Social Icons

.

giovedì 27 gennaio 2011

Ruggero Perugini - Deposizione del 23 maggio 1994 - Quattordicesima parte

Segue dalla tredicesima parte.

A.B.: Senta lei mi ha detto, ci ha detto, per capire un pochino com’è stata l’attività di indagine, che voi comunque avete sempre mantenuto un rapporto con le altre forze di polizia che indagavano sugli altri elementi oggettivi/soggettivi che potevano avere una qualche rilevanza sul piano della prova, quindi sul piano della ricostruzione dei fatti e in particolare della individuazione del personaggio, personaggio che aveva commesso tutti questi efferati delitti, no?
R.P.: Dal 1989 abbiamo lavorato insieme.
A.B.: E allora io le domando questo, perché io son rimasto, da vecchio carabinieruccio da quattro soldi, sono rimasto un po’ perplesso di questo: ma come mai non si è fatta un’indagine sul punto? Io le leggo due…
R.P.: La prego.
A.B.: …pagine che mi sono un po’ rimaste strane a digerire, se si possono digerire la pagine, allora: Ci fu un fatto, io non so se lei lo ricorda oppure no, siccome lei m’ha detto che aveva ancora attività di indagine d’accordo con i Carabinieri le domando se è stata fatta un’indagine sul punto, perché qua ci sono degli elementi oggettivi da cui trarre… Ecco e si tratta di una pistola che tal Danio Bardi ebbe a denunziare smarrita.
R.P.: Calibro 6 corto.
A.B.: No calibro 22
R.P.: Si calibro 22 corto.
A.B.: Ma corto o lungo non mi interessa.
R.P.: E no, interessa a noi perché la pistola smarrita è un calibro diverso dalla pistola con cui sono stati commessi gli omicidi.
A.B.: Sicuro?
R.P.: Per quanto mi è dato ricordare si e la prego di credermi…
A.B.: no, perché, guardi questo fatto mi ha lasciato perplesso perché?
R.P.: Aveva lasciato perplesso anche me finchè non ho accertato che si trattava di un calibro 22
A.B.: Io però comunque sarei andato avanti, mi scusi, perché sarei andato avanti? Perché questo signore dice di avere smarrito il 21 agosto del 1971 questa pistola che lui aveva lasciato in una macchina, in una macchina…
R.P.: “Diceva” perché credo che sia deceduto
A.B.: O è morto? “Diceva”, si è morto. Però è morto dopo l’85, l’86, l’87, l’88, l’89, eccetera.
Presidente (fuori microfono): E’ morto due o tre anni fa.
R.P.: Infatti non l’abbiamo lasciato cadere.
A.B.: Però, mi scusi, c’è un dato che mi ha un po’… così, colpito: “Dal controllo effettuato dagli agenti all’interno dell’auto”, l’auto è stata poi ritrovata, non fu trovata la pistola…
R.P.: Le tracce di un colpo sparato.
A.B.: “La pistola di cui sopra non veniva rinvenuta e sul tappetino anteriore sinistro, vicino al sedile, veniva notata una piccola goccia di sangue, altre gocce di sangue venivano notate sul fianco sinistro del suddetto sedile e nel vano portaoggetti lato sinistro. Veniva trovato un tovagliolo intriso di sangue, inoltre sul pannello della portiera sinistra, all’altezza della manopola veniva notato un piccolo foro.” Qualcuno aveva sparato, qualcuno aveva ferito qualcosa o qualcuno…
R.P.: O si era ferito.
A.B.: O si era ferito. Ecco io ho visto che qua si è bloccato, si è fermato, non è andato avanti nulla, domandavo è andato avanti oppure no?
R.P.: E’ andato avanti.
A.B.: E che è successo?
R.P.: E’ andato avanti fino al momento in cui abbiamo ritenuto che se dovevamo approfondire oltre questo avevamo circa altre 6000 piste di gran lunga migliori da approfondire ma mi consenta, se io debbo fare accertamenti su colpi esplosi, che peraltro non sono stati esplosi con una pistola del calibro di quello che noi cerchiamo allora mi chiedo per quale motivo non dovrei fare accertamenti su colpi esplosi con una 44 magnum o con una 38. Quello che voglio dirle avvocato è che noi abbiamo in mente un’arma che ha una sua precisa connotazione che ha nelle sue caratteristiche meccaniche delle tracce che consentono di identificarla, perché vede avvocato, fra le altre cose di cui non ho parlato, fra quei 29.800 e spiccioli documenti che abbiamo inseriti nell’archivio famoso c’è uno dei documenti che riguarda le pistole smarrite, denunciate smarrite, rubate, quelle di cui non abbiamo trovato traccia perché gran parte di questa attività, come le ho detto noi non siamo andati a caccia di farfalle, siamo andati a caccia di dati, di fatti, si è svolta su elementi concreti, chiaro che il primo tipo di accertamento che noi dovevamo fare era su tutte quelle pistole che per un motivo o per l’altro venivano alla nostra considerazione in circostanze sospette.
A.B.: Ma io non è che voglio… Non le voglio fare un appunto.
R.P.: No, no, voglio dirle… Lei ha detto: mi chiedo perché non è stato sviluppato… E’ stato sviluppato, naturalmente alcuni degli sviluppi preferirei tacerli, se non è necessario, perché coinvolgono una persona che non è in questo momento indagata altrimenti dovremmo parlare di alcune centinaia di mediciR.P.: chirurghi, ginecologi, avvocati e così via.
A.B.: No ma qua si trattava di una pistola più di sangue
R.P.: Io ritengo…
A.B.: Pistola, sangue, un buco, di una pistola smarrita.
R.P.: Posso dirle avvocato, noi abbiamo spinto gli accertamenti fino al punto di rilevare che quella pistola non era del calibro che interessava a noi, che la persona in cui…
A.B.: Era 22 però.
R.P.: Guardi, era una 22… Mi scusi, fra la 22 corto e la 22 lungo esiste la stessa differenza che al gioco del lotto fra il 18 ed il 24, sono vicini ma sono due cose diverse, non c’è possibilità di confondersi.
A.B.: Il percussore è identico, è un problema di…
R.P.: E’ un problema di calibro avvocato.
A.B.: Va be’.
R.P.: Il 22 corto…
A.B.: E’ un altro calibro.
R.P.: Il 22 corto è un colpo da gara, io ho avuto modo… E’ un colpo da gara, il 22 corto è un colpo che si usa nelle gare di automatica ai poligoni di tiro…
A.B.: A proposito di gara…
P.M.: No, lasciamolo finire scusi per cortesia…
A.B.: Si certo.
P.M.: Sennò prima gli mette il dubbio, sta spiegando come mai facciamoglielo dire.
R.P.: Che è sostanzialmente
A.B.: Va be’ ma l’ha già detto, no?
R.P.: Che è sostanzialmente molto difforme, molto difforme dal… Comunque non voglio andare avanti, prego.
A.B.: No, no può pure andare avanti dove crede. Ecco io però…
R.P.: Mi perdoni, la interrompo e non vorrei, di quand’è quel rapporto?
A.B.: E questo rapporto è del… del… del… aspetti glielo dico subito… Del 1971 e poi viene ripreso nel ’91.
R.P.: Ecco insieme a tutti gli altri che noi prendemmo in considerazione

Nessun commento:

 
Blogger Templates