranno stati, delle piogge ci saranno state, a portare della terra. Una buca vuota in questa maniera, dopo undici anni, ' a me sembra veramente strana.
M.G.: Ho, io ho fatto presente, quando ho parlato della buca... 
Avvocato:Dottor Giuttari, mi scusi un attimo.
M.G.: Prego. 
Avvocato: Presidente, il dottor Giuttari è un investigatore, non è un geologo. Simili domande non penso si possano rivolgere al dottor Giuttari nella sua veste. Ha risposto esaurientemente su attività di indagine da lui svolta, mi sembra che questo... di più non possa chiarire.
Presidente: Qual è il problema? 
Avvocato: Si chiede al teste un'impressione di carattere geologico su una buca su cui...
Presidente: No, voleva sapere se... E la domanda che gli aveva fatto anche io nei giorni scorsi, quando aveva parlato . il dottore, avevo chiesto al dottore, sé c'erano foglie secche? Perché la prima cosa che può cadere in una buca, da anni lì, sono le foglie secche... 
Avvocato: Certo.
Presidente: Per la precipitazione che si alterna... 
M.G.: Ho rivisto le foto fatte all'epoca e c'erano. Per rispondere all'avvocato Pepi, la buca non è in territorio scosceso ed era tutta circondata da cespugli fitti, tanto che ad occhio nudo - avevo sottolineato - non l'avevamo potuta individuare. Nonostante avessimo avuto il riferimento preciso dal verbale del Lotti che era vicino ad un albero, che aveva indicato quest'albero. Nonostante questo riferimento, ad occhio nudo non si vedeva. Quindi io posso capire : una buca all'aperto, anche in territorio scosceso, che poteva agevolare lo scorrimento di acqua, di detriti, allora sì, era possibile trovarla con materiale dentro. Ma bisogna considerare sempre la natura di quel luogo e il luogo non presenta particolari pendenze, completamente avvolta da una fittissima vegetazione, quindi non so io cosa poteva arrivare negli anni. Il fatto documentale, il fatto storico, però, è che la terra estratta non c'era più, là nei pressi, e che dentro c'erano effettivamente - e si vede meglio, signor Presidente dalla foto ad occhio nudo, non tramite il proiettore - si vede che ci sono foglie e rami secchi.
Avvocato Pepi: Va bene. 
M.G.: Che, anche se hanno avuto difficoltà ad entrare, perché era proprio avvolta da... pur tuttavia c'erano.
La foto è di Antonio Taddei.
Segue...

Nessun commento:

 
Blogger Templates